1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

copertine

La copertina è la parte esterna di un libro, di una rivista, di un quaderno, di un'agenda o di un disco solitamente formata da carta o cartoncino più spessi dei fogli interni. Poiché si tratta dell'unica parte soggetta a contatto con l'esterno, normalmente la copertina dello stampato viene plastificata per resistere maggiormente nel tempo e non danneggiarsi o scolorirsi.
In gergo tipografico, le 4 pagine della copertina prendono i nomi di prima, seconda, terza e quarta di copertina.
Quest'ultima è detta anche piatto inferiore. Nelle riviste o altre pubblicazioni a cadenza cronologica, viene usata sovente a scopo promozionale. Nei libri, invece, solitamente riporta note sull'opera e sull'autore, nonché il codice ISBN.
Se la copertina è stampata con la stessa carta usata per le pagine interne (come può accadere, ad esempio, nel caso di un opuscolo), e quindi essa è compresa nel conteggio delle pagine del menabò, allora si parla di stampato autocopertinato.
La copertina ha nel campo dell'editoria una funzione fondamentale: ha lo scopo di catturare l'attenzione del potenziale lettore, suscitando curiosità o interesse, e di indirizzarlo a valutare l'acquisto di una determinata pubblicazione. Per questa ragione, nel corso del tempo, sono stati studiati vari stratagemmi comunicativi; la copertina può essere variamente colorata o decorata con disegni, fotografie e figure per rendere più attraente, gradevole o appariscente il tipo di stampato. Il suo impatto estetico inoltre dipende anche dal tipo di rilegatura utilizzata.
È tradizione, nei volumi cartonati, stampare il titolo della pubblicazione tramite incisione in oro (o simile) direttamente sul supporto rigido, privo di stampa, e quindi rivestire la copertina vera e propria con una sovracoperta stampata su carta più leggera.
In certi casi la copertina può anche essere formata o rivestita di cuoio, legno o metalli, anche preziosi. Sono particolarmente pregiate le copertine dei volumi antichi, quali gli incunaboli o i messali.

Leggi di più su Wikipedia.org