1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Lupo76

    Lupo76 Membro Junior

    Ciao a tutti.
    E' la prima volta che scrivo in questo forum e spero di trovare qualcuno che possa darmi qualche suggerimento.

    Ho acquistato anni fa una casa nella quale circa 6-7 anni fa è stato realizzato il taglio muri, ad oggi però l'umidità continua a risalire fino a far "scoppiare" l'intonaco per i primi 40 cm di altezza.
    E' probabile che l'umidità riesca a risalire proprio dall'intonaco, in quanto la guaina utilizzata durante il taglio muri è interrotta prima dell'intonaco stesso.

    Per spiegarmi meglio ho allegato dei disegni dello stato di fatto e di due mie ipotetiche soluzioni:

    Prima soluzione:
    Rifacimento dell'intonaco (fino ad 1 cm sopra la guaina del taglio muri) con intonaco poroso in grado di far traspirare il muro ed inserimento tra il pavimento di un materiale impermeabile in grado di bloccare l'umidità di risalita; in questo caso che tipo di materiale potrei adottare?


    Seconda soluzione:
    Praticamente uguale alla precedente, ma senza il riempimento con "materiale impermeabile" e quindi semplicemente lasciando un cuscinetto d'aria:

    Secondo voi qual è la soluzione migliore?
    Ce ne sono altre?

    Grazie anticipatamente.
     

    Files Allegati:

  2. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Il cuscinetto d'aria della seconda soluzione non serve perchè il battiscopa non consente la ventilazione. Ma ti chiedo: sei sicura che non sia anche l'intonaco esterno che conduce umidità al di sopra del diaframma ? Il taglio del muro in cosa consiste?
     
  3. Busolegna

    Busolegna Nuovo Iscritto

    Ti consiglio fare una ricerca in internet sul capitolo ELETTROSMOSI. Questa tecnica, si basa sul noto principio secondo cui quando l’acqua si sposta per capillarità crea un campo elettrico: imponendo un campo elettrico al setto poroso umido contrario rispetto a quello presente l’acqua in esso contenuta si sposta verso il polo negativo, ovvero anziché salire come nel tuo caso se ne scende. Secondo me trovi alcune idee che possono risolvere il tuo problema anche con soluzioni fai da te molto efficaci o in alternativa con apparecchiature elettroniche che costano un po' ma non ti inducono in spese di muratura (comunque di entità non significativa), te lo posso assicurare perché ho dei conoscenti che hanno risolto definitivamente lo stesso problema.
     
  4. Lupo76

    Lupo76 Membro Junior


    Avevo pensato, eventualmente, se esiste, di mettere un battiscopa forellato.

    All'esterno, come si vede dal disegno all'esterno c'è il cappotto che ovviamente non aiuta in quanto non fa traspirare il muro.

    Il taglio muri è costituito da una guaina che sembra un foglio di plastica.
     
  5. cristianorossi

    cristianorossi Membro Ordinario

    Professionista
    Una tipica situazione di risalita ("tipica" mica "sempre"), che presenta il problema della mebrana tagliamuro, in questo caso dovrebbe essere in vetroresina (da come hai spiegato), interrotta prima dell'intonaco. Tendenzialmente l'ideale è togliere l'intonaco ammalorato e applicarne uno traspirante e risanante, fare attenzione che la tinta che poi andremo a mettere sia anch'essa traspirante.
    Esiste anche la barriera chimica da applicare in maniera autonoma, satura i pori e l'acqua non può più salire.
    Io eviterei l'elettrosmosi per via dei campi magnetici (è una mia idea), starei su una soluzione fisica.
    L'intonaco attuale, probabilmente, è una malta bastarda cementizia (tipico uso standard dell'edilizia) che trattiene l'umidità fino a sbriciolarsi; se lo togli fino al punto di massima risalita e metti intonaco risanante, l'umidità continuerà ad esserci ma le è permessa la fuoriuscita senza danneggiare la muratura.
    ciao
     
  6. Busolegna

    Busolegna Nuovo Iscritto

    L'elettrosmosi non influisce minimanete sui campi elettrici locali, da misure strumentali effettuate (in tesla) l'emissione di un compressore di un normale frigorifero è superiore di oltre un centinaio di volte da quelle derivanti dall'elettrosmosi, si pratica applicando una tensione tra i due elettrodi di soli 12 Vcc con il positivo in alto ed il negativo a terra e la misura in in tensione che ne deriva tra il muro interessato e la stessa terra è dell'ordine di milliampere quindi campi magnetici praticamente nulli. Fa una prova su una piccola sezione del muro interessato ed in pochi giorni potrai apprezzare qualche primo risultato.
     
  7. Lupo76

    Lupo76 Membro Junior

    Ciao Cristiano,
    tu hai azzeccato in pieno il problema!
    Vorrei evitare la barriera chimica in quanto è già presente il taglio muri....cosa ne pensi?

    Secondo te il rifacimento dell'intonaco con uno traspirante e risanante mantenendolo sopra il taglio muri è sufficiente, oppure è meglio inserire un materiale impermeabile (se si cosa??) come ho indicato nel file "Prima Soluzione Proposta.pdf‎" che ho allegato nel mio primo messaggio?
    Riassumento il dettaglio "Prima Soluzione Proposta.pdf‎" va bene?

    Un altro problema che vedo, ma forse è solo una "mia paura" è che sul lato esterno nello spessore dell'intonaco ho lo stesso problema el'umidità di risalita potrebbe passare di la, attraversare lo spessore del muro e quindi presentarsi sul lato interno.
    Sul lato esterno esterno grazie al cappotto è perfetto e non presenta problemi.
     
  8. cristianorossi

    cristianorossi Membro Ordinario

    Professionista
    Ciao, scusa il mega ritardo ma ho avuto problemi di rete e connessioni enormi.
    La prima soluzione va bene, il cappotto che posa a terra deve essere in polistirene estruso (meglio se rivestito da guaina), la colla di aggrappaggio non deve toccare terra, ed inoltre rivestire con guaina a pennello la parte di muro esterna da terra fino alla guaina tagliamuro (meglio se vai anche sotto al massetto esterno).
    Internamente l'intonaco deumidificante va molto bene e se superi di circa 10 cm il filo guaina vedrai che l'umidità non la togli ma le dai una mano ad uscire senza che si faccia notare, e mi raccomando la tinta MOLTO traspirante.
    Come ho detto prima, l'idea di un filo che mi porti anche solo micro campi magnetici tutt'attorno alla casa non mi piace (e come ho detto è una mia idea) e lo so che gli impianti elettri o i macchinari sono terribili in tal senso, ma opto sempre per soluzioni fisiche e naturali, senza bisogno di elettricità o movimenti di masse. Tutto quà.
    Se hai altre esigenze mandami una mail.
    Ciao

    p.s. x propit.it: malta "bastarda" è un nome tecnico presente in tutti i manuali di edilizia e di uso comune anche nelle schede tecniche e nei capitolati dei lavori, non capisco come mai avete oscurato tale termine.
    Grazie
     
  9. Il Custode Guardiano

    Il Custode Guardiano Custode del Forum Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Ciao Cristiano, hai ragione e abbiamo rimediato levando il termine dalla censura automatica. Grazie per la segnalazione ;)
     
  10. michele Papa

    michele Papa Nuovo Iscritto

    Impresa
    Esiste una malta apposta per l'umidità !! che oltre all'isolamento mediante anche del taglio dei muri e possibile che ho già provato sulle mie pareti di casa.!!!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina