• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
sono d'accordo
Concordo con te, e aggiungo che il locatore dovrebbe essere libero di scegliere come vuole procedere.
Se vuole l'assistenza totale, è corretto che l'Associazione gli chieda di fare la tessera e pagare il servizio.
Se invece si presenta con il contratto già redatto, è giusto che l'Associazione lo controlli e rilasci la bollinatura ad un costo inferiore.
 

mega

Membro Attivo
Proprietario Casa
Comunque ho preso appuntamento con UNIONE INQUILINI...mi sembrano i piu' preparati e i piu' onesti…..vi faro' sapere com'è andata dopo che avro' l'attestazione. In ogni caso, pur essendo d'accordo che un sindacato controlli il contratto a causa dei numerosi disonesti che negli anni hanno registrato concordati che non lo erano secondo gli accordi, io sono davvero stanca di sciacalli che si approfittano dei proprietari onesti come me!!!! gia' su questa casa, per rimetterla in sesto prima della consegna dovro' spenderci almeno 700/800 euro...poi tasse di registrazione, tasse annuali, IMU, riparazioni varie, lavori straordinari condominiali, tessera UNIONE INQUILINI che non avendola in previsione paghero' io, mi dite quanto resta al netto????? e poi devi sempre sperare che ti paghino altrimenti hai chiuso!!!!! io ho ereditato da mia madre questa casa che voleva destinarla a mia figlia; sto tentando in ogni modo di conservargliela ma se ci si mettono pure UPPI, SUNIA ecc.… a volerci spennare invece di tutelarci non ci sto!!!!! e questo sarebbe un sistema per combattere gli affitti in nero???? io ho troppa paura di essere beccata dall'Agenzia delle Entrate o di essere ricattata dall'inquilino, quindi faccio sempre tutto nel massimo della regola anche perche' ho molto da perdere.. ma sapete che vi dico?? bravo chi ha "pelo sullo stomaco" e affitta al nero….tutta tara e 0 problemi!!!!
 

mega

Membro Attivo
Proprietario Casa
sono disgustata!!!!!!! e spero tanto che tra gli utenti ci siano i rappresentanti delle associazioni citate affinche' si rendano conto che non abbiamo l'orecchino al naso e che la smettano di approfittarsi e girarsi le leggi solo a loro favore...
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
tessera UNIONE INQUILINI che non avendola in previsione paghero' io
Forse non devi tesserarti all'Unione Inquilini per avere la bollinatura.
Come ho scritto nel mio post n. #7, un utente di questo Forum ha ottenuto l'attestazione di un contratto concordato rivolgendosi all'Unione Inquilini.
Non ha dovuto tesserarsi; ha pagato solo 15 euro per il servizio (che mi sembra un prezzo ragionevole).
 

marinoernesto

Membro Attivo
Proprietario Casa
Leggendo i vari interventi e con l'esperienza avuta all'inizio di questo 2019, sono arrivato alla conclusione che lo stabilire se erogare il servizio di bollinatura solo ai soci/affiliati o anche ad altri sia a discrezione del rappresentante dell'associazione in loco.
 

gattaccia

Membro Attivo
Proprietario Casa
da noi le associazioni dividono il costo tra proprietario e inquilino, o metà a testa oppure un po' di più al proprietario

comunque concordo sul ritenere il tutto l'ennesima complicazione costosa arrivata tra capo e collo, probabilmente poichè nessuna delle associazioni di proprietari immobiliari è abbastanza forte da pesare in modo significativo sui vari governi etc.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
lo stabilire se erogare il servizio di bollinatura solo ai soci/affiliati o anche ad altri sia a discrezione del rappresentante dell'associazione in loco.
Può essere come dici tu, ma mi pare non corretto dal punto di vista giuridico perché:

1) la bollinatura dei contratti concordati è obbligatoria per legge, e la legge stabilisce che debba essere rilasciata da una Organizzazione/Sindacato dei proprietari o degli inquilini;
2) esiste una legge che obbliga un privato cittadino ad associarsi ad una di quelle Organizzazioni/Sindacati per ottenere un servizio imposto da un'altra legge?!? Direi proprio di no!

