piante

  1. M

    Autorizzazione per installazione di grigliati per piante?

    Vorrei sapere se è necessario richiedere un'autorizzazione comunale per ancorare ad un muricciolo divisorio, già esistente, un piccolo grigliato per piante in un cortile interno di un'abitazione sita a Santa Marinella (Roma) nel punto di confine con lo spazio esterno di un'altra unità abitativa
  2. fabrizioscal64

    Piante alto fusto secolari a distanza regolamentare che per altezza incutono paura o tolgono ombra

    Buonasera, ho comprato un terreno agricolo nel 2004, con bosco prevalentemente di eucalipti piantati nell'epoca fascista, il vicino lamenta la pericolosità per l'altezza, anche se nessun ramo si avvicina o sporge nella sua proprieta, dove ha la sua abitazione costruita forse 20 anni. diverse...
  3. Carmen2017

    Terreno con piantagione che impedisce vista mare

    Salve, da quanto ho letto nei vari post del forum, mi sembra di aver capito che non esiste una "tutela di veduta" per le case con vista mare, ma per sicurezza ho aperto una nuova discussione al riguardo. La scarpata che si trova vicino la mia casa è piena di piante, piantine, erbacce, ecc. -...
  4. P

    Palo sul cornicione che mi stà rovinando la casa

    buongiorno a tutti voi , anni fa mi misero un palo sul cornicione tagliandolo e ancorandolo sul muro della mia casa. Il palo oltre che portare energia alla mia casa ha un cavo molto grosso che funge da palo di passaggio della linea elettrica che va alle altre abitazioni; oggi dal palo conficcato...

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto