• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Max23

Membro Attivo
Proprietario Casa
Buongiorno a tutti,
ho affittato al proprietario di un ristorante confinante, un terreno ad uso deposito e/o parcheggio temporaneo,con tipologia contratto T3.
A causa del covid, il ristorante è stato chiuso, ed il proprietario ha chiesto una riduzione del canone per i mesi da luglio ad ottobre, che gli ho concesso.
Il problema è che quando registro la variazione con RLIweb, mi indica che devo pagare 67 euro di imposta di registro e l'imposta di bollo, anche se, a quanto mi risulta, non si dovrebbero pagare in caso di diminuzione del canone.
I dubbi che ho sono questi:
-casella "importo del canone"; nella registrazione del contratto avevo inserito l'importo totale dei sei anni di durata,come mi pareva dalle istruzioni (Nel caso di contratto di affitto, indicare l’importo del corrispettivo pattuito per l’intera durata del contratto).
nel caso di rinegoziazione del canone invece devo mettere il canone annuo?
-casella "importo canone rinegoziato" ho inserito il valore del canone annuo meno lo sconto.
è corretto?
Come devo fare poi per evitare di pagare imposta di registro e di bollo, che mi compare sempre in tutti i tentativi che ho fatto?
Grazie per l'aiuto.
Max
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
mi indica che devo pagare 67 euro di imposta di registro e l'imposta di bollo, anche se, a quanto mi risulta, non si dovrebbero pagare in caso di diminuzione del canone.
E' corretto quanto ti risulta: l'Accordo riduzione canone si registra in esenzione da imposta di registro e bollo.

Per quanto riguarda la registrazione dell'Accordo all'Agenzia delle Entrate, eventualmente con effetto retroattivo, ne avevamo parlato qui:
dove nel post n. # 22 avevo scritto come, a mio parere, si deve compilare il mod. RLIWeb.

Non saprei dire però se per gli affitti dei terreni - cod. T3 - ci siano regole diverse rispetto alle locazioni di immobili.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Come devo fare poi per evitare di pagare imposta di registro e di bollo,
Da quanto ho capito io, indicando il codice 8 (rinegoziazione canone) nel Quadro A - sez. II - casella "Adempimenti successivi", il sw non dovrebbe calcolare le imposte di registro e bollo.
Però non ho ancora avuto occasione di provare!
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
l'Accordo riduzione canone si registra in esenzione da imposta di registro e bollo.
La registrazione dell'atto con il quale le parti dispongono esclusivamente la riduzione del canone di un contratto di locazione ancora in essere è esente dalle imposte di registro e di bollo.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
esclusivamente la riduzione del canone di un contratto di locazione ancora in essere è esente dalle imposte di registro e di bollo.
Quindi come ipotizzavo nel mio post precedente
se per gli affitti dei terreni - cod. T3 - ci siano regole diverse rispetto alle locazioni di immobili.
trattandosi di Accordo riduzione canone relativo all'affitto di un terreno, sono dovute le imposte di registro e di bollo.
 

Max23

Membro Attivo
Proprietario Casa
Quindi come ipotizzavo nel mio post precedente

trattandosi di Accordo riduzione canone relativo all'affitto di un terreno, sono dovute le imposte di registro e di bollo.
Un dubbio mi era venuto leggendo la "guida_rliweb_adempimenti_successivi" dove a pag.29 dice che N.pagine e N.copie va inserito in caso di rinegoziazione in aumento e per i terreni in caso di aumento e di diminuzione. Sono dati obbligatori che probabilmente utilizzano per il calcolo di imposta di registro e bollo.

Per quanto riguarda la casella "Importo canone rinegoziato", sempre nella guida dice di indicare "l'importo del nuovo canone di locazione annuo", quindi io inserirei il valore del canone originale diminuito dello sconto pattuito per i mesi da luglio a ottobre.

Ultima domanda: devo allegare una copia dell'accordo di riduzione firmata da me e dall'affittuario?
Grazie ancora per l'aiuto
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
"Importo canone rinegoziato", sempre nella guida dice di indicare "l'importo del nuovo canone di locazione annuo"
Leggo nelle istruzioni:
In caso di rinegoziazione del canone (codice 8 nella casella "Adempimenti successivi") inserire qui l'importo del nuovo canone di locazione annuo o, in caso di contratti di durata inferiore a un anno, l'importo relativo all'intera durata.

Si potrebbe interpretare che siccome stiamo registrando un contratto "Accordo riduzione canone" di durata inferiore a un anno (nel tuo caso dal 01/07 al 31/10/2020, come devi scrivere nella sez. II del quadro A) si debba indicare semplicemente il canone pattuito per quel periodo inferiore all'anno.

Esempio: poniamo che il contratto di locazione originario preveda un canone mensile di 800 euro. In sede di registrazione avevi indicato nella prima riga del quadro A l'importo del canone annuo pari a euro 9.600.
Registrando l'Accordo di riduzione, le istruzioni dicono:
Nel caso di rinegoziazione indicare il canone precedente, ossia il canone previsto prima della rinegoziazione.
Quindi scrivi nuovamente euro 9.600.

Ora il contratto che stabilisce la riduzione prevede per i mesi da luglio ad ottobre un canone mensile di 500 euro. Trattandosi di un contratto riduzione canone di durata inferiore ad un anno, si indica (euro 500 x 4 mesi) euro 2.000.

E' solo una possibile interpretazione; forse quella corretta è la tua:
inserirei il valore del canone originale diminuito dello sconto pattuito per i mesi da luglio a ottobre.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Leggo nelle istruzioni:
In caso di rinegoziazione del canone (codice 8 nella casella "Adempimenti successivi") inserire qui l'importo del nuovo canone di locazione annuo o, in caso di contratti di durata inferiore a un anno, l'importo relativo all'intera durata.
No. Non è una locazione.
Nel caso di contratto di affitto (tipologia di contratto T), indicare l’importo del nuovo corrispettivo pattuito per l’intera durata del contratto.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
devo allegare una copia dell'accordo di riduzione firmata da me e dall'affittuario?
Io lo allegherei, per essere coerente con il contratto originario che avevi allegato in sede di registrazione.
Ma dalle istruzioni non mi pare risulti l'obbligo per chi registra con RLIWeb.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
per l’intera durata del contratto.
Quindi bisogna scrivere il canone/corrispettivo annuo ridotto?
(Le istruzioni dicono di indicare l'importo del nuovo corrispettivo pattuito per l'intera durata del contratto.)

Oppure si deve indicare il corrispettivo pattuito per la durata del contratto di riduzione (nel caso in esame di soli 4 mesi, dal 01/07 al 31/10/2020)?

In pratica: cosa si intende per intera durata del contratto?
 

Max23

Membro Attivo
Proprietario Casa
Uva,
a mio parere, quando parlano di contratto, si riferiscono a quello originale, in quanto ora non sto registrando un nuovo contratto, ma la rinegoziazione del canone di un contratto esistente.

Per quanto riguarda l' "intera durata del contratto" forse dicono così perche se avevi in essere, ad esempio, un contratto di 10 mesi, l'importo totale del canone non è "annuo".

Penso inoltre che lo scopo principale di tutto sia quello di giustificare il pagamento delle imposte su un importo inferiore a quello stabilito nel contratto di locazione o affitto.

Sono stato qualche giorno fa a chiedere informazioni all'agenzia entrate, ma anche loro non hanno certezze su tutti gli argomenti. L'impiegato mi ha detto che l'importante sarà il corretto pagamento delle imposte, poi si rischia di fare solo errori formali, che si possono risolvere facilmente. Mah...
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
lo scopo principale di tutto sia quello di giustificare il pagamento delle imposte su un importo inferiore a quello stabilito nel contratto di locazione o affitto.
Questo è sicuramente vero!

Per quanto riguarda l' "intera durata del contratto" forse dicono così perche se avevi in essere, ad esempio, un contratto di 10 mesi, l'importo totale del canone non è "annuo".
Sì, probabilmente è così.
Però se ci si riferisce al contratto di locazione (o di affitto nel tuo caso) originario, secondo me "l'intera durata del contratto" è, ad esempio, il quadriennio in un contratto di locazione abitativo 4 + 4.

Non so quale sia la durata del tuo contratto di affitto del terreno.
Se è un contratto annuale che viene prorogato annualmente salvo disdetta, evidentemente il canone annuo corrisponde all' "intera durata del contratto".
Se invece è un contratto simile a quelli commerciali 6 + 6, io intendo che "l'intera durata del contratto" è appunto di 6 anni.
 
Ultima modifica:

Max23

Membro Attivo
Proprietario Casa
Si tratta di un contratto affitto terreni 6+6.

Nella guida_rliweb_adempimenti_successivi a pag.30 si dice che:

Corrispettivo cessione/risoluzione - canone rinegoziato: indicare l’importo del nuovo
canone di locazione annuo o, in caso di contratti di durata inferiore a un anno, l’importo
relativo all’intera durata. In caso di comproprietà, indicare il canone per intero,
indipendentemente dalla quota di possesso.

Nel mio caso quindi dovrei indicare il canone annuo. L'importo relativo all'intera durata va indicato in caso di contratti di durata inferiore ad un anno.

Se così non fosse, quale importo dovrei inserire in dichiarazione? Questo deve corrispondere a quanto effettivamente incassato annualmente tramite bonifici.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
indicare l’importo del nuovo
canone di locazione annuo
Come ha scritto @Nemesis nel post n. #8, questo non è il tuo caso.

Perché il tuo è un contratto di affitto (di terreno), non è una locazione.


A pag. 8 delle istruzioni cartacee leggo quanto segue:
Nel caso di contratto di affitto (tipologia di contratto T), indicare l'importo del nuovo corrispettivo pattuito per l'intera durata del contratto.

Suppongo che il nuovo corrispettivo pattuito sia il canone ridotto.
Cosa significhi per l'intera durata del contratto per me non è affatto chiaro!
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
quale importo dovrei inserire in dichiarazione?
Nella dichiarazione dei redditi relativa al 2020 che presenterai il prossimo anno dovrai inserire:
il canone di affitto originario per i mesi da gennaio a giugno + il canone di affitto ridotto per i mesi da luglio a ottobre + il canone di affitto originario per i mesi novembre e dicembre.

(Ho scritto "canone di affitto" intendendo appunto il corrispettivo relativo all'affitto del terreno.)
 
Ultima modifica:

happysmileone

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Poi fammi sapere come andra' visto che registri un accordo con variazione del canone retroattivo ...... l'accordo visto che e' facoltativo allegarlo, credo che se lo allegherai lo leggeranno forse e se la registrazione con canone retroattivo va bene stai a posto altrimenti verra' subito contestato, se non l'alleghi rimarrai nel dubbio e solo se sorteggiata saprai la risposta.
 

Max23

Membro Attivo
Proprietario Casa
A pag. 8 delle istruzioni cartacee leggo quanto segue:
Nel caso di contratto di affitto (tipologia di contratto T), indicare l'importo del nuovo corrispettivo pattuito per l'intera durata del contratto.
esaminando attentamente queste istruzioni, mi pare di capire che ciò vale nel caso che sia presente il codice 3 nella casella “Casi particolari", e ancora di più mi viene questa interpretazione leggendo le stesse parole nella "guida" dove sono riportate in un paragrafo separato.

Corrispettivo cessione/risoluzione - canone rinegoziato: indicare l’importo del nuovo canone di locazione annuo o, in caso di contratti di durata inferiore a un anno, l’importo relativo all’intera durata. In caso di comproprietà, indicare il canone per intero, indipendentemente dalla quota di possesso.

Qualora sia stata selezionata la casella “Pagamentointera durata”, in presenza di tipologia contratto con il codice “L1” o “L2” o “S1” o “S2” deve essere indicato l’importo del nuovo canone di locazione annuo o, in caso di contratti di durata inferiore a un anno, l’importo relativo all’intera durata.

Se è presente il codice 3 nella casella “Casi particolari” indicare l’importo del nuovo
canone, mentre i vecchi canoni riferiti alle altre annualità successive vanno indicati nel
“quadro E”. Nel caso di contratto di affitto (tipologia di contratto T), indicare l’importo del nuovo corrispettivo pattuito per l’intera durata del contratto
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
mi pare di capire che ciò vale nel caso che sia presente il codice 3 nella casella “Casi particolari",
Può essere come dici tu.
Io non mi esprimo in merito perché l'argomento non mi è chiaro e non ho esperienze pratiche che possano servire da esempio.
 

Aidualc

Membro Attivo
Professionista
casella "importo del canone"; nella registrazione del contratto avevo inserito l'importo totale dei sei anni di durata,come mi pareva dalle istruzioni
A mio avviso questo potrebbe aver influito su quei 67 euro. Sembrerebbe quasi una variazione al contratto originale invece che una riduzione esente imposta.
Però anch'io non ho ancora utilizzato il programma web per le riduzioni, è un'ipotesi che butto lì.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Io ho capito che registrando un Accordo riduzione canone relativo ad un contratto di affitto di terreno (codice T3) sono sempre dovute le imposte di registro e bollo.

L'esenzione riguarda solo i contratti di locazione, come ha precisato @Nemesis nel post n. #4.

Non mi sono mai occupata di affitti di terreni, quindi non ho esperienze in merito.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

fabrizio ha scritto sul profilo di BJMAKER.
Grazie...!!!!!
Quesito:siamo 3 locatori,uno è deceduto che si fa' del contratto?
Alto