1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. sermon

    sermon Membro Attivo

    Professionista
    Sono affittuario di una casa in cui è installato un impianto fotovoltaico.
    Io non ho alcun beneficio dal su indicato impianto in quanto lo stesso non è intestato a me e l'energia prodotta non viene consumata da nessuno.
    E' a mio carico, invece, l'energia elettrica che serve per il funzionamento del suddetto impianto a cominciare dall'alimetazione dell'inverter.
    La mia domanda è questa: quanto spendo io per alimentare questo inverter?
    Caratteristiche dell'inverter:
    Vdc 550 V
    Vdc mpp 125-400 V
    Odc max 17A
    Vac nom 230V
    fac nom 50/60Hz
    Pac nom 3000W
    Iac nom 13A
    cos fi 1
    Grazie per le Vs risposte.
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Poni una domanda tecnica su un forum che prevalentemente si occupa d''altro.

    La domanda è un "non-sense"...mi vien da pensare che non hai la minima conoscenza in materia.

    Detta in modo "semplice":

    Un inverter serve per trasformare la corrente elettrica da alternata in continua o viceversa.
    In quanto tale non ha un consumo ma semmai una resa.
    Se è collegato all'impianto fotovoltaico provvede a trasformare la corrente continua Dc in alternata Ac da immettere in rete.

    Per amore della precisione vi sono generalmente 2 momenti in un giorno dove un inverter collegato al fotovoltaico ha dei consumi "propri".
    Non sono fra i dati che hai postato...ma generalmente si possono considerare in poche decine di kwh in un anno.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 24 Marzo 2015
  3. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Carina questa! Qualcuno ha fatto installare un impianto fv. , con spese sicuramente non indifferenti per poi lasciarlo inutilizzato e improduttivo e, sia pure di pochissimo, a sua volta energivoro. C' è qualcosa che mi sfugge. ....
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Forse hai male interpretato.
    Non ha scritto initilizzato ma per lui alcun vantaggio in quanto in affitto.
     
  5. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ha scritto: "l' energia prodotta non viene consumata da nessuno " oppure me lo sono inventato?
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Che "nessuno consumi" (probabilmnete riferito agli affittuari) non significa che il proprietario non tragga beneficio immettendo tutto il prodotto nella rete e ricevendo il controvalore dalle autorità preposte.:)
     
  7. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    L'inverter non è un carico, ma un trasformatore di energia, trasforma l'energia da continua in alternata. Pertanto quando lavora ha un consumo che è rapportato al suo rendimento. Se la potenza trasmessa è P e il rendimento r%, il consumo è: P * (1-r%).
    Quanto sopra è una applicazione del principio di conservazione dell'energia o, in altri termini, del primo principio della termodinamica.
    Se non consumata in loco l'energia viene immessa nella rete del fornitore di energia dell'immobile e il cliente del fornitore medesimo viene pagato in proporzione (tot euro/kWh).
    Quanto sopra è una applicazione del principio di conservazione dell'energia o, in altri termini, del primo principio della termodinamica.
     
  8. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    In realtà come spiegato un seppur trascurabile "consumo" esiste.
    Fintanto che i pannelli forniscono energia l' inverter utilizza tale fonte. In 2 momenti della giornata preleva qualche watt dalla rete visto che i pannelli non rendono nulla (notte).
    Tale consumo è riportato nelle caratteristiche....ma ci si paga una colazione.
     
  9. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    Scusa, ma non ho capito questa frase: se abiti, come inquilino, nell'immobile "servito" dall'impianto fotovoltaico, devi per forza usare l'energia da esso prodotta (quando la produce), a meno che l'impianto sia sul tuo tetto ma l'energia venga convogliata altrove.
    Nel primo caso il proprietario ed intestatario del conto energia presso il GSE si prende solo i rimborsi dell'energia che l'impianto immette in rete (che non sono certo cifre elevate; d'altra parte l'installazione dell'impianto è costata...) e tu hai dei vantaggi in bolletta perchè paghi solo l'energia consumata quando l'impianto non produce. Nel secondo caso tu ci rimetti solo il costo di qualche cappuccino nell'anno (il "consumo" dell'inverter..) e paghi regolarmente l'energia consumata al gestore scelto (solo qualora il canone di affitto fosse stato stabilito in misura più elevata per tener conto dell'impianto fotovoltaico esistente e al servizio dell'immobile locato, allora, sempre nel secondo caso, avresti una perdita maggiore).
     