Quindi la legge di cui al punto 1) dovrebbe spiegare a chi si deve rivolgere un locatore per ottenere la bollinatura senza associarsi da nessuna parte!
 

mega

Membro Attivo
Proprietario Casa
Loro mi hanno detto che la tessera costa 50 compresa bollinatura... Tt sommato mi pare onesto... Il mio inquilino si ritrovera" la tessera gratis e se avrà problemi con me chiederà cinsigli😆
 

gattaccia

Membro Attivo
Proprietario Casa
@uva, ho scoperto il motivo della doppia bollinatura richiesta dal mio Comune, è scritto nel regolamento:
Il godimento delle agevolazioni è subordinato a: • acquisizione da parte del proprietario dell'attestazione di conformità del contenuto economico e normativo del contratto alle disposizioni della legge 431/98 e dell'accordo territoriale decentrato; tale attestazione è richiesta solamente per i contratti stipulati successivamente alla data del 3 aprile 2018 e deve essere rilasciata congiuntamente da almeno due associazioni firmatarie dell'Accordo.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
doppia bollinatura richiesta dal mio Comune, è scritto nel regolamento:
Il D.M. 16/01/2017 prevede, per i contratti concordati non assistiti (non stipulati con l'intervento dei Sindacati) l'attestazione da parte di "almeno una" Organizzazione dei proprietari / inquilini.
Il tuo Comune ha stabilito "almeno due": evidentemente ogni ente locale decide a suo piacimento!
 

AlexIron

Membro Attivo
Proprietario Casa
Buongiorno a tutti,
anche se sono passati alcuni mesi dal vostro ultimo post, voglio mettere in argomento un altro quesito che ultimamente mi pongo.
Premetto che sono già al terzo contratto a canone concordato, mi faccio il contratto da solo e poi mi faccio certificare il canone concordato da una delle Associazioni che hanno firmato gli accordi territoriali. Ho pagato le prime due volte 75,00 euro e la terza 62,00 (in due provincie diverse del Friuli). Ora il mio quesito è, considerato che la certificazione della rispondenza del canone di locazione al canone concordato viene rilasciata sulla tipologia dell'immobile (zona cittadina, consistenza dei locali, accessori ecc. ecc.) e non entrano in gioco le caratteristiche del locatore e affittuario, se il canone e l'immobile sono sempre gli stessi, devo ogni volta (per ogni contratto) farmi certificare il canone? Penso di essere stato chiaro ma eventualmente posso integrare in base alle eventuali domande.
attendo i vostri pareri.
Alessandro
 

tovrm

Membro Senior
Proprietario Casa
A Roma la certificazione è legata al contratto e vengono chiesti i dati degli affittuari. A PN non saprei, ma direi che per ogni contratto è necessaria un'autonoma attestazione.
 

AlexIron

Membro Attivo
Proprietario Casa
Intanto grazie per aver partecipato alla mia domanda.
Mi chiedo perchè ? O da dove si evince che va sempre nuovamente certificato il canone.
Il mio ragionamento è quello di vedere la certificazione del canone un pò come l'APE (attestazione prestazione energetica) che viene fatta per l'immobile e dura 10 anni.
Perchè se l'appartamento e il canone sono gli stessi, ma cambia solo l'inquilino, devo farmi fare una nuova attestazione? il calcolo considera solo le caratteristiche dell'appartamento e non altro (vedi format allegato alla circolare ministeriale)! Per cui la logica vorrebbe che una volta avuta una prima certificazione questa valga per tutti gli altri contratti a seguire, fermo il fatto che rimangano inalterate caratteristiche dell'immobile e canone di locazione.
Certamente sì.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Mi chiedo perchè ?
Perché così richiede la normativa.
Che prevede una attestazione, da eseguirsi, sulla base degli elementi oggettivi dichiarati dalle parti contrattuali a cura e con assunzione di responsabilità, da parte di almeno una organizzazione firmataria dell'accordo, della rispondenza del contenuto economico e normativo del contratto all'accordo stesso, anche con riguardo alle agevolazioni fiscali.
E la normativa stessa non prevede che una volta attestato che un contratto sia rispondente all'accordo territoriale, l'attestazione valga anche per i successivi contratti stipulati alle medesime condizioni.
 

AlexIron

Membro Attivo
Proprietario Casa
Grazie Nemesis,
penso che, anche se non condivido (non mi riferisco alla tua interpretazione), continuerò anche io a farmi fare l'attestazione e a pagare il balzello.
Resto dell'idea che la legge non sia molto chiara, forse volutamente, solo per far arrivare fondi a chi di dovere, per un qualche cosa (l'attestazione) che ha le stesse caratteristiche dell'APE.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
E se un locatore si facesse rilasciare un attestato che specifica gli opportuni conteggi per il canone? Da allegarsi volta per volta?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

A quando ****o attivano l'account
che le domande non devono essere pubblicate in questo box ma in discussioni che possono essere viste dagli utenti attivi. Grazie.
Alto