• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

also

Membro Attivo
Proprietario Casa
Buonasera, ho un appartamento affittato a due ragazze lavoratrici con contratto 3+2 a canone concordato. Le ragazze mi hanno chiesto una riduzione di 100€ al mese per tre mesi a causa del Coronavirus, sinceramente non penso che siano persone indigenti, e visto che sono stati deliberati dei lavori importanti di ristrutturazione del palazzo non mi sento di andare loro incontro, perché sarò presto io in difficoltà. Veramente sono rimasta stupita dalla richiesta e vorrei un suggerimento da voi sul da farsi. Un grazie
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Purtroppo gli sfratti sono bloccati fino al 30 Giugno 2020, per legge.

Puoi solo scendere a patti concordando una riduzione del canone e registrando all'agenzia delle entrate tale temporanea riduzione.

Ci sono altre discussioni molto simili: vuol dire che l'argomento sta ahimé diventando di moda tra i locatari.

Bisogna che le leggi con calma e trai le conclusioni.




 

also

Membro Attivo
Proprietario Casa
Grazie, leggerò con attenzione.
Posso chiedere alle ragazze una dichiarazione firmata che non percepiscono reddito, come hanno affermato?
Ma la comunicazione all'agenzia delle entrate si può fare anche online?
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Posso chiedere alle ragazze
In casi analoghi al tuo (conduttori che vogliono la riduzione del canone) io chiedo che mi presentino una richiesta scritta e possibilmente motivata.
Poi rispondo, sempre per scritto, dicendo che gli accordo la riduzione.

Non è obbligatorio, ma preferisco vi sia traccia scritta sia in caso di eventuali controlli approfonditi da parte dell'Agenzia delle Entrate, sia per responsabilizzare l'inquilino.

la comunicazione all'agenzia delle entrate si può fare anche online?
L'accordo riduzione canone si registra (senza alcuna spesa per imposta registro e senza bolli) presso l'Ufficio dell'Agenzia dove era stato registrato il contratto, col mod. 69. La pratica si può inviare tramite pec.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
In casi analoghi al tuo (conduttori che vogliono la riduzione del canone) io chiedo che mi presentino una richiesta scritta e possibilmente motivata.
Poi rispondo, sempre per scritto, dicendo che gli accordo la riduzione.
Mi sembra giusto. Così uno, prima di dichiarare il falso, ci pensa bene.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Più traccia scritta di un accordo sottoscritto dalle parti e poi registrato?
Io non accetto richieste verbali dagli inquilini.
Se vogliono chiedermi qualcosa lo facciano per scritto.

La prima volta che ho registrato un accordo riduzione canone recandomi allo sportello dell'Agenzia delle Entrate ho esibito anche la richiesta del conduttore e la mia risposta positiva.
Naturalmente non è né obbligatorio né necessario, e tale documentazione non interessa all'Agenzia. Comunque lo sportellista mi disse che avevo fatto bene ad agire così.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Comunque lo sportellista mi disse che avevo fatto bene ad agire così.
Sì, perché hai tracciato una esigenza che ti è stata esposta dall'inquilino.
Anche perché, in caso di eventuali controlli futuri dell'agenzia delle entrate, hai le cosiddette "pezze di appoggio".

Tra l'altro, se tu non avessi le "pezze di appoggio", l'Agenzia delle Entrate potrebbe anche pensare che hai abbassato il canone e il resto te lo fai pagare in nero!!! Con la richiesta scritta dell'inquilino, escludi automaticamente che l'inquilino vada a dichiarare che la differenza la percepisci in nero!!
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
sinceramente non penso che siano persone indigenti
In sostanza fatti fare una dichiarazione scritta e motivata, altrimenti l'agenzia delle entrate potrebbe pensare ad un accordo unilaterale di abbassamento canone al solo fine di evadere la tassazione incassando il resto sottobanco. Se invece l'inquilino lo chiede in forma scritta, automaticamente non potrà più, in futuro, dire che hai incassato il "delta" in nero.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
in caso di eventuali controlli futuri dell'agenzia delle entrate,
Sicuramente ha ragione @Nemesis : un accordo sottoscritto tra le parti (locatore e conduttore) è sufficiente per l'Agenzia delle Entrate.

Il primo locatario che mi chiese la riduzione canone circa 10 anni fa fu una piccola s.r.l. i cui soci erano persone facoltose (proprietari immobiliari, auto di lusso, vacanze esotiche, ecc).
Ho preteso una richiesta scritta e motivata. La motivazione era la previsione di un calo di fatturato per un contratto importante disdetto dal loro cliente.
Io concessi la riduzione per 6 mesi (la chiesero per un anno) perché altrimenti sarebbero andati via e avrei avuto difficoltà a riaffittare l'immobile.

Alla fine andò tutto bene (pagamenti sempre puntuali) ma preferivo aver traccia di tutto perché mi sembra vergognoso, e forse poco credibile, che persone facoltose chiedano una riduzione dell'affitto anziché finanziare la loro attività imprenditoriale in un momento di crisi temporanea.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Un accordo non può essere "unilaterale". Si registra una scrittura privata bilaterale.
Hai ragione.

Ha ragione pure @possessore quando dice:
Con la richiesta scritta dell'inquilino, escludi automaticamente che l'inquilino vada a dichiarare che la differenza la percepisci in nero!!
Esistono inquilini cattivi e veramente inqualificabili (stavo per scrivere una parolaccia, ma mi astengo).
Se finiscono davanti ad un giudice, ad esempio perché malgrado la riduzione canone accordatagli diventano morosi e il locatore li sfratta, sarebbero capaci di dichiarare il falso come ha ipotizzato @possessore .
Anche senza poterlo dimostrare, quindi senza alcun effetto pratico.

A me anche solo questa ipotesi da fastidio, quindi preferisco che la loro richiesta sia scritta.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Ragionandoci assieme, siamo arrivati alla conclusione che, sebbene la normativa non lo preveda, è bene esortare i locatari a mettere per iscritto sia la loro esigenza di abbassamento del canone di affitto, sia la relativa motivazione.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Ma se hanno sottoscritto l'accordo di riduzione, poi registrato!
No, aspetta, descrivo meglio la dinamica.

Il locatario chiede A VOCE la riduzione.
Il locatore concede la riduzione e vanno assieme a fare la registrazione.
In futuro il locatario potrebbe dire all'Agenzia delle Entrate che la differenza il proprietario se la intasca in nero, e che lui (locatario) è stato indotto dal locatore a fare una FITTIZIA registrazione con abbassamento di canone, mentre di fatto lui (locatario) paga come prima solo che una parte dei soldi non vengono tassati perché trasferiti sottobanco.

Lo scenario corretto è:

Il locatario chiede in forma scritta la riduzione, motivandola.
Il locatore concede la riduzione e vanno assieme a fare la registrazione.
In futuro il locatario non può affermare che il proprietario l'abbia indotto a firmare una registrazione al ribasso per intascarsi in nero la differenza, poiché la richiesta di abbassamento canone era di fatto venuta dal locatario stesso.

Spero di aver fatto chiarezza.

In sintesi, bisogna evitare che il locatario possa dire che è tutto un film che si è inventato il proprietario, inducendo l'affittuario a registrare un fittizio abbassamento di canone, al fine di intascarsi in nero la differenza. L'abbassamento di canone è invece reale, richiesto in forma scritta, accettato, e registrato. Nulla da eccepire neanche da parte dell'Agenzia delle Entrate.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
l locatario potrebbe dire all'Agenzia delle Entrate che la differenza il proprietario se la intasca in nero
Come potrebbe dirlo sull'originario contratto di locazione. Ma, come l'originario contratto, la scrittura di riduzione è sottoscritta da entrambe le parti.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

also

Membro Attivo
Proprietario Casa
Ragionandoci assieme, siamo arrivati alla conclusione che, sebbene la normativa non lo preveda, è bene esortare i locatari a mettere per iscritto sia la loro esigenza di abbassamento del canone di affitto, sia la relativa motivazione.
È anche il mio pensiero
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

Duff68

Nuovo Iscritto
Conduttore
La richiesta in forma scritta dell'inquilino di una riduzione del canone è una forzatura non prevista dalle legge.basta una dichiarazione di entrambi
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

oggi mi stò dando del pirla:rabbia:
Danhgianhacai.com là trang web tổng hợp toàn bộ thông tin các nhà cái uy tín hàng đầu hiện nay. Những chương trình khuyến mãi, thứ hạng nhà cái thay đổi được cập nhật liên tục.
Xem từ thông tin:
Profil: Danhgianhacai - U-Labs Community
danhgianhacai
Alto