• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Gatta

Membro Attivo
In una riunione conviviale con amici di Padova,un bimbo rompeva un vaso di cristallo di un certo valore.

Il bambino è il nipotino della nonna che lo ospitava per un impegno del figlio.

La polizza in essere è quella della RC capofamiglia. Tutti convinti dell'operatività della garanzia. Ma il "guru",come mi hanno scherzosamente chiamato (!!), ha eccepito e si è fatto consegnare il simplo della polizza.

L'art.2) delle Condiz-Gen. (contratti più o meno simili) prevede che "Non sono terzi"..(fra l'altro) i genitori dell'Assicurato" (e, quindi, la povera nonna in questione) che dovrà tenersi cocci e danno!

Ammenochè il figlio, mosso a compassione, non paghi di tasca sua...

Un saluto da Gatta
PS.Preciso che non si tratta certo di un caso di difficile soluzione.
 

Gatta

Membro Attivo
...mi pare giusto. Ma questi poveri nonni chi li guarda? Un illustre personaggio inglese ha addirittura proposto l'eutanasia per chi ha superato i settanta anni! In questa maniera riduciamo il sovraffollamento..! Ok. Gatta
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto