Novità

Ultimi Messaggi

Ultimi Messaggi sui Profili

SE vuoi che ti rispondano, crea una nuova discussione. Clicca in alto nella banda nera su "Nuova discussione", scegli l'area tematica (potrebbe essere "Area legale - Locazione affitto e sfratto) e poni lì la domanda.
Buongiorno. Mio figlio è stato sfrattato. Il proprietario dice che non pagava da diversi mesi. Ma è stato dimostrato tramite bonifici davanti al giudice che non era vero! Lui per ripicca ci ha abbassato la potenza del contatore. È da tre mesi che mio figlio non paga più l'affitto. Purtroppo per mancanza di lavoro per la pandemia. La corrente mio figlio l'ha sempre pagata in nero. Ho bisogno di un consiglio!
mapeit
mapeit
Non pagare l'affitto comporta la morosità anche se per tre mesi. Se la fornitura di energia elettrica è intestata al locatore tuo figlio gli avrà rimborsato le bollette, ma questo non è "nero". Il locatore non ci fa nessun guadagno. Se l'utenza fosse intestata a tuo figlio e lui non avesse pagato le bollette, gli avrebbero tolto la corrente, altroché abbassato la potenza del contatore.
Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Umberto GF
Umberto GF
Non comprendo quale sia e in cosa consista il lamentato disturbo all'attività del fornaio: di solito i forni operano in orari notturni infatti la panificazione deve essere pronta alla vendita al mattino presto. Specifica meglio quale sia il disturbo.
Franci63
Franci63
i forni operano di notte, e i fornai dormono di giorno.
Però non possono pretendere che di giorno ci sia silenzio.
mapeit
mapeit
Se il fornaio è disturbato dai vicini sovrastanti durante le ore di riposo può sempre chiamare la Forza Pubblica. Né il proprietario non abitante, né l'amministratore del condominio hanno strumenti giuridici per farlo desistere se non quello di richiamarlo al rispetto del regolamento e delle regole del vivere civile.
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Franci63
Franci63
No, se non vietato da regolamento contrattuale.
Deve verificare con un tecnico se è possibile, fare pratica edilizia , e poi catastale.
N
nucciabirba
Ringrazio sentitamente

Ultimi Messaggi sui Profili

davideboschi ha scritto sul profilo di Laura Casales.
SE vuoi che ti rispondano, crea una nuova discussione. Clicca in alto nella banda nera su "Nuova discussione", scegli l'area tematica (potrebbe essere "Area legale - Locazione affitto e sfratto) e poni lì la domanda.
Buongiorno. Mio figlio è stato sfrattato. Il proprietario dice che non pagava da diversi mesi. Ma è stato dimostrato tramite bonifici davanti al giudice che non era vero! Lui per ripicca ci ha abbassato la potenza del contatore. È da tre mesi che mio figlio non paga più l'affitto. Purtroppo per mancanza di lavoro per la pandemia. La corrente mio figlio l'ha sempre pagata in nero. Ho bisogno di un consiglio!
Alto