• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

BeppeX88

Membro Attivo
Proprietario Casa
Nel contratto sarà scritto che nel caso lo studente interrompa per qualsiasi motivo il corso, lo stesso sarà tenuto al pagamento della somma residua.
Cosa che il postante si è guardato bene dal dire. Sono tutti così i corsi, ti danno 2 settimane per il recesso, poi devi pagare l'intera somma o la perdi se già pagata
 

BeppeX88

Membro Attivo
Proprietario Casa
Sono corsi di un certo tipo, mi sembra normale che non sia contemplato il recesso dopo i 14 giorni. D'altronde prima di firmare un contratto bisogna valutare bene gli impegni anche economici a cui si va incontro. Non è un corso di taglio e cucito da 50 euro. Saranno corsi a numero chiuso e riservati a chi ha titoli specifici. Farsi fare un certificato medico oltre ad essere inutile, potrebbe rivelarsi controproducente in futuro
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Temo troveranno la scusa che il corso era a nr chiuso e hanno escluso altri: può essere.

A volte circondiamo i figli di troppe aspettative, anche in relazione ai tempi non facili attuali.
Attento alla salute del giovanotto: vi auguro sia solo un momento passeggero.
I soldi vengono e vanno: la salute psichica è molto più fragile. Auguri
 

BeppeX88

Membro Attivo
Proprietario Casa
Temo troveranno la scusa che il corso era a nr chiuso e hanno escluso altri: può essere.

A volte circondiamo i figli di troppe aspettative, anche in relazione ai tempi non facili attuali.
Attento alla salute del giovanotto: vi auguro sia solo un momento passeggero.
I soldi vengono e vanno: la salute psichica è molto più fragile. Auguri
Pretendiamo che i contratti vengano rispettati quando siamo noi la controparte, vogliamo svincolarci col minimo disagio quando siamo noi a non volerli rispettare. Un contratto va rispettato, i soldi vanno comunque pagati
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Pretendiamo che i contratti vengano rispettati quando siamo noi la controparte, vogliamo svincolarci col minimo disagio quando siamo noi a non volerli rispettare. Un contratto va rispettato, i soldi vanno comunque pagati
Nessuno ha sostenuto il contrario: ma nessuno vieta di tentare e trovare un accordo extracontrattuale. Un conto è pretendere, altro chiedere
 

pingo

Membro Attivo
Proprietario Casa
Nel contratto sarà scritto che nel caso lo studente interrompa per qualsiasi motivo il corso, lo stesso sarà tenuto al pagamento della somma residua.
Cosa che il postante si è guardato bene dal dire. Sono tutti così i corsi, ti danno 2 settimane per il recesso, poi devi pagare l'intera somma o la perdi se già pagata
Mi scuso se infatti non l'ho detto, ma pensavo fosse scontato che fosse come dice lei, altrimenti non avrei chiesto consiglio per qualche scappatoia.
 

pingo

Membro Attivo
Proprietario Casa
non è un corso a numero chiuso ?
Si, certo. Per collettivo intendevo che non è da solo, ma ci sono altre venti persone che lo seguono. Nella mia ignoranza pensavo che quindi l'azienda non perde nulla e deve comunque fare le lezioni. Ma mi pare di aver capito che questi sono evidentemente tutelati dal contratto firmato.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto