• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

masagu

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Scusate è corretta la seguente dicitura nel contratto in relazione alla durata:
"Il contratto è stipulato per la durata di anni otto dal 1 gennaio 2021 al 1 gennaio 2029 e alla prima scadenza, ove le parti non concordino sul rinnovo del medesimo e senza che sia necessaria disdetta per finita locazione, il contratto è prorogato di diritto di due anni, fatta salva la facoltà di disdetta da parte della locatrice che...."
o devo specificare dal 1 gennaio 2021 al 1 gennaio 2027 (6+2) e alla prima scadenza etc.?
Grazie a tutti :)
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Se è un contratto concordato 6 + 2 la durata è di anni 6, dal 01/01/2021 al 31/12/2026.

Come già detto in altre discussioni, per quanto riguarda i rinnovi e le disdette bisogna scrivere quanto previsto dal modello ministeriale.
 

masagu

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Se è un contratto concordato 6 + 2 la durata è di anni 6, dal 01/01/2021 al 31/12/2026.

Come già detto in altre discussioni, per quanto riguarda i rinnovi e le disdette bisogna scrivere quanto previsto dal modello ministeriale.
Lasciamo perdere uva pensa che è stato approvato da uppi...grazie mille farò la correzione....
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
è stato approvato da uppi
Non ci posso credere!
Per tutti i contratti, liberi e concordati, è arcinoto che si scrive la durata e decorrenza del primo periodo contrattuale: 4 anni nel contratto 4 + 4, 3 anni nel 3+2, ..., 6 anni in quello 6 + 2.
Inoltre non esiste la tipologia contrattuale 8 + n. Tutto ciò l'Uppi dovrebbe saperlo, e dovrebbe leggere i contratti prima di asseverarli.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Il guaio è che nessuno vieta anche un 8+2=....10
Certo quelli della Uppi potevano segnalare l’equivoco, ma anche chi ha scritto quella formulazione non si è reso conto della conseguenza logica?
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
nessuno vieta anche un 8+2
Mi risulta che le durate contrattuali superiori alla minima di legge (3 anni) sono stabilite dagli Accordi Territoriali.
Se, ad esempio, l'Accordo di quel Comune prevede come durata massima il 6 + 2, non credo che locatore e conduttore di loro iniziativa possano stipulare un 8 + 2.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
In realtà rileggendo l'Accordo del mio Comune (Torino) sta scritto che se le parti concordano una durata superiore a 3 anni le fasce di oscillazione dei canoni possono subire un aumento come indicato in una tabella.
La tabella contiene tutti i valori per le varie tipologie contrattuali, fino al 6 + 2, ma non sta scritto nulla circa durate maggiori.

Non mi è mai successo di vedere contratti concordati 7 + 2, 8 + 2, ecc. e non saprei dire se sono regolari e vengono asseverati ugualmente.
 
Ultima modifica:

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Scusa. Non sapevo che gli accordi territoriali stabilissero un massimo.
Conoscevo solo il max del c.c.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
La tabella contiene tutti i valori per le varie tipologie contrattuali, fino al 6 + 2, ma non sta scritto nulla circa durate maggiori.
Dipende dal singolo accordo.
Per esempio, quello di Milano contiene:
Maggiore durata contrattuale - in caso le parti convengano una durata contrattuale
superiore alla minima triennale i limiti minimi e massimi della sub-fascia di appartenenza del
singolo bene locato sono aumentati nel modo seguente:
- per durata di 4 anni del 3%
- per durata di 5 anni del 5%
- per durata di 6 anni dell’8%
- per durata di un numero superiore ai 6 del 10%
 

masagu

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Non ci posso credere!
Per tutti i contratti, liberi e concordati, è arcinoto che si scrive la durata e decorrenza del primo periodo contrattuale: 4 anni nel contratto 4 + 4, 3 anni nel 3+2, ..., 6 anni in quello 6 + 2.
Inoltre non esiste la tipologia contrattuale 8 + n. Tutto ciò l'Uppi dovrebbe saperlo, e dovrebbe leggere i contratti prima di asseverarli.
:bocca_cucita:
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Dipende dal singolo accordo.
Secondo me non avrebbe senso prevedere un massimo inferiore a quello previsto dal c.c.: una maggior durata è sempre più favorevole all'inquilino: troverei strano imporre un limite superiore salvo si ecceda l'ord. amministrazione. art. 1572.
 

masagu

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Intanto vi ringrazio....un dubbio. In questo momento non mi ricordo se durante la registrazione telematica bisogna indicare l'intero periodo degli 8 anni oppure 6 anni e fare la proroga degli altri due alla scadenza.
Vi allego screenshot.
 

Allegati

masagu

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Come durata (dei 6 anni) io scriverei dal 01/01/2021 al 31/12/2026.
Il 01/01/2027 sarà l'inizio del secondo periodo, quello biennale, in caso di proroga.
ok..ad ogni modo oggi sto avendo problemi con il sito perchè è down. Tra l'altro dovevo fare una risoluzione anticipata ma il sistema mi ha messo come data il 31/12/2021 anzicchè 31/12/2020...spero di poter correggere con la data corretta :triste:
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buonasera, sono nuova di qui, e devo capire come entrare nel Forum
Buongiorno. Dopo aver messo in vendita la casa scopro che esiste una scrittura privata fatta tra mio padre e mio zio (quest'ultimo defunto) per la vendita di due spazi divenuti poi terrazzi i quali sono stati accatastati ma il documento in questione non è stato autenticato quindi c'è il catasto c'è la provenienza ma non la SCIA. Come risolvo?
Alto