1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. trilly33

    trilly33 Nuovo Iscritto

    Salve,
    espongo velocemente la mia domanda,premettendo che sono totalmente ignorante in materia:occhi_al_cielo:
    Io e i miei 4 fratelli abbiamo ereditato una casa alla morte di una zia.
    dopo quasi un anno la stiamo vendendo,ma io devo partire per lavoro(negli alberghi,quindi stagionale) ed avrò qualche problemino a riscendere visto che io stò a messina e vado a lavorare a torino.
    E possibile fare una delega a uno dei miei fratelli anche loro ereditari?
    dobbiamo fare l'atto di secessione e in seguito di vendita,il tutto nell'arco di quei 2 mesi che io starò via,non voglio rinunciare al lavoro,ma non posso nemmeno fare avanti e indietro troppe volte...
     
  2. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Potresti fare una procura notarile vad uno dei tuoi fratelli, con questa sarebbe autorizzato ad intervenire anche in atti ufficiali, mentre una semplice delega non sarebbe sufficiente.
     
    A Ennio Alessandro Rossi e trilly33 piace questo messaggio.
  3. trilly33

    trilly33 Nuovo Iscritto

    immagino sia comunque un qualcosa a pagamento,ormai parto fra pochi giorni,vado dal notaio a fare questa proposta allora,sempre meglio di fare viaggi continui....grazie mille per avermi risposto.:D
     
  4. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    D'accordo:è sufficiente una procura notarile ad hoc(speciale).
    Gatta
     
  5. tommi

    tommi Nuovo Iscritto

    La procura la puoi fare anche con un notaio di Torino ma, come dice 'gatta' dev'essere ad hoc nel senso che in tale procura devi far indicare i dati precisi dell'immobile da vendere ed i dati precisi del procuratore. Sarebbe meglio e preferibile portare con sè copie dei documenti.
    Per la Successione è sufficiente che la firmi uno degli eredi.
     
  6. Carlo27

    Carlo27 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Anche con le successive leggi a questa vecchia discussione, se uno dei proprietari non può recarsi all'atto notarile di vendita, deve necessariamente fare prima una delega a vendere da un notaio? Non è sufficiente portare al rogito una dichiarazione del proprietario assente, più i suoi documenti e il codice fiscale?
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No.
     
  8. Carlo27

    Carlo27 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Quindi, se ho ben capito, la procura si fa solo dopo il compromesso di vendita, in quanto bisogna indicare gli acquirenti e la cifra. Magari deve partire da un documento che farà il notaio che farà il rogito. Non può essere fatta genericamente riferendosi solo ai dati dell'immobile.
     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No. Il procuratore speciale potrebbe ricevere con la procura ogni più ampia facoltà, comprese quelle di vendere a chi crederà, di convenire le condizioni e il prezzo di vendita e anche quella di stipulare il preliminare di compravendita.
     
  10. Carlo27

    Carlo27 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Da quanto ho capito, chi ha la procura a vendere, ha quindi il diritto di firmare da solo (senza quella dei cointestatari) sia il compromesso che il rogito.
    Può anche incassare gli assegni (sia al compromesso che al rogito) con l'intero importo intestato a lui solo?
     
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Avevo già precisato che il procuratore può ricevere ogni più ampia e necessaria facoltà. Dunque potrebbe convenire il prezzo e le condizioni della vendita, riscuotere il prezzo e dichiararlo già riscosso rilasciandone quietanza, o concedere dilazioni di pagamento; rinunciare all'ipoteca legale, trasferire il possesso e il godimento del bene venduto, identificare catastalmente, con confini, provenienza e consistenza, ed eventualmente meglio precisare l'oggetto della vendita, anche in rettifica di quanto innanzi riportato, dichiarare la libertà degli immobili compravenduti da pesi, iscrizioni e trascrizioni pregiudizievoli, consentire rettifiche catastali, costituire, modificare o estinguere servitù, consentire alla trascrizione nei Registri Immobiliari, emettere dichiarazioni e produrre documenti in ordine ai disposti della legge n. 47/1985 (legge-quadro in materia di controllo dell'attività urbanistico-edilizia) e successive modificazioni, nonché della legge n. 151/1975 (legge di riforma del diritto di famiglia).
    Il nominato procuratore potrà infine convenire qualsiasi patto sia di natura reale sia obbligatoria dalla vendita originante e in genere fare tutto ciò che si renderà necessario e utile, anche se non espressamente previsto dall'atto di procura, per la stipula della vendita stessa, in modo che al nominato procuratore non si possa opporre difetto o imprecisione di poteri.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina