• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Ferr

Membro Junior
Proprietario Casa
#1
Buongiorno, un mio balconcino sito penultimo piano di una palazzina, è esposto alle intemperie, non avendo, in pratica, copertura del tetto in quanto il piano soprastante è una mansarda senza balcone. Inoltre con forti venti da sud, la pioggia penetrra spesso dalla portafinestra nonostate le gurnizioni ecc, e comunque, corrode le parti in marmo della soglia.
Dovendo installare una pensilina protettiva, devo richiedere un permesso in comune oitre che al condominio? (la facciata della palazzina da' su una strada pubblica).
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#2
Dipende dalle misure della pensilina ... ma per una portafinestra ai piani alti pensare di proteggere dalle intemperie "violente" la vedo una utopia.

Ps
Mai sentito che il marmo si corroda con la pioggia.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
#3
Dovendo installare una pensilina protettiva
non credere di mettere una tettoietta in plexiglass installandola con una scaletta messa sul balcone. se deve essere un'opera protettiva deve avere un robusta struttura di aggancio solidale al muro perimetrale dell'edificio, inoltre deve essere sufficientemente sporgente, quindi non una tettoietta, in modo da proteggere la porta finestra dalla pioggia di traverso. Se la finestra è alta 2,20 metri deve pensare ad avere sia in senso trasversale che in senso longitudinale un aggetto di pari lunghezza che corrisponde a 45° di inclinazione rispetto all'orizzonte della base della finestra.
 
Ultima modifica:

Anton-ni

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#4
Se può esserti utile...La pensilina è una struttura in aggetto ancorata alla facciata dell'edificio e serve a proteggere le finestre o le porte-finestre dagli agenti atmosferici. Per definizione la pensilina non può poggiare su pilastri (altrimenti diventerebbe una tettoia con conseguente iter autorizzativo).
Generalmente non viene considerata una pertinenza dell'unità immobiliare ma comporta una variazione del prospetto dell'edificio e, quindi, necessita dell’autorizzazione del Comune. E’ importante però considerare i limiti che ogni Comune impone in quanto se la pensilina si estende troppo oltre il prospetto dell’edificio potrebbe essere necessario un altro tipo di autorizzazione.

Ad esempio, in una circolare il Comune di Roma ha stabilito che l’installazione di una pensilina con aggetto inferiore ad 1,2 metri è assimilabile ad un restauro e risanamento conservativo, e quindi necessita della sola SCIA, mentre la realizzazione di una pensilina eccedente quel limite è da assimilare ad un intervento di ristrutturazione edilizia, con necessità del Permesso di Costruire. Bisogna anche tener conto che la pensilina deve rispettare le distanze minime tra costruzioni, stabilite dal Regolamento comunale; quindi è sempre opportuno verificare le norme vigenti sul proprio territorio e/o interpellare un tecnico abilitato.

Le pensiline a protezione di porte e finestre possono essere in vari materiali, come legno, metallo o vetro. Un esempio di pensilina in vetro e acciaio inox è SFERA-N di Faraone.



Inoltre ci sono soluzioni che evitano l’utili
 

Ferr

Membro Junior
Proprietario Casa
#7
Escludiamo la veranda, sia per la zona ( su Aurelia) sia ia per la struttura della casa (è una porzione di poggiolo, aitra metà è altra proprietà, diviso da paratia dii vetro Nelle palazzina sono installate però tende da sole estendibili o a rullo, ma nel ns caso serve a poco e in ogni caso la presenza della grondaia e pluviale lato porta finestra rende molto complicato una soluzione standard. Per questo pensavo ad una pensilina, ben ancorata, di plexiglass adeguato che seppur piccola, ( prof circa 60 cm) proteggerebbe comunque da piogge battenti e con vento avverso. Non credo ci siano altre soluxioni.
Ps i cosiddetti "marmi' della soglia e anche il pavimento della camera sono credo un tipo di travertino e il tempo e pioggie 'acide" eccome le rovinano..
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
#8
mi dispiace ma se vuoi tenere riparata la base della porta finestra del balcone che si presume sia alta 2,20 m l'aggetto della pensilina supponendo una inclinazione di 60° è di almeno 1,40 metri. Con 60 cm di sporgenza ripari meno della metà dell'infisso a partire dalla sommità.
2,20 m h della porta finestra + 0,20 m di distanza tra estradosso infisso e pensilina = 2,40 m
2,40 m x tg 30° = 2,40 x 1/radice quadrata di 3 = 1,3857 m
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#9
Ti ha fatto persino il calcolo.

Ps.
Che il "travertino" si usuri più velocemente di un granito ci può stare ... ma allora varrebbe per altre superfici dell'edificio ben più delicate.
Ne tu ne chi viene dopo gli resiste.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
#10
con 60 cm di aggetto ripari il piede della porta finestra se la pioggia non è inclinata più di 76° dalla verticale.
2,40 x tg 14° = 2,40 x 0,2493 = 0,598 m
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto