estero

  1. robi65

    Detrazioni mutuo prima casa pensionato residente estero

    Buongiorno, poichè leggo ma c'è confusione sull'argomento, chiedo se un pensionato residente all'estero in affitto in Tunisia per 9 mesi per salute, all'anno con una prima e unica casa in Italia possa detrarsi gli interessi del mutuo ormai decennale. Grazie
  2. M

    Donazione diretta dall'Austria da madre a figlia

    Buongiorno, ho letto per delle ore in internet ma le informazioni che ho trovato sono contradittorie e non so cosa devo fare per evitare che il fisco mi faccia dei problemi. Il mio caso: Sono tedesca residente in Italia dal 1999. Mia mamma residente in Austria mi vuole donare 100.000 euro...
  3. essezeta67

    Fornitore estero e ritenuta d'acconto operata dal condominio

    Salve a tutti espongo il problema: In un condominio ha contribuito alla realizzazione di servizi di manutenzione varia ordinaria una impresa estera. Nei confronti di questa impresa estera dovrà essere operata la ritenuta d'acconto del 4% da parte del condominio in fase di pagamento del servizio...
  4. Z

    Vendita casa ereditata per morte moglie con minori

    Mio figlio è rimasto vedovo con due bambine , 6 e 3 anni.La casa in cui vivevano era in comunione dei beni. Mi risulta che mio figlio è proprietario del 50% più una parte dell'altro 50% che è da dividere per tre.Mio figlio è stato nominato tutore delle bimbe.Atti già fatti e consolidati.Adesso...

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto