• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

dolly 41

Membro Junior
Proprietario Casa
Sono proprietaria di un locale commerciale C/1 di circa 80 mq, in zona semiperiferica della città, ho saputo che, per evitare accertamenti da parte dell'Agenzia delle Entrate, e necessario un canone mensile superiore a un determinato importo, gradire sapere: 1) se ciò corrisponde al vero; 2) se si, come poter determinare tale cifra. Grazie a chiunque possa darmi una spiegazione in merito.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Se ne è parlato in una discussione precedente.
Copio e incollo la risposta di @Nemesis :

(Potresti essere soggetto ad accertamento)
Solamente se il reddito del fabbricato derivante da locazione fosse inferiore all'importo corrispondente al maggiore tra il canone di locazione risultante dai contratto ridotto del 15 per cento e il 10 per cento del valore dell'immobile.
Con "valore dell'immobile" s'intende la rendita catastale, moltiplicata per 1,05 e moltiplicata per 100.


Questa regola riguarda le locazioni abitative; non so se vale anche per quelle commerciali.

La discussione da cui ho tratto la risposta è questa:
(post n. #4 e #6).
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Dalla seconda fonte, leggo e copio testualmente:

"Il valore minimo del canone d’affitto è applicabile agli immobili di tipo abitativo, cioè a tutti quelli inseriti nella categoria catastale A ad eccezione però degli immobili A10 (uffici e studi privati). Nello specifico, il canone minimo di locazione è applicabile per: abitazioni di tipo signorile; abitazioni di tipo civile; abitazioni di tipo economico; abitazioni di tipo popolare; abitazioni di tipo ultrapopolare; abitazioni di tipo rurale; abitazioni in villini; abitazioni in ville; castelli; palazzi di eminenti pregi artistici o storici; abitazioni e alloggi tipici dei luoghi. "

Sono proprietaria di un locale commerciale C/1
Avendo la postante fatto la domanda per un immobile di categoria C/1, non si applica il valore minimo del canone di affitto perché non è un immobile di tipo abitativo.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
al maggiore tra il canone di locazione risultante dai contratto ridotto del 15 per cento e il 10 per cento del valore dell'immobile.
Non ho verificato, ma penso sia una discussione abbastanza datata: la risposta mi pare faccia riferimento alle istruzioni per la compilazione dichiarazione redditi. Oggi il confronto è fatto sul 95% del canone lordo ed il 10% del valore catastale.

E si riferisce alle abitazioni.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Il peggior difetto di chi si crede furbo è quello di pensare che gli altri siano stupidi
Buona sera... Una domanda.. Il confine per delineare una proprietà si prende dal muro di confine o dal paletto della rete?
Alto