  10. sermon

    sermon Membro Attivo

    Professionista
    Grazie per le Vs risposte.
    Io sono un tecnico ed in passato sono stato, per la mia materia, un membro attivo del forum.
    Non mi sono mai permesso di rivolgermi con queste frasi a chi, non esperto in matera, chiedeva spiegazioni sul forum appunto per essere adeguatamente informato.
    Comunque, la mia domanda "forse sciocca" deriva dal fatto che in altri forum alcuni hanno lamentato un consumo anomalo dell'inverter, cosa che io ho riscontrato personalmente in talune circostanze.
    Vorrei rispondere anche a questa dichiarazione, ricordando salvo errori e/o omissioni, che un ipianto fotovoltaico riceve contributi dallo stato solo se si effettua lo "scambio sul posto" mentre nella fattispece si configura una vera e propria produzione ai fini della vendita, quest'ultima non ammessa al contributo statale.
    Anche in questo sbaglio?
    Grazie
     
  11. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    ...ma allora stiamo parlando di un impianto industriale-commerciale ai soli fini della vendita di energia al GSE e di incasso dei contributi, e non di un impianto domestico...
     
  12. sermon

    sermon Membro Attivo

    Professionista
    L'impianto nasce come scambio sul posto a servizio dell'immobile di proprietà dell'intestatario del contratto GSE. A seguito della concessione in affitto dell'immobile, il proprietario continua a ricevere il contributo dello Stato, ma di fatto non consuma più l'energia prodotta, poichè l'intestatario del contratto di fornitura di energia elettrica è un terzo soggetto. Stando così le cose l'impianto produce energia che viene immessa in rete, ed il delta produzione/consumo è tutto a vantagio della produzione che si trasforma in introito per il medesimo proprietario. Questo sistema, non è più uno scambio sul posto ma una vendita.
     
  13. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    questo dovresti chiarirlo con il locatore, oppure lasciare le bollette a lui intestate, si avra senz'altro un beneficio, per la risposta da Dimaraz, non farci caso è molto impulsivo, entra come un bulldozer esce con una ferrari
     
  14. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Beh...ognuno avrà il suo carattere...ma non rilevo nulla di offensivo nelle frasi che ti ho rivolto.
    L' ignoranza in una materia non è un "peccato mortale"...ma se ti sei risentito chiedo comunque scusa.

    Per la seconda questione, fatti salvi eventuali clausole di cui bisognerebbe leggere il contratto, nulla osta alla vendita dell'energia senza consumo...almeno secondo le disposizioni che conosco.

    Ritiro Dedicato è alternativo a Scambio Sul Posto
     
  15. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    ...vuoi dire che il conduttore dell'immobile ha sottoscritto un contratto individuale per la fornitura di energia elettrica, indipendente dall'impianto? In primo luogo non so se la cosa sia possibile, visto che l'immobile è servito da un contatore di scambio (oppure addirittura è stato installato un contatore apposito per la nuova fornitura e, quindi, lo stesso immobile è servito da due contatori: uno che serve solo a immettere in rete l'energia dell'impianto e l'altro solo a fornire energia all'immobile) e, in secondo luogo, la problematica dell'impianto e dell'energia da esso prodotta non è stata oggetto di accordo in sede di sottoscrizione del contratto di affitto?
     
  16. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Negli stessi forum (specificatamente tecnici sull' argomento) troverai (almeno in certi) che le "lamentele" erano basate su metodi empirici o letture non attinenti.

    Esistono troppe variabili nella sistemazione degli impianti per poter dare risposte senza vedere.
     
  17. sermon

    sermon Membro Attivo

    Professionista
    Grazie a tutti.
     
  18. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    non confondiamo inverter e trasformatore.
    leggere:Come Funziona un Inverter: Schema e Funzionamento
     
  19. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non hanno analogie tra loro? Hanno solo differenze?
     
  20. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Appunto...il sottoscritto mai ha parlato di trasformatore.

    Ma non eri quello che mi invitava a non dare giudizi?

    Accertarsi di avere ragione prima di muover appunti ..specie se in settori di cui non si conosce l' ABC
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina