1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. domenico1963

    domenico1963 Nuovo Iscritto

    Ho un reddito lordo annuo di euro 30.600 devo affittare un'immobile appena acquistato conviene la cedolare secca? O conviene stipulare un contratto libero? Grazie:idea:
     
  2. gabbia

    gabbia Nuovo Iscritto

    Ci sono pochi dati per poter dare una risposta certa.
    A lume di naso ti conviene perchè l'aliquota sul tuo scaglione di reddito è il 38% mentre la cedolare secca varia dal 21 al 19% (su abitazioni site in città ad alta densità abitativa).
    L'immobile che andrai a locare come è accatastato? La cedolare secca si può applicare solo su immobili uso abitazione.
    La quota di possesso dell'immobile è il 100%?
    Infine bisogna vedere se c'è convenienza considerando: oneri deducibili, detrazioni d'imposta per carichi di famiglia e detrazioni d'imposta (interventi recupero patrimonio edilizio 41% o 36%).
    P.S. Quando fate le domande sappiate che non si conosce la Vs. situazione personale, pertanto cercate di dare più informazioni possibili.
     
    A mariafuga e domenico1963 piace questo messaggio.
  3. Lorenzo Croci

    Lorenzo Croci Nuovo Iscritto

    Attenzione a fare bene i calcoli, perché la cedolare si applica al 100% del canone, mentre l'IRPEF all'80% per i 4+4 e al 55% per i 3+2. Quindi l'aliquota diventa 30,4% e 20,9%. C'è inoltre da considerare che con la cedolare non si può più chiedere l'adeguamento istat (in genere un 2% l'anno). Però si risparmia l'imposta di registro (la metà del 2% del canone annuale). Dalla cedolare non si può dedurre niente...
     
  4. domenico1963

    domenico1963 Nuovo Iscritto

    ti ringrazio per la risposta. Bene l'immobile è composto da due unità abitative la prima a/3 la seconda sempre collegata all'altra è accatastata come C/2. La città è Barletta ad alta densità abitativa, la quota di possesso è al 100% in comunione dei beni con mia moglie. In famiglia siamo in 5 (tre figli fiscalmente a carico + coniuge casalinga). + detrazioni d'imposta da 36% in quando stò provvedendo alla ristrutturazione in quanto abbastanza vecchiotta e ci sono diversi lavori da effettuare per portarla ad un livello sicuro, cioè a norma. Cosa mi puoi dire adesso? Ti ringrazio:soldi:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina