• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

1giggi1

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Buongiorno a tutti,

chiedo lumi, ieri mi ha informato il mio avvocato che l'udienza di sfratto ci sarà il prossimo 23 giugno.

Ha ricevuto una pec dall'avvocato della controparte che lo informa che lasceranno l'appartamento senza specificare la data di rilascio, ha allegato un contratto firmato dal nuovo locatore dove anche qui non si riporta la data di inizio locazione.
I "signori" in oggetto sono in "ritardo" sulle indennità di occupazione di 18 mensilità, inoltre devono saldare l'ultima fattura acqua e luce scale e, anche il III bimestre sempre di acqua e luce scale che arriverà e sarà di loro competenza.

Ieri mi hanno informato che tali spese le devo chiedere tramite avvocato e che hanno versato le 18 indennità di occupazione ad un altro comproprietario che non ha piu' rapporti con noi da anni.

Ho avvertito il mio avvocato che mi farà sapere a breve.

Chiedo, è possibile pagare ad un comproprietario senza nessuna comunicazione e/o autorizzazione?

E' dal 2002 che ha sempre pagato ai comproprietari la loro quota e quindi non si capisce questo loro cambiamento se non con una sorta di ripicca verso noi che non abbiamo piu' prorogato il loro contratto.

Al mio avvocato ho chiesto:
  • Occorre che ci comunichino con certezza la data di rilascio per ricevere le chiavi e verificare lo stato dei luoghi:
  • La presenza di te come avvocato al momento del rilascio dell’immobile e del verbale di rilascio ;
  • Il saldo delle mensilità arretrate pari a 18 per un importo di € 1.920,00 circa:
  • Il saldo dei consumi di acqua e quota luce scale (come da fatture e conteggi allegati pari ad € 11,58 + 62,13 = € 73,71 totali) da quanto mi hanno riferito vogliono che tali importi vengano richiesti dall’avvocato (romperanno le scatole che la loro parte è eccessiva senza dimostrare l’errore nei conteggi che comunque non c’è);
  • Presa visione del contatore consumi acqua e rilascio di una cauzione per le fatture di acqua e luce del III bimestre pari almeno ad € 100,00 (da valutare in base ai consumi acqua e per poi restituire la differenza).
Posso inserire ulteriori "elementi" per tutelarmi?

Inoltre, per la vostra esperienza, un pagamento così fatto (altro comproprietario) può essere considerati valido da un giudice?

Grazie
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Inoltre, per la vostra esperienza, un pagamento così fatto (altro comproprietario) può essere considerati valido da un giudice?
Hai firmato anche tu il contratto di locazione, o l'ha firmato solo l'altro comproprietario?

Perché se tu sei comproprietario non locatore, non è che puoi far valere qualche diritto, risulti terza parte estranea al contratto:

 

1giggi1

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Hai firmato anche tu il contratto di locazione, o l'ha firmato solo l'altro comproprietario?
Sono il locatore che ha fatto lo sfratto (gli altri proprietari non si sono opposti).

L'avvocato dell'inquilino ha inviato al mio avvocato una pec con allegato il contratto di affitto della sua nuova abitazione dove non è riportata la data di inizio locazione, dicendo che l'udienza di sfratto non ha piu' ragione di esserci in quanto hanno trovato un nuovo appartamento.

L'appartamento dal quale è stato sfrattato ha più proprietari e i pagamenti per gli ultimi 18 anni erano stati fatti in quota direttamente e mai cumulativamente.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
l'udienza di sfratto non ha piu' ragione di esserci
Secondo me è opportuno che l'udienza davanti al giudice ci sia!

Siccome parli di indennità di occupazione (dovuta quando il conduttore non rilascia l'immobile che continua ad occupare malgrado il contratto sia risolto) suppongo si tratti di uno sfratto per finita locazione.
Perché se si trattasse di uno sfratto per morosità il contratto sarebbe ancora in essere, e verrebbe risolto dal giudice nel caso il conduttore non sani la morosità in udienza.

In udienza il conduttore dovrà fornire al giudice le prove di quanto ha pagato e a chi ha pagato.

