• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

G

Guest

Ospite
Da circa un anno, io ed i miei quattro fratelli, abbiamo ereditato un appartamento da mio padre.
Mi sono recato sull'immobile che era disabitato da circa tre anni, ed abbiamo trovato la cantina di pertinenza dell'appartamento chiusa con un lucchetto. Abbiamo chiesto nel condominio e ci hanno riferito che un inquilino del tel fabbricato l'aveva occupata. Avendo messo in vendita l'appartamento, con la cantinola, abbiamo contattato questa persona e ci ha riferito (falso) che nosro padre gli aveva dato il permesso di poggiare della roba nella cantina e che siccome adesso non stava bene (con la testa) non era in condizione di riconsegnarcela, anzi non ce la voleva dare propeio più.
Sembra un racconto fantascentifico ma purtroppo è la verità. Cosa dobbiamo fare.
Grazie anticipatamente.
Alessiajd11x2
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
Quali eredi legittimi, dopo aver ben verificato l'intestazione catastale a nome di vostro padre e quindi essere sicuri del titolo di proprietà, scrivere alla persona, in qualità di eredi e disdire un comodato gratuito che evidentemente è stato messo in essere da vostro padre. (codice Civile art.1803-1804 obbligazione del comodatario 1809 Restituzione) Quindi nella lettera di restituzione si indicherà un termine e una penale in caso di ritardo dell'osservanza del termine, motivata con i danni da mancata possibilità di vendita dell'immobile. Se non osservasse il termine stabilito bisogna agire tramite avvocato e Ufficiali giudiziari.
Ritengo che il più ruffiano di Voi possa andare con un panettone e le buone maniere e tentare, in primis, un accordo per vie brevi,
buona fortuna
Adriano
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
Ci ho ripensato e avrei un'altra visione del vostro problema, forse un po' più disinvolta:
Accertata la vostra proprietà catastale e valutato sul campo, ciò che vi dico, agirei ribaltando la situazione di diritto, ovvero, romperei il lucchetto, sgombererei la cantina e lascerei a quella persona, l'onere di dimostrare a che titolo occupava la cantina e l'eventuale iniziativa di vantare ragioni o lamentare danni.
La valutazione sul campo è d'obbligo, ma la velocità di esecuzione di questa ipotesi è decisamente a favore vostro.
Senza nessuna responsabilità vi auguro Buona fortuna
Adriano
 

Jrogin

Fondatore
Membro dello Staff
Professionista
Caro Adriano, non credo, ma non ne sono così sicuro, che si possa seguire "legalmente" la via di rompere il lucchetto e riprendere il possesso della cantina.
Spero che qualche legale frequentatore del forum ci dia delle delucidazioni in merito.
Saluti.
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
Sicuramente non lo è ma non si tratta di un reato, quanto uno ristabilire una situazione di legalità contro una persona che se ne è approfittato della morte di un genitore avvenuta almeno 3 anni prima. Nella vita si può anche correggere certe ingiustizie, naturalmente valutando le persone, il contesto, la propria capacità di addossarsi certe responsabilità.
Io qui ho solo proposto due scenari differenti, senza alcuna responsabilità e se vogliamo ribadire di certo il secondo scenario non è esattamente legale.
Salve adrian
 
U

User_3122

Ospite
Immagino che voi sapevate qualcosa di questa situazione anche prima di verificarla, altrimenti la cosa istintiva sarebbe stata, non trovando la chiave del lucchetto, quella di rompere la catena e vuotare la cantina inconsapevoli che quello che trovavate all'interno non era proprietà di vostro padre .....

A questo punto credo sia meglio procedere come vi ha consigliato Adriano Giacomelli in prima battuta!
 

ralf

Nuovo Iscritto
Quesito interessante come pure le risposte.Verrebe da dire che il taglio del lucchetto potrebbe essere la soluzione migliore,ma già abbiamo l'occupante che dice di non esserci con la testa.Allora pur con un certo rammarico bisognerà per il momento cercare prima la soluzione del panettone,poi quella delle raccomandate :disappunto: Oppure...Mario si presenta dall'occupante e dice che pure lui non ci stà con la testa......ma quest'ultima è solo un'ipotesi di .....scuola
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

vittorievic ha scritto sul profilo di gabriella2013.
.
Per una rinuncia di diritto di abitazione è obbligatorio un atto notarile o si può ottenere anche con scrittura privata?
Alto