1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Cari amici,
    Per capire la realtà è necessario riuscire a vederla; oggi purtroppo saper vedere è scomodo!

    Anzitutto bisognerebbe ammettere che i debiti pubblici degli stati occidentali sono inesigibili (...di tutti gli stati, anche di quello degli Stati Uniti).

    Siamo pronti ad ammetterlo? ...non mi sembra.

    Monti ha promesso che proporrà dei sacrifici equi, che serviranno per raggiungere l' equilibrio di bilancio.

    Ciò vuol dire in pratica che, quando faremo i sacrifici (ossia in un modo o nell' altro avremo meno soldi di oggi), Monti userà queste minori entrate nostre affinchè le entrate totali del bilancio pubblico arriveranno a pareggiare le uscite totali del bilancio pubblico.

    A quel punto dovremo immaginare come trovare altri soldi per restituire circa 1.900 miliardi di debito pubblico.
    Leggi tutto l' articolo sul blog:
    Buone parole: Governo Monti: "Vi prometto lacrime e sangue!"

    [video=youtube;k7-auQGuP2g]http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=k7-auQGuP2g#![/media]
     
  2. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Credo siano inesigibili, ma non in assoluto.
    Il fattore temporale deve essere considerato.
    Un mutuo non viene pagato totalmente a richiesta dell' erogante ma con rate prefissate in periodi anche molto lunghi.
    In questa ottica anche il debito pubblico diventa meno inesigibile. :daccordo:
     
  3. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Il concetto "meno inesigibile" è interessante!

    Qual' è il limite di 1900 miliardi di debito che le banche dovrebbero scorporare per dividere tra "inesigibile" e "meno inesigibile?

    Se comincio a saltare delle rate di mutuo di casa mia, ti chiamo e andiamo insieme in banca a spiegargli che in fondo i miei debiti sono soltanto "meno inesigibili".
     
  4. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La componente "fiducia" gioca pure un grande ruolo.
    Se l' appello fatto :
    http://www.propit.it/f63/italiani-compriamoci-debito-15704/#post71760
    riscuotesse consenso e venissero sottoscritti i titoli del debito pubblico italiano, venduti quasi obbligatoriamente da banche francesi e tedesche, lo spread col bund si ridurrebbe moltissimo e la sostenibilità del debito sarebbe accettabile.
    Il Giappone ha un debito pubblico ben maggiore del nostro ma, sottoscritto in massima parte dai giapponesi fiduciosi nella restituzione del prestito effettuato, può permettersi tassi di interesse limitati.
    :daccordo:
     
  5. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Tu continui ad avere la stessa visione, coerente con il sistema in cui viviamo tutti....che si basa su una fiducia illimitata in un futuro indefinito, a cui però il mercato vorrebbe attribuire un prezzo.

    Ma questa visione è sbagliata!

    Dobbiamo cambiare strada ed ammettere che il valore economico non può essere il frutto della trattativa dei mercati, perchè essi ragionano soltanto in prospettiva del profitto.

    Monti ha studiato alla stessa scuola economica che oggi governa il mondo; una scuola a mio giudizio sbagliata che ha prodotto danni, produce danni, e in futuro produrrà danni ancora maggiori.

    Io credo che ci siano altre strade:
    La Community AziendaCondominio • Leggi argomento - Etica dell' amore e del buon vivere
     
  6. nuoviorizzonti

    nuoviorizzonti Membro Attivo

    Professionista
    Scusate l'ignoranza...., a cosa serve un pareggio di bilancio?

    e per quanto tempo si "penserebbe" di poterlo mantenere?

    Grazie
     
  7. lordh

    lordh Nuovo Iscritto

    Mi trovo in completa sintonia con quanto detto sopra da "Antonio Azzareto". Anzi aggiungo che il vero nodo a mio modesto avviso è che con manovre come quella citata di "lacrime e sangue" non si fa altro che cadere sempre più nel baratro. Il mio è un esempio semplice, se una famiglia (lo Stato) spende più di quanto guadagna (tasse) mica può andare dal datore di lavoro (cittadini) a chiedere un aumento per rientrare in pareggio! Ancora il controsenso è evidente dal fatto che lo stato italiano è campione nello sperpero, se mi aumentano l'ICI sulle seconde case (e reintroducono quella sulla prima) dopo aver aumentato le imposte addizionali con la scusa che avevano tolto l'ICI abbiamo solo che a fine anno un cittadino medio pagherà più tasse per diciamo 1.000 euro. Chiediamoci una cosa, quanti di questi mille euro passando per le mani dello stato tornano in servizi e nell'economia reale? Ben pochi dato il cronico sperpero (chiamiamola ruberia) che il politici fanno ad ogni livello. Se poi aggiungi (spero di essere sementino) che lo stato italiano di "auto blu" spende all'anno 4 miliardi di euro e che la reintroduzione dell'ICI (senza rivedere estimi e percentuale di prelievo) vale 3.5 miliardi scusate ma io non posso non urlare: "fateli andare in bici"!!!!!

    Aggiunto dopo 3 minuti ....

    Per "nuovi orizzonti", il pareggio di bilancio è semplicemente dire che tante tasse entrano tanto spendo, oggi l'Italia (ma del resto tutto l'occidente) opera in disavanzo. Ovvero incassa dalle tasse 10 e spende costantemente 12 (da questo nasce il debito). Se non riportiamo in pareggio il tutto come ci auguriamo di rientrare del debito? Ora il problema come dicevo sopra è capire come rientrare nel pareggio, ovvero si può dire bene da domani tagliamo (che ne so sulle auto blu o sulle province o sulla sanità) e spendiamo 9 così da avere un surplus di bilancio senza tassare ancora oppure come si propongono di fare (almeno sino a smentite) tassando di altri 2 il popolo per portare l'entrata a 12 e pareggiare.
     
    A arianna26 piace questo elemento.
  8. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    già. se solo riducessimo ruberie e sprechi di ogni livello...
     
  9. nuoviorizzonti

    nuoviorizzonti Membro Attivo

    Professionista
    grazie della risposta, ma quello che intendevo dire (e nel tuo post si evince chiaramente il pensiero) è... a che cosa serve???;

    il pareggio, ottenuto con enormi sacrifici, implicherebbe solo di NON chiedere ulteriori prestiti, ma NON di risanare il debito, quindi ad una prossima "leggera" (figuriamoci se pesante) flessione dei mercati o dell'economia, si tornerebbe Sotto.
     
  10. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Cari amici,

    per avere un quadro esatto nella situazione mancano dei dati che sono poco conosciuti ai non addetti ai lavori.

    Nel 2012 andranno in scadenza una quantità enorme di titoli pubblici e privati, che è stata emessa a suo tempo per fronteggiare la crisi del 2008.

    L' Italia dovrà rinnovare circa 300 miliardi (in euro) di titoli pubblici in scadenza, ma nello stesso periodo il tesoro USA (...ad esempio), dovrà emettere titoli di stato per quasi 2000 miliardi (in dollari) per finanziare il fabbisogno corrente e ri-finanziare il debito pubblico in scadenza.

    Si tratta di un' oceano di denaro che "deve" essere trovato, e quando c' è un eccesso di richiesta di fondi finanziari, ovviamente il tasso di interesse aumenta.

    Ma il punto non è il tasso di interesse, ma bensì chi ci metterà i soldi?

    Probabilmente saranno le banche centrali di tutto il mondo che si metteranno a stampare soldi per riempire il buco creato dai titoli pubblici mondiali in scadenza.

    Ma in Europa, invece, la banca centrale è ancora convinta di non dover cacciare soldi; per questo le pressioni di Obama si stanno facendo insistenti.

    Noi poveri mortali restiamo in attesa delle decisione dei cosiddetti "grandi", i quali detteranno le proprie regole ai governi che si trovano impotenti a dover subire le imposizioni di un mercato ormai fallito.

    ....non c' è da stare allegri amici miei!
     
  11. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    questo è catastrofismo. Se tutti i depositanti ritirassero i lorodepositi tutte le banche non avrebbero abbastanza liquido da restituire perche,' ad esempio, VI hanno erogato il mutuo.Questo non vuol dire che le banche siano in stato fallimentare. Lo stesso vale per gli stati. Gli eccessi vengono , presto o tardi,puniti ma l importante è non far mancare la liquidità. Se studiate la grande depressione del 1929 vedrete che successe quello che successe perchègli stati e le bnche pretesero il ripaamento, si comportarono rigidamente Pmeglio di no-Poi chiaro non èche con questa ragione si debba dare le chiavi del pollaio alla volpe ma mi sembra che con la formazione Monti Passera è un po quello che abbiamo fatto. Con l occasione vi invito aleggee art 59 della csituzione e drmi seè stato rispettat ultimamente
     
  12. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Gli Stati Uniti rischiano un ulteriore declassamento del merito creditizio se i legislatori non riescono a trovare un accordo su una riduzione della spesa da $1.200 mld. Mariano Rajoy vince le elezioni spagnole con la più grossa maggioranza degli ultimi 30 anni e annuncia l'arrivo di tempi difficili per la nazione. Le prime...
    cinque banche italiane potrebbero avere bisogno di un aumento di capitale complessivo da €6,1 mld in seguito al deterioramento del valore delle obbligazioni governative che possiedono.

    ...vi lascio un video da vedere con estrema attenzione:
    [video=youtube;mzyqZkPllTk]http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=mzyqZkPllTk#![/media]
     
  13. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    E' dalle situazioni di forte crisi che nascono i cambiamenti. chi vuole controllare cerca di provocare queste crisi per poi proporre i propri rimedi.vedasi Argentina, Cile, Messico, ed ora in Europa la Grecia ed ora l'Italia, ma in futuro anche in Francia ed altri paesi perchè gli obiettivi di questa oligarchia sono ben più grandi.
    rischio per l'Italia: sospensione della democrazia e decisioni impopolari con il sostegno di tutte le forze politiche in nome dell'emergenza, sacrifici ai cittadini ma non ai grandipatrimoni dei ricchi, diminuzione del potere della società civile, ulteriore concentrazione anzichè più equa distribuzione delle ricchezze, indebolimento dei lavoratori con attacco alle pensioni ed ai diritti civili, ecc..., solo perchè si deve risparmiare...ma per dare...a chi???
    ma non è forse il momento di scuoterci e di pensare ad altre...soluzioni???
     
  14. nuoviorizzonti

    nuoviorizzonti Membro Attivo

    Professionista
    l'economia globale così come concepita NON può durare, è solo questione di tempo, siamo in un tunnel senza uscita e prima ci rendiamo conto di questo meglio è.... o sarà troppo tardi.

    X ANTONIO. Il video non l'ho visto (volutamente), so già di cosa si tratta solo leggendo il titolo, ma ti posso garantire che è molto difficile far capire alla maggior parte delle persone come funzione realmente il mondo... almeno questa è la mia esperienza.
     
  15. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    A mio giudizio dovresti vedere i video, poichè si tratta di professionisti del settore finanziario che espongono il proprio punto di vista senza peli sulla lingua.

    Ho appena finito di vedere un' altro video estremamente attuale. Il professionista di turno è pacato nell' esposizione, ma ciò che dice è dirompente.

    Oggi più che mai è necessario essere consapevoli della situazione, perchè la realtà è offuscata da situazioni oggettivamente non chiare.

    Vi segnalo il video:
    [video=youtube;uTGtdOgI3Ug]http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=uTGtdOgI3Ug[/media]
     
  16. nuoviorizzonti

    nuoviorizzonti Membro Attivo

    Professionista
     
  17. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    forse perchè la gente non ne può più di questa politica.
    devono cambiare gli italiani e il loro rapporto con la politica.
    ma non bisogna cambiare solo nel pensiero.
     
  18. nuoviorizzonti

    nuoviorizzonti Membro Attivo

    Professionista
    jERRY.... non hai visto i video..... non è di politica che si sta parlando ma di "SISTEMA"
     
  19. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    un dubbio mi attanaglia su questo sistema:
    con questa finanziaria porteremo il bilancio in pareggio nel 2013, e va bene...(si fa per dire).
    ma il debito resta inchiodato a 1900 miliardi di euro.
    e allora com'è la storia: ci fanno sputare tutti questi soldi , ma il debito rimane sempre tale e quale e su questo continuiamo a pagare gli interessi?
    c'è qualcosa che non va..., allora BISOGNA, SEGARE, TAGLIARE, AFFETTARE QUALSIASI DEBITO riducendo le spese e gli sprechi di:
    non elenco niente tanto i 60.626.442 di Italiani (dai, togliamo solo i bambini) conoscono benissimo.
    avrei voluto vedere 18 miliardi di tagli e 12 di tasse ai veri ricchi, non quello che è stato fatto............
    aspetto..............
     
  20. nuoviorizzonti

    nuoviorizzonti Membro Attivo

    Professionista
    Colpitooo!!!

    anche un ragazzino delle medie capirebbe che i numeri non possono tornare... è fantafinanza!!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina