• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Estathe

Membro Attivo
Buonasera, ho un appartamento molto ampio affittato a stanze, ovvero ogni stanza ha il suo singolo contratto di locazione parziale con l’utilizzo delle parti comuni.
A breve avrò due stanze da ricollocare, ma non saprei come tutelarmi per il discorso Covid 19. Esempio: uno di loro si ammala e incolpa me, attribuendo il passaggio del virus a un altro affittuario.

voi cosa fareste per dormire sogni tranquilli?
Grazie
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Inserirei nel contratto un'apposita clausola liberatoria e dichiarativa, un po' come fanno gli amministratori di condominio per le assemblee:

"Vista la situazione di pandemia, si ricorda a tutti i partecipanti all'assemblea che la presenza è a proprio rischio consapevole, l'amministrazione declina ogni responsabilità correlata.
La presenza è dichiarazione di buona salute e di non obbligo di quarantena."

Tu invece - trattandosi non di un'assemblea condominiale ma di una locazione immobiliare - scriverai qualcosa di simile alla seguente:

"Vista la situazione di pandemia, il locatario dichiara che la presenza nell'appartamento è a proprio rischio consapevole, e il proprietario declina ogni responsabilità correlata. L'ingresso nell'appartamento è dichiarazione, da parte del locatario, di buona salute e di non obbligo di quarantena".
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Io penso che non sia necessario per il locatore cautelarsi dal "rischio Covid".

Partendo dal presupposto che in quell'appartamento finora non sia stata accertata dall'ASL la positività al Coronavirus di alcun conduttore, non c'è motivo di ritenere potenzialmente contagioso l'immobile.
Quindi il proprietario può riaffittare le stanze senza cautelarsi dal rischio contagio.
Se un conduttore si ammalerà non vedo come potrebbe fornire la prova "provata" che il contagio è avvenuto nell'appartamento e non altrove!
Ora che siamo nella Fase 3 ci si può contagiare ovunque: all'università, in ufficio, nei negozi, al supermercato, al bar, al ristorante, in un museo, ecc. ecc!

Inserire nel contratto di locazione una clausola come quella ipotizzata da @possessore
"Vista la situazione di pandemia, il locatario dichiara che la presenza nell'appartamento è a proprio rischio consapevole, e il proprietario declina ogni responsabilità correlata. L'ingresso nell'appartamento è dichiarazione, da parte del locatario, di buona salute e di non obbligo di quarantena".
mi sembra superflua e controproducente in quanto ansiogena.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Io non saprei proprio come gestire la cosa, visto che non ho nessuna esperienza di affitti e regole connesse.
Personalmente non so se andrei a vivere in casa con altri, in questo periodo.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, ho una questione da porvi per chi mi può aiutare : nel condominio, l'impianto citofonico è stato sostituito da un cellulare. Tutte le comunicazioni dei portieri arrivano o tramite WhatsApp o per chiamata vocale. A questo punto, bisogna comunque versare indennità per conduzione di citofono o no? Grazie anticipatamente
perchè non ricevo più propit.it la mattina da almeno 10 giorni? , cosa è successo al mio collegamento? non so a chi rivolgermi , ho provato a reiscrivermi ma , poichè già lo sono , mi hanno risposto che non è possibile, chiedo al gestore del gruppo di ripristinarmi nei collegamenti che avevo prima con propit.it.
Alto