Il fatto che l'avvocato della controparte ti abbia mostrato un nuovo contratto di locazione senza indicazione della decorrenza secondo me è irrilevante.
Sia perché un contratto che non stabilisce l'inizio della locazione è ambiguo e forse irregolare; sia perché senza un titolo esecutivo (sfratto convalidato dal giudice) non potresti ottenere il rilascio dell'immobile se gli inquilini non andranno via spontaneamente.
 

1giggi1

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Secondo me è opportuno che l'udienza davanti al giudice ci sia!
Concordo e l'ho già comunicato al mio avvocato che l'udienza non ci sarà solo se è tutto a posto con saldo delle spettanze e verifica dei luoghi. . .

Siccome parli di indennità di occupazione (dovuta quando il conduttore non rilascia l'immobile che continua ad occupare malgrado il contratto sia risolto) suppongo si tratti di uno sfratto per finita locazione.
Si è per finita locazione

In udienza il conduttore dovrà fornire al giudice le prove di quanto ha pagato e a chi ha pagato.
lo spero che si arrivi a questo, ma può essere ammesso un pagamento ad un comproprietario senza accordo preventivo e senza che sia mai successo nei precedenti 18 anni?

Il fatto che l'avvocato della controparte ti abbia mostrato un nuovo contratto di locazione senza indicazione della decorrenza secondo me è irrilevante.
Sia perché un contratto che non stabilisce l'inizio della locazione è ambiguo e forse irregolare; sia perché senza un titolo esecutivo (sfratto convalidato dal giudice) non potresti ottenere il rilascio dell'immobile se gli inquilini non andranno via spontaneamente.
Concordo. Si va dal giudice.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Il fatto che l'avvocato della controparte ti abbia mostrato un nuovo contratto di locazione senza indicazione della decorrenza secondo me è irrilevante.
Non solo: secondo me, oltre ad essere irrilevante giuridicamente, è "fumo negli occhi" per farlo desistere dal portare la questione in udienza davanti al giudice.
Se poi non c'è una data di inizio, pure peggio: se avesse voluto fare le cose fatte bene, ci avrebbe scritto 15 Agosto per "allungare il brodo" ancora di più.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
può essere ammesso un pagamento ad un comproprietario senza accordo preventivo
Occorre leggere attentamente cosa è stato pattuito nel contratto di locazione.
Se il pagamento deve essere obbligatoriamente suddiviso tra i comproprietari in proporzione alla loro quota, oppure se sono ammessi pagamenti unici a favore di un solo comproprietario (che in tal caso deve girare agli altri la quota di loro spettanza).

Non è chiaro se il contratto fu stipulato fin dall'inizio da una pluralità di locatori, oppure se quella pluralità si è manifestata in seguito (ad esempio quando hanno ereditato l'immobile dal proprietario/locatore originario).
In quest'ultimo caso, occorre appurare se è stato firmato un accordo tra il conduttore e tutti i comproprietari/locatori per stabilire il pagamento frazionato a ciascuno di loro.

Se l'avvocato della controparte ti ha detto che le 18 mensilità sono state pagate suppongo sia vero. Sa bene che quando si compare davanti al giudice bisogna esibire le prove dei pagamenti effettuati!
 

1giggi1

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Occorre leggere attentamente cosa è stato pattuito nel contratto di locazione.
Se il pagamento deve essere obbligatoriamente suddiviso tra i comproprietari in proporzione alla loro quota, oppure se sono ammessi pagamenti unici a favore di un solo comproprietario (che in tal caso deve girare agli altri la quota di loro spettanza).

Non è chiaro se il contratto fu stipulato fin dall'inizio da una pluralità di locatori, oppure se quella pluralità si è manifestata in seguito (ad esempio quando hanno ereditato l'immobile dal proprietario/locatore originario).
In quest'ultimo caso, occorre appurare se è stato firmato un accordo tra il conduttore e tutti i comproprietari/locatori per stabilire il pagamento frazionato a ciascuno di loro.

Se l'avvocato della controparte ti ha detto che le 18 mensilità sono state pagate suppongo sia vero. Sa bene che quando si compare davanti al giudice bisogna esibire le prove dei pagamenti effettuati!
Il contratto era stato stipulato da una persona ora defunta, non sono mai stati presi accordi differenti dal "pagamento presso il domicilio del locatore" come riportato nel contratto.

Gli eredi abitano fuori regione e per 2 pagava tramite bonifico e per me quando rientravo mi dava quello che doveva, questo dal
a dicembre 2017, poi almeno per me nessun altro pagamento.

Il fatto che abbiano pagato ad un coerede l'ha detto l'inquilino e non l'avvocato, qualche mese fa diceva che i miei soldi erano sicuri e al sicuro, ora fa storie.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
ad un altro comproprietario che non ha piu' rapporti con noi da anni.
Poichè non avete più rapporti da anni con l'altro comproprietario, in un modo o nell'altro dovrete parlarci. Alla peggio, tramite un legale, se costui (comproprietario) si degna di rispondere in modo civile, ovviamente.
Forse l'inquilino sta facendo il furbo dicendo a Luigi Bianchi, "Ho pagato Mario Rossi!", quando ben sa che da anni Mario Rossi e Luigi Bianchi non si parlano.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Il fatto che abbiano pagato ad un coerede l'ha detto l'inquilino
Mi pare una situazione confusa.
Non puoi far altro che aspettare l'udienza. L'inquilino dovrà dimostrare quanto e a chi ha pagato.

Se ha pagato tutto il dovuto ad un solo comproprietario, penso sia in regola perché non esistono accordi scritti che gli impongono di fare pagamenti separati.
Valuterai tu come recuperare la tua quota dall'altro comproprietario, che forse ora non vuoi o non puoi interpellare per verificare quanto ha detto l'inquilino.

Se invece l'inquilino non ha pagato nulla o solo una parte del dovuto, valuterai l'opportunità di procedere nei suoi confronti con un decreto ingiuntivo (procedura lunga, costosa e dall'esito incerto) e successivi eventuali pignoramenti se non adempirà spontaneamente (e se ritieni vi siano redditi e/o beni aggredibili…)
Oppure potrai tentare un accordo stragiudiziale, concedendogli una rateazione e magari una parziale rimessione del debito.
Il tuo avvocato ti saprà consigliare.
 

1giggi1

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Se ha pagato tutto il dovuto ad un solo comproprietario, penso sia in regola perché non esistono accordi scritti che gli impongono di fare pagamenti separati.
L'accordo scritto è quello nel contratto, pagamento al domicilio del locatore.

Poi negli ultimi 18 anni, quando i locatori sono diventati 3 i pagamenti sono stati sempre in quota ad ognuno per la sua parte, 2 bonifici e un pagamento a mano.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Vi aggiorno,

Ha pagato almeno la sua quota di acqua e luce scale. . . .
Di solito la quota più consistente sono le spese condominiali escluse l'acqua e la luce delle scale. Dovendo restituire 100 Euro, sta cominciando con le monete da 50 centesimi. Ma meglio questo che niente.
 

1giggi1

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Il nostro è un condominio familiare. . .
3 appartamenti di papà, 1 appartamento mio, 2 tra 3 coeredi e 1 di un estraneo ma ha accesso indipendente.
Non ci sono spese condominiali, la pulizia scale è alla buona disponibilità di chi vi abita e generalmente almeno 1 volta al mese vengono fatte.

Le 100 euro erano per avere qualcosa in mano prima dell'arrivo delle bollette del III bimestre, l'importo sarà sicuramente inferiore e dovrò io restituire qualcosa.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

perchè non ricevo più propit.it la mattina da almeno 10 giorni? , cosa è successo al mio collegamento? non so a chi rivolgermi , ho provato a reiscrivermi ma , poichè già lo sono , mi hanno risposto che non è possibile, chiedo al gestore del gruppo di ripristinarmi nei collegamenti che avevo prima con propit.it.
Buongiorno e grazie fin d'ora a chi potrà rispondere.
L'inquilino, sempre quello simpatico,ora prova a creare zizzania anche nei confronti di altri conduttori che finora, educatamente tacciono.Pensavo di convocare tutti in riunione stilando poi un verbale di accettazione delle regole (stavolta scritto nero su bianco e non solo verbale).Sarebbe la prima volta in trent'anni ma c'è pur sempre una prima volta!
Alto