• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

nunzia

Nuovo Iscritto
vorrei sapere se è possibile trasferire un ipoteca da un immobile ad un altro..preciso che il titolare di tale ipoteca non sono io ma una terza persona, poichè io ho necessità di fare un mutuo su tale immobile dove grava l'ipoteca, mi domandavo se la terza persona per liberarmi l'immobile può passare tale ipoteca su un altro immobole...spero essere stata chiara!!!!!
 
A

AlbertoF

Ospite
Cara nunzia ,
ti rispondo solo alla prima domanda perchè,purtroppo, non conosco questo tipo di prestito.
Innanzi tutto devo dirti che è impossibile trasferire una ipoteca già consolidata da un bene ad un'altro.
Premesso che la tua richiesta non mi è molto chiara, però se ho ben capito esiste questa tua situazione: Te hai necessità di chiedere un mutuo su un immobile già gravato da ipoteca. Operazione impossibile perchè è difficile trovare una banca disposta a farsi carico di una ipoteca in secondo grado .,
Poichè esiste una terza persona che è proprietaria di altro immobile che sembra disposta ad aiutarti mettendoti a disposizione questa sua proprietà , la tua richiesta può essere regolarmente accolta ma in questa maniera :
Il mutuo viene richiesto da te (intestataria) con l'intervento della "terza persona" come terzo datore di ipoteca ( in sostanza te richiedi il mutuo mettendo a disposizione il bene intestato alla "terza persona"sul quale verrà poi iscritta ipoteca).
Però devono essere rispettate alcune importanti clausole:
- I'immobile deve avere capienza nel valore di stima rispetto all'importo richiesto(le banche al momento purtroppo applicano uno scarto del 60% circa, esempio valore del bene € 100.000 max concedibile € 60.000),
- Il bene offerto in garanzia deve essere libero da ipoteche;
- Il bene è stato oggetto di donazioni ?
Se ho bene interpetrato come sopra esposto l'operazione è fattibile.
Ciao Alberto
 

nunzia

Nuovo Iscritto
Grazie Alberto per il tempo dedicatomi,mi è chiaro quello mi hai scritto in realtà sono stata poco chiara io nell'esporre il mio problema e ci riprovo .Mio suocero è proprietario degli immobili di cui ti ho parlato, cinque anni fa uno dei due immobili è stato dato in garanzia per far ottenere un mutuo di EURO 42.000,00 regolarmente erogato e con un residuo da pagare di EURO 35.000,OO circa alla figlia.Poichè l'immobile su cui grava tale ipoteca è già stato stabilito verrà donato al fratello,nonchè mio marito,mentre alla figlia sopra citata spetterà il secondo immobile peraltro già da lei abitato e sul quale ai tempi della richiesta del mutuo non risultava possibile accendere una ipoteca, ecco perchè è stato necessario utilizzare l'immobile in questione...Adesso che io e mio marito siamo in un momento di difficoltà volevamo sfruttare l'immobile su cui grava l'ipoteca ,(ancora intestato a mio suocero) per potere accedere ad un mutuo,visto che adesso l'immobile della sorella(intestato sempre a mio suocero) risulta essere idoneo ai fini di ipoteca (ti chiedo ancora scusa per i termini inesatti ma spero comunque chiari),mi chiedevo se COSTEI per liberarci l'immobile potesse trasferire l'ipoteca dall'immobile che di fatto è già di mio marito all'immobile che di fatto è già suo...preciso che non sono stati fatti ancora gli atti.In realtà credo che la tua risposta non cambi :disappunto: in questo caso sono veramente inguaiata!!!!!!!!!!!!!Grazie Alberto
 
A

AlbertoF

Ospite
Cara nunzia ,
non ti preoccupare per i termini usati, ma l'unica cosa che mi dispiace è che,nonostante il dettaglio fatto non ho ancora le idee molto chiare.
Ti faccio una domanda ,alla quale ti prego di rispondermi : esiste un bene immobile,libero da ipoteche,intestato a qualsiasi persona che può essere offerto in garanzia? Il proprietario sarebbe disposto a metterlo a disposizione tua per ottenere um mutuo? Sarebbe interessante sapere anche l'entità del finanziamento che ti occorre, per stabilire anche se il mutuo è l'operazione più conveniente per voi.
Dalla tua esposizione mi sembra di aver capito "tra le righe" che te e tuo marito vorreste accendere un mutuo per motivi di necessità finanziarie. (ripristino liquidità)
Secondo me incontrate due difficoltà:
1) avere una redditività adeguata
2) poichè trattasi di finanziamento non diretto all'acquisto della prima casa ma tendente ad ottenere liquidità (quindi mutuo finanziario) non sarà facile trovare una banca che sia disponibile a questo tipo di intervento.
Però se l'importo necessario è di entità modesta potreste ricorrere ad un "Piccolo Prestito" rimborsabile in 5 anni.Questo prevede la concessione max di € 25.800,rata mensile circa € 440,00, di regola senza ipoteca.
,Come vedi vado molto a caso, perchè per fare una buona diagnosi e dare una buona cura serve la conoscenza di molte
cose. La tua situazione economica/finanziaria, purtroppo, la conosci solo tu.
Resto a tua disposizione per ogni necessità
Alberto
 

nunzia

Nuovo Iscritto
Buon giorno Alberto posso risponderti solo adesso;si in effetti il mio problema è proprio legato a un reddito che attualmente non c'è e ad altri finanziamenti in corso.In merito alla tua domanda sull'immobile ti rispondo che ci sarebbe ma grava già di una ipoteca ecco perchè ti chiedevo se fosse possibile trasferire l'ipoteca da un immobile ad un altro.M i rendo conto che la situazione è un pò complessa e non è facile per me esprimere correttamente tutti i dettagli........Comunque mi rendo conto che l'unica soluzione potrebbe essere quella di riuscire a liberare l'immobile di mio suocero,che comunque verrà donato a mio marito,e su questo chiedere sempre a mio suocero di fare un prestito vitalizio che ci permetterebbe di ottenere quella liquidità di cui abbiamo bisogno!Ah dimenticavo nel frattempo mi sono informata in merito al sudetto 'prestito vitalizio' che certo non è massimo della convenienza ma in rapporto alle mie necessità sarebbe un bel toccasana!!!!!!Non voglio più annoiarti e ti ringrazio per le utili informazioni che mi hai dato ti terrò informato su eventuali sviluppi grazie.
 
U

User_3122

Ospite
nunzia ha scritto:
.............Poichè l'immobile su cui grava tale ipoteca è già stato stabilito verrà donato al fratello,nonchè mio marito.............
Lascio le risposte in materia bancaria ad altri ...... ma, evitate le donazioni, possono causare seri problemi in caso voi vi trovaste successivamente nella condizione di dover vendere vendere l'immobile.
 

nunzia

Nuovo Iscritto
Grazie per la puntualizzazione ero già informata su questo spero infatti di potere 'sfruttare' l'immobile prima della donazione!!!!!!!ciao
 

nunzia

Nuovo Iscritto
Quando un immobile è in regola?Mi spiego meglio,che documentazione devo dimostrare affinchè sull'immobile si possa accendere un ipoteca oppure debba vendere il suddetto immobile?
 
A

AlbertoF

Ospite
Cara nunzia
ho riletto velocemente la tua risposta delle ore 10,26 nella quale affermi "....che comunque verrà donato a mio marito...."
Siccome si parla di eventuali mutui,stai attenta perchè i mutui sono "allergici " alle donazioni. Queste possono creare problemi Mi raccomando informati bene !!
Documentazione tecnica necessaria per richiedere un mutuo :
Se l'immobile è già costruito:
-Atto di provenienza dell'immobile (contratto,copia della denuncia di successione e di eventuali sanatorie ottenute)
-Planimetria catastale dell'unità immobiliare
-Visura catastale
-estratto di mappa
Se l'immobile è in costruzione:
-copia della concessione edilizia
-disegno del progetto vistato dal Comune
Salvo casi particolari,è sufficiente la suddetta documentazione
Ciao
Alberto
 

fravveduto

Nuovo Iscritto
Ritengo veramente che il prestito vitalizio, se concedibile, sia la soluzione più adeguata!
Bisogna tenere presente che coinvolgerà giuridicamente sia tuo suocero che tua suocera (è previsto che entrambi i coniugi siano coinvolti e il mutuo dovrà essere rimborsato obbligatoriamente entro 12 mesi dal decesso dell'ultimo dei due, sebbene sia sempre possibile estinguere anticipatamente ma con penali imposte per legge)!
Agli svantaggi che presenta sotto il profilo emotivo ed economico, si contrappongono i vantaggi legati alla possibilità di ottenere tale forma di finanziamento indipendentemente dai redditi prodotti (il prestito vitalizio è garantito esclusivamente dall'abitazione di coloro che formalmente be' fanno richiesta); non dà luogo ad esborsi periodici on conto rate ( ma sarebbe meglio costituire volontariamente un salvadanio -se possibile- ai fini di in rimborso anticipato) ed è legato alla sopravvivenza del più longevo dei richiedenti; permette di consolidare altri debiti familiari ed anche di sistituire l'ipoteca già gravante sull'immobile. Le varie offerte di prestito vitalizio sono, in buona sostanza, tutte uguali: cambia chi commercializza il prodotto, ma chi ci mette i soldi, per intenderci, è sempre la stessa banca!
Conviene fare delle simulazioni sul sito di Euvis - Finanza per la terza età anche per stabilire se l'immobile, per localizzazione e posizionamento geografico, è accettato in garanzia: in alcuni comuni italiani non è possibile ottenere ipoteca per dinamiche legate alla vendibilità dell'immobile in termini di rapido e congruo realizzo!
Sperando di aver contribuito utilmente alla discussione!
P.S.: trasferire un'ipoteca da un immobile ad un altro, seppur giuridicamente e tecnicamente possibile, è un'impresa titanica (le banche non gradiscono) e fiscalmente onerosa!
Saluti.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Il peggior difetto di chi si crede furbo è quello di pensare che gli altri siano stupidi
Buona sera... Una domanda.. Il confine per delineare una proprietà si prende dal muro di confine o dal paletto della rete?
Alto