1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. rospan

    rospan Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti. Abito in un duplex, di proprietà, in in parco condominiale. Dal g.22 dic.u.s. ho dovuto invocare l'intervento di una ditta di disinfestazione per la presenza di topi, mus musculus, nella taverna, ove c'è la cucina, il salone, il mio studio, la cam.letto di mia figlia ed 1 bagno.
    Il parco confina con una zona di campagna che ha un proprietario ma che è in stato di abbandono, addirittura portano le pecore a pascolare!!

    In passato ho fatto presente all'amministratrice la necessita di una derattizzazione e di una profilassi, essendo gli immobili duplex corredati di giardini privati(ed ognuno provvede al suo)ma essendoci un'area comune condominiale.
    Ora vengo dalla posta, ho inviato una A.R. all'amministratrice per avvisarla dell'accaduto.
    Che altro posso fare? Ho diritto al rimborso pagato alla ditta , che tra poco torna a casa mia,in quanto ieri sera alle 23.00 circa un terzo topo è entrato nelle trappole messe in taverna??

    Grazie
     
  2. Il medico della casa

    Il medico della casa Membro Attivo

  3. rospan

    rospan Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    :applauso:
     
    A Il medico della casa piace questo elemento.
  4. Il medico della casa

    Il medico della casa Membro Attivo

    A parte gli scherzi, l'utilizzo del gatto domestico per il controllo delle popolazioni di roditori, è stata la condizione essenziale per lo sviluppo di importanti civiltà agricole umane, come ad esempio quella degli Egizi, dove il gatto ed il serpente erano considerati delle divinità capaci di salvare i raccolti. Fino a pochi anni fa nelle aree agricole dei nostri territori, era d'obbligo tenere un certo numero di gatti, per evitare che vi fossero infestazioni da topi. Poi è arrivata la chimica, e con essa la convinzione che ciò che ha costruito l'uomo fosse più valido ed efficiente di ciò che ha creato la natura. Il topo è inoltre molto intelligente, e riesce dopo poco tempo a capire ed a evitare i rischi per se stesso e per la sua comunità. Ma per fortuna il gatto è più veloce!
    Saluti
     
  5. rospan

    rospan Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Siamo lontani secoli dai tempi degli Egizi.....il DNA dei gatti è mutato , come il nostro: nelle nuove generazioni di esseri umani, non sono piu presenti i denti del giudizio ad es.per mutamento e adattamento della specie. Cosi,oggi, i gatti non mettono piu in fuga i topi ! Anzi, a casa ho due cagnette, una barboncina ed una yorkshire ed entrambe sono meglio di 10 gatti. Infatti loro mi hanno allertata. Dirò di piu: nella zona dello Yorkshire, questi cani sono adoperati nelle miniere per individuare la presenza di ratti.
    Saluti a te.
     
  6. Il medico della casa

    Il medico della casa Membro Attivo

    Io ne avevo una che prendeva persino i pipistrelli. Quello che ho adesso, benchè col DNA mutato ti farebbe piazza pulita di tutto ciò che si muove fino alla dimensione dei calabroni. Il vero pericolo è che i topi sono in grado di accumulare enormi quantità di sostanze tossiche pur restando vivi, ed il gatto che li cattura spesso rimane avvelenato. Lo yorkshire è un ottimo cacciatore nella situazione che hai descritto, ma attenzione ad evitare che possa mangiare le prede.
    Saluti
     
  7. rospan

    rospan Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    :^^:Si, ma in tutto cio, io invocavo un contributo della community su come muovermi nell'ambito del condominio, oltre ad aver inviato A.R. per ottenere una profilassi nel parco ove risiedo. Invece stiamo avendo uno scambio, benchè simpatico, sugli usi e costumi delle nuove generazioni di amici domestici !!!:^^:
     
    A Alessia Buschi piace questo elemento.
  8. Il medico della casa

    Il medico della casa Membro Attivo

    E' vero, scusa. Quando parlo di gatti mi capita così. :confuso:
    Per il tuo problema, dovresti spedire la raccomandata all'amministratore ed in copia (non per conoscenza, ma per competenza) alla locale ASL settore Salute Pubblica, ed al Comune alla attenzione del Sindaco. All'indirizzo indichi sia l'amministratore che l'ufficio della ASL che quello del Comune, poi nel testo descrivi i fatti, ed infine chiedi che ciascuno per propria competenza si interessi della questione secondo quanto previsto dalla legge. Indicherai che vi è urgenza di intervenire per motivi di salute pubblica e chiedi una risposta in merito. Vedrai che qualcuno si muove.
    Se dopo un mese non ti hanno risposto, stessa lettera in copia al locale Comando Carabinieri, Ministero della Sanità Roma, Ministero della Funzione Pubblica Attività Ispettiva Roma, dove chiederai di valutare eventuali comportamenti omissivi e qualora questi fossero riscontrati, chiedi di procedere secondo la legge.
    A questo punto saranno......gatti loro!:^^:
    Ma spero non ce ne sia bisogno, se hai bisogno mi trovi qui.
    Saluti
     
    A rospan piace questo elemento.
  9. mariadonatella

    mariadonatella Nuovo Iscritto

    Quando si vive in zone periferiche, praticamente in campagna, non c'è derattizzazione che tenga! Nel mio condominio composto da villette con parco e zone esterne incolte, tempo fa alcuni condomini hanno chiesto la derattizazione ma, dopo poco tempo, gli "amici" topi sono ricomparsi. Condivido l'utilizzo di un gatto, che in villa non dovrebbe mai mancare, in alternativa ci sono delle esche per topi che costano pochissimo, basta posizionarle in punti strategici e controllare sempre se sono state "gradite", eliminando prontamente eventuali residui. La procedura ASL, carabinieri ecc. mi sembra ardua e dagli esiti incerti. Ciao
     
  10. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    Salve, scusate se intervengo ...
    approvo appieno quanto scritto da "il medico della casa" sia a proposito di gatti che di cani , sia a proposito di denuncie ad ASL e carabinieri ecc.
    L'unica cosa a mio personale parere stridente nel primo post e'
    non tanto per la situazione di abbandono (che sicuramente e' discutibile e contestabile al proprietario ) piuttosto per l'esternazione dell'"addirittura le pecore a pascolare !!"
    A mio parere nei prati di campagna si portano anche le pecore a pascolare non servono solo per i pic nic di pasquetta (scusate la punta di polemica) , inoltre se vi accedono le pecore significa che non e' in totale stato di abbandono con rovi pluriennali , le pecore brucando regolano il manto erboso e scongiurano la nascita di arbusti e rovi che favorirebbero la formazione di colonie di topi difficili da debellare.
    Scusate ma a mio parere da questa affermazione traspare la volonta' di abitare in campagna senza adattarsi alla nuova realta' mantenendo le abitudini e le concezioni cittadine di conduzione aree verdi a parco confinanti anziche' considerarle Agricole come realmente sono
    Come chi in montagna si lamenta di bisce e vipere e vorrebbe i boschi vicini rasi al suolo, ma non sa che un tempo ogni baita aveva tra gli animali da cortile le galline che le tenevano lontane ;)
    cordiali saluti Marco ;)
     
  11. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    condivido quanto scrive Marco Costa, se non si vuole tenere gatti sono sufficienti i bocconi che si comperano ai consorzi agicoli., dopo un pò i topi spariranno.
     
  12. rospan

    rospan Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ....Non è campagna, e se lo fosse le pecore sarebbero perfettamente inserite nel quadro bucolico, di fronte.....è in costruzione un Policlinico , ovvero Facoltà di medicina e chirurgia...........sigh:-o
    saluti a tutti
    ..
     
  13. Il medico della casa

    Il medico della casa Membro Attivo

    =^..^= i gatti non li batte nessuno
     
    A rospan piace questo elemento.
  14. rospan

    rospan Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ......convinto.....:D
     
  15. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    Scusa ma nel post avevi scritto zona di campagna ....
    cmq quando le periferie soppiantano le zone agricole rimangono degli appezzamenti incolti tra le case , generalmente sono quelle che i costruttori dovrebbero dismettere gratuitamente al comune ... ma che i proprietari aspettano a cedere nella speranza che i piani regolatori cambino e ne consentano l'edificazione ...specialmente in questi tempi di crisi in cui i comuni invece di doversi accollare le future spese che genera la piantumazione e manutenzione di parchi cittadini preferiscono intascare oneri di urbanizzazione

    Anche in quelle aree incolte ci vorrebbero le pecore altrimenti si riempono di rovi e diventano una simil/discarica abusiva con conseguente ricettacolo di topi e blatte

    Questo e' il mio personale parere... ciao Marco ;)
     
  16. rospan

    rospan Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie, Marco, per il tuo interesse,anche se faccio presente le molteplici conseguenze negative dovute alla presenza di pecore pascolanti; non guardare solo quelle positive, che di certo ci sono...ma nel contesto adatto.
    Ciao
     
  17. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    cmq in casi d'emergenza e/o particolarmente duri a risolversi , l'intervento dell'ASL (come dai piu' suggerito) mi pare il piu' indicato
    saluti Marco ;)
     
  18. Il medico della casa

    Il medico della casa Membro Attivo

    Questa è la procedura prevista dalla legge laddove venga ravvisato rischio sanitario per la salute pubblica.
    Non è per niente arduo, dopo il primo invio normalmente vengono adottati i provvedimenti correttivi, ed in ogni caso l'unico onere è l'invio delle raccomandate.
    Forse vado contro la pubblica opinione, secondo la quale "naturale" significa buono, sano, e salutare, e dove l'ambiente viene visto come l'Eden. La natura originaria idealizzata dalle religioni e dalle culture, oggi aggiornata in ottica new-age, dove piante animali e uomini vivono in armonia secondo delle regole di convivenza appunto "naturali".
    Questa visione delle cose, benchè molto diffusa, è fuorviante, falsa e molto pericolosa.
    La natura è invece "cattiva", forse è meglio utilizzare l'espressione "indifferente" del Prof. Richard Dawkins nel suo libro "il gene egoista". Ogni individuo di qualunque specie, si occupa solo ed esclusivamente della sua sopravvivenza e della sua discendenza, e questo comporta sempre come conseguenza la morte di altri individui.
    Le pecore, pur se nel nostro immaginario fanno parte di meravigliosi quadretti dove la natura ci accoglie nella sua benevolenza, sono veicolo di gravi patologie umane, dove cito come esempio l'eccinococcosi o idatidosi. Le punture di zecche, parassiti molto frequenti nei greggi, sono causa di numerosi decessi umani in seguito a reazioni anafilattiche scaturitesi in soggetti predisposti. Per non parlare poi delle pulci, che possono essere trasmesse anche da ospiti intermedi, come topi o cani, e che in passato hanno dato luogo a contagi di rilevante estensione e gravità anche in Italia.
    Purtroppo la convivenza fra specie umana ed altre specie animali, deve tener conto di innumerevoli agenti patogeni, batterici, virali, parassitari e di altra natura, con esiti talvolta mortali per noi e per gli animali coinvolti.
    Ribadisco in maniera chiara e determinata: ASL competente
    Saluti
     
  19. Il medico della casa

    Il medico della casa Membro Attivo

    Attenzione perchè un comportamento di questa natura potrebbe andare incontro a serie conseguenze di carattere giudiziario.
    Le esche per topi, sono a tutti gli effetti un veleno, in quanto vengono studiate e preparate per cagionare la morte. Il loro utilizzo non autorizzato in aree aperte, pubbliche e non segnalate, può essere a tutti gli effetti ricompreso nel reato di "inquinamento ambientale" per sversamento nell'ambiente di sostanze velenose.
    Un eventuale animale domestico di un vicino, che dovesse andare ad ingerire un topo avvelenato da una vostra esca, potrebbe farvi incorrere nel reato di maltrattamento o nel caso peggiore di uccisione senza motivo, per dolo o colpa grave.
    Leggete questa:
    Pratolungo di Gavi, cane femmina Ariel senza vita a causa di bocconi avvelenati. | i cittadini prima di tutto

    Io proverei con i gatti!
    :):):)
     
  20. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    Salve,
    a mio personale parere pare che questo intervento sia un pochino esagerato :) :shock:
    le pecore se le cosnsideriamo cosi'.... saranno davvero solo piu' nel nostro immaginario quando piu' nessun uomo decidera' di fare il pastore, attivita' ingrata e faticosa, non mi pare cosi' pericolosa .... (forse rimuovere amianto lo e' di piu')

    Personalmente non sono un animalista dai fantastici quadretti bucolici o un cittadino che rincitrullisce in appartamento animali da compagnia, nemmeno un veterinario , ma un semplice cittadino che sino all'eta' della maturita' ha vissuto in una campagna che non mi accoglieva con benevolenza ma che aveva un suo ritmo ed ogni cosa aveva una sua motivazione e contropartita, ho vissuto a contatto con contagiosissimi animali da cortile e da stalla, senza mai contrarre nessuna malattia mortale per me stesso o per gli animali in questione, visti anche i livelli di educazione sanitaria personale e degli animali mediamente riscontrabile in Italia ...poi le eccezzioni scandalose ci sono ovunque ed in qualsiasi categoria/paese/situazione

    leggendo l'intervento viene dapensare "vietato avvicinarsi agli animali - altissimo pericolo di morte"
    forse alto quanto bere un bicchiere d'acqua ad una fontana di montagna .... meglio morire di sete

    saluti Marco
    PS: io gli animali:
    li rispetto, li accudisco, li coccolo, li curo li pulisco, li nutro, li lascio vivere nel loro habitat senza rincitrullirli e fruisco dei loro servigi, ma non li "amo" ... questo e' il mio pensiero personale ;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina