• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Remo 1941

Membro Attivo
salve a tutti! .
mia moglie è morta ad inizio anno e ha lasciato un libretto postale intestato solo a lei. dei miei tre figli coeredi, una vive in francia e uno negli usa. quello che sta negli usa ha fatto direttamente dagli usa una procura onnicomprensiva (ad un costo insignificante) che comprende anche la gestione dei depositi postali e bancari ed eventuale vendita immobili compresi nella successione, che è già stata presentata all'agenzia delle entrate.
la banca dove giaceva un conto corrente ha accettata per lo sblocco una semplice delega accompagnata da un documento di riconoscimento del coerede assente.
l'ufficio postale invece richiede una procura notarile (presumibilmente costosa) anche se li ho informati che la banca accetta una semplice delega.
qualcuno ha avuto una esperienza simile e sa se c'è qualche alternativa per evitare la spesa del notaio?
grazie
 

Remo 1941

Membro Attivo
Nei paesi della comunità europea non è più possibile dal 2012 fare procure presso il consolato locale (vedi sito consolato italiano a Parigi) per cui o si fa con un notaio locale con successiva traduzione giurata e aggravio di costi o si fa direttamente in Italia. Volevo piuttosto avere commenti sulle differenti procedure adottate almeno nel mio caso dalla banca che ha accettato una semplice delega e la procedura richiesta dalle poste molto più rigida.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Nei paesi della comunità europea non è più possibile dal 2012 fare procure presso il consolato locale (vedi sito consolato italiano a Parigi) per cui o si fa con un notaio locale con successiva traduzione giurata e aggravio di costi o si fa direttamente in Italia.
Bella miglioria .... da gambero.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Nei paesi della comunità europea non è più possibile dal 2012 fare procure presso il consolato locale
Non in tutti gli Stati appartenenti all'Unione europea. Ma solamente in cinque: Austria, Belgio, Francia, Germania e Lettonia, poiché i notariati presenti in tali Paesi hanno aderito all'Unione Internazionale del Notariato (U.I.N.L.) e hanno proceduto alla dichiarazione di cui all'art. 6 della Convenzione di Bruxelles del 25/05/1987 sull'esenzione dalla legalizzazione di atti negli Stati membri della CEE o stipulato in merito Convenzioni bilaterali con l'Italia.
 

giuseppe fattori

Membro Attivo
Professionista
Tutte le volte che in successione vanno dei libretti postali o buoni postali è un calvario. Le Poste fanno un ostruzionismo pazzesco ( che rasenta l'appropriazione indebita) per scoraggiare la richiesta da parte degli eredi di quanto dovuto ( tanto che fino ad € 100,00, non conviene chiedere nulla e lasciare tutto lì ) . Chiedono qualsiasi certificato in bollo , la Dichiarazione di successione non è sufficiente la fotocopia ma occorre che anch'essa sia bollata ed autenticata dell'A.D.E. , per ritirare occorre presentarsi di persona altrimenti atti notarili per procura , le autodichiarazioni in Posta non valgono nulla e via perseguitando . Anch'io non capisco tanta puntigliosità quando da parte delle banche è tutto più snello e semplice , certo occorrerebbe da parte del ministero competente una parola in merito che faccia giustizia di questa situazione intollerabile.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Ogni volta che cambiamo la testa speriamo che cambi il sistema: pura e semplice illusione. Chissà se una rivoluzione sarà in grado di eliminare le mele marce, i parassiti e la burocrazia?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, io sono cointestatario dell' appartamento in cui vivo, con mia moglie; volendo acquistare un altro appartamento e per usufruire di determinate agevolazioni dovrebbe risultare mia prima casa, pertanto, dovrei lasciare la cointestazione della prima casa. Questa operazione dovrà avvenire tramite atto notarile? ma soprattutto, quanto mi costerà?
ALFONSO LANZARA ha scritto sul profilo di Rosanna Ricci.
Ciao Rosanna ti contatto per l'annuncio del tuo immobile su questo forum. Io rappresento un' agenzia immobiliare. Saresti disponibile a collaborare con noi per la vendita?
Alto