1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. GianfrancoElly

    GianfrancoElly Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Abbiamo una custode part-time (mattina). Da anni non fa praticamente nulla e si assenta spesso. L'amministratore ha sempre detto che non si poteva fare nulla. A settembre compie 65 anni e io credo che si possa mandare in pensione. L'amministratore sostiene che, poichè non ha raggiunto un numero di contributi sufficiente (?), può non andare in pensione e quindi dobbiamo tenerla. Fino a quando può andare avanti?
     
  2. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Il rapporto di lavoro dei dipendenti è regolato in primo luogo dalle norme di legge in materia di lavoro, che è molto specifica.

    Vi consiglio, pertanto, di formare un comitato di condominio e di andare a chiedere spiegazioni specifiche al consulente del lavoro che redige le paghe per conto della vostra Comunità residenziale.
     
  3. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    La fattispecie descritta dall'utente è del tutto particolare:parla di una custode part-time.Pertanto non sembrerebbe che si possa neppure parlare di vero e proprio contratto di portierato di cui alla normativa già di per sè alquanto particolare.
    Dal massimario di giurisprudenza civile ho estrapolato questa massima che potrebbe fornire una indicazione nella materia:
    "* Cass. civ., sez. lav., 12 maggio 1989, n. 2171, Varignana c. Inps.
    La clausola del regolamento di condominio istitutiva del servizio di portierato, in quanto non attribuisce ai condomini diritti soggettivi, ma riguarda l’amministrazione della cosa comune, può essere abolita o modificata col voto favorevole della maggioranza dei condomini, senza che occorra l’unanimità dei consensi."
    Pertanto,a parere di chi scrive,non dovrebbero esserci particolari problemi per estinguere il rapporto in essere.
    Gatta
     
  4. GianfrancoElly

    GianfrancoElly Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciò vale se si decidesse di abolire il servizio di portierato. Se però il condominio vuole mantenere tale servizio il problema si sposta sul licenziamento dell'attuole custode. Io chiedevo se questo è possibile al compimento del 65° anno di età, che corrisponde all'età della pensione di vecchiaia. L'amministratore afferma che la decisione di andare in pensione spetta alla custode, io penso che invece questa età sia la massima possibile, dopo di che il datore di lavoro dovrebbe poter "licenziare" il dipendente.
     
  5. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    Mi sembrava leggendo tra le righe che volevate "sbarazzarvi" della custode.
    A questo punto occorre documentarsi esaminando il contratto a mani dell'amministratore ed applicare le relative norme che regolano il rapporto di lavoro specificamente sul punto in discussione.
    Gatta
     
  6. orlandoagatino

    orlandoagatino Nuovo Iscritto

    il custode per poter andare in pensione deve maturare almeno 20 anni di contributi. Tuttavia
    potrebbero bastarne 15 anni se maturati entro il 31/12/1992. Ovviamente occorre anche il re-
    quisito anagrafico e cioè deve compiere 65 anni di età. Oltre i 65 anni non può lavorare più ed
    inoltre non è per nulla opportuno.
     
    A GianfrancoElly piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina