• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Gianco

Membro Storico
Professionista
Un incontro fra le parti potrebbe portare ad analizzare i problemi ed affrontare i costi trovando una soluzione. In alternativa al dialogo, si può organizzare una sanguinosa guerra dal percorso scontato e dall'esito catastrofico per il conduttore, positivo nel risultato della controversia per il locatore, ma devastante nel conto finale per quest'ultimo che dovrebbe accollarsi tutti gli oneri in assenza dell'esborso da parte del soccombente.
 

Fuocogreco

Membro Junior
Proprietario Casa
Un incontro fra le parti potrebbe portare ad analizzare i problemi ed affrontare i costi trovando una soluzione
L'incontro c'e' già ' stato e il conduttore sembrava molto orientato a trovare una soluzione, tant'e' che ha detto che le piacerebbe finire la sua carriera lavorativa con noi. Oggi ho saputo che e' intenzionato a pagare mese per mese fino a quando non rientrera' anche lui dai suoi problemi. Comunque ora che ci penso, anche parlando con mia madre 84 enne ma ancora molto lucida, e' gia' successo in passato una crisi simile e noi le avevamo abbassato " momentaneamente" l'affitto.
 

rita dedè

Membro Attivo
Proprietario Casa
no! Niente pazienza,sfratto, rientra in possesso del tuo immobile! Per poterlo gestire nuovamente in altre direzioni, ripara i vetri della porta prima che ci rimane secco qualcuno! Evitando un problema in più ne hai già abbastanza!
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Un incontro fra le parti
Se leggi il post n. #1 vedi che l'incontro tra le parti è servito ad appurare che l'inquilino non solo non paga l'affitto da un anno, ma non inizia neppure a fare i lavori (di sua competenza) che si è impegnato verbalmente ad eseguire nell'immobile.

La cosa "devastante" dal punto di vista del proprietario è, secondo me, avere il locale occupato da un inquilino moroso di lunga durata e inaffidabile. Inoltre dover pagare le imposte sul reddito da locazione di un anno intero non incassato.
Oltre il danno, anche la beffa!

Oggi ho saputo che e' intenzionato a pagare mese per mese fino a quando non rientrera' anche lui dai suoi problemi.
Quanto alle "intenzioni" di pagare: se non sono supportate da impegni scritti e garanzie, purtroppo lasciano quasi sempre il tempo che trovano...
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
no! Niente pazienza,sfratto, rientra in possesso del tuo immobile! Per poterlo gestire nuovamente in altre direzioni, ripara i vetri della porta prima che ci rimane secco qualcuno! Evitando un problema in più ne hai già abbastanza!
Analizzando il comportamento seguito dal conduttore nella sua lunga storia, mi sento di dissentire da una decisione così drastica. Propendo per una tolleranza, concordata.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Non conoscendo i dettagli della reale situazione mi chiedo come si possa essere drastici nell'una o nell'altra direzione.
La posizione è certamente delicata e vanno seguiti con attenzione tutti i segnali. È inammissibile che da 12 mesi non versi alcun acconto. Diverso se periodicamente si riscontra un tentativo di stabilizzare il debito. Il resto è soggettivo
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
@basty, ecco perché consiglio di confrontarsi e trovare una soluzione che impegni il conduttore e sanare la situazione senza "buttarlo per strada".
 

Fuocogreco

Membro Junior
Proprietario Casa
Non conoscendo i dettagli della reale situazione mi chiedo come si possa essere drastici nell'una o nell'altra direzione.
I dettagli sono che l'inquilino e' vero che e' un'anno che non paga ma ha avuto un sacco di problemi. Ora ha iniziato a pagare il mese di aprile. Quando inizia Maggio subito gli vado a portare il blocchetto degli affitti e gli parlo E GLI DICO COSA E' INTENZIONATO A FARE, SE ASSUMERSI TUTTE LE SUE RESPONSABILITA' O MENO.... PERCHE' LA NOSTRA PAZIENZA E' FINITA.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

rita dedè

Membro Attivo
Proprietario Casa
Avesse il buonsenso di liberare L immobile, e dare la possibilità al proprietario di indirizzare la gestione dell immobile verso nuove possibilità!
Io non dormirei la notte, bloccare L immobile di una persona.......... non cacciare più un centesimo....... e solo tante parole! Questo inquilino, é fallito! E vuole tirare giù nel fondo anche il proprietario dell immobile? Mah!
Io la vedo nera!
Alla fine il proprietario dell immobile dovrà riparare ripulire e rimettere L immobile apposto tutte a spese sue!
Il suo inquilino é bancarotta, L esercizio si é esaurito!
Ma dive lo trovi un altro padrone di casa così generoso! Mi sa che é L unico in tutta Italia!
In mezzo alla strada ci é andato a finire da solo! Già da tempo ormai! Mica ce lo manda il padrone di casa!
 

rita dedè

Membro Attivo
Proprietario Casa
Buongiorno, ho letto del suo problema e della condizione di imbarazzo in cui si trova. Agire o attendere?
Credo che non ci siano opzioni possibili: deve necessariamente attivarsi per le vie giudiziali.
Vedo che è ancora indeciso. E che si pone su una linea di attesa.

Tenga presente, allora, che una procedura di sfratto, mediamente, ha una durata di 6-8 mesi; E che, quindi, il suo inquilino avrà parecchio altro tempo per meditare il da farsi. In conclusione Le toccherà di “attendere” anche se decidesse di attivarsi oggi stesso.

Non dimentichi, inoltre, che attivandosi in giudizio andrà a conseguire un titolo (ordinanza di convalida) che le consentirà (ma non la obbligherà) ad agire per l’esecuzione rilascio. E che, essenzialmente, Lei stesso potrà decidere come modulare i tempi di esecuzione.

Sono titolare di un sito che si occupa esclusivamente di sfratti e di Locazioni: “solosfratti.it”. Operiamo in tutta Italia.
Se crede ci chieda pure, senza alcun impegno e del tutto gratuitamente, un preventivo per la gestione della sua procedura compilando il form che trova sul sito.
In 24 ore potrà conoscere il costo del servizio.
I migliori saluti e auguri
Non venire qui ad illudere la gente, quelli come voi, possono aiutare ben poco........ quando le cose iniziano ad andare in discesa ....... vanno in discesa, e il vostro aiuto ve lo fate pagare profumatamente! Mica lavorate a gratis!
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Avesse il buonsenso di liberare L immobile, e dare la possibilità al proprietario di indirizzare la gestione dell immobile verso nuove possibilità!
Concordo con te @rita dedè
L'inquilino dovrebbe accordarsi col proprietario per risolvere consensualmente il contratto di locazione. E liberare il locale il più presto possibile.
Solo dopo che ha rilasciato l'immobile ha senso concedergli una rateazione (eventualmente con parziale rimessione del debito) sperando che sia onesto e paghi almeno una parte della morosità accumulata nell'ultimo anno.
 

rita dedè

Membro Attivo
Proprietario Casa
Certo...... liberare una officina......... ha anche i suoi costi! Costi che L inquilino non può o non vuole sostenere......... e quindi rimane lì!
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Tutti quelli che suggeriscono di PAZIENTARE ANCORA, non sono proprietari del locale occupato.

Vorrei vedere se fossero proprietari, come ragionerebbero! Precisando che è un anno che la proprietà non vede 1 euro!
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
è un anno che la proprietà non vede 1 euro!
Non vede 1 euro del debito accumulato fino a marzo.
Dal post n. # 48 risulta che l'inquilino ha "iniziato a pagare" l'affitto di aprile. Se è così, è un segno di buona volontà; ma secondo me non sufficiente per fidarsi delle sue reali intenzioni e possibilità di pagare le prossime mensilità e almeno in parte la morosità pregressa!
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
A livello condominiale, quando si paga qualcosa, l'amministratore fa riferimento alla rata più antica.

Così deve valere per le locazioni.

Il locatario gli ha pagato un mese di un anno fa, tutto il resto è da pagare.

Secondo me il locatario sta solo facendo il furbo allungando un po' il brodo, esattamente come sta facendo il furbo da me un condomino con 7000 euro di morosità pregressa: paga 2000 euro l'anno forfettari per tenere buono l'amministratore, ma i 7000 euro di morosità pregressa restano (tutti ovviamente stanno a guardare).

Questo perché lo sfratto per morosità è più difficile se il locatario dà segnali di voler appianare il debito pregresso, come appunto sta facendo.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
A livello condominiale, quando si paga qualcosa, l'amministratore fa riferimento alla rata più antica.
Così deve valere per le locazioni.
Mi sembra logico sia come dici tu.
Però ho anche letto che il debitore può dichiarare a quale debito imputare il suo pagamento (art. 1193 Cod.Civ.)

Anni fa mi capitò un inquilino che saltava il pagamento dell'affitto per un mese, poi pagava il mese in corso dicendo che per la mensilità precedente avrebbe provveduto più avanti. Tipo a fine anno, quando riceveva la tredicesima dal datore di lavoro.
Mi ero consigliata con un avvocato, e trattenevo la somma rilasciandogli quietanza per il mese più vecchio, come previsto dall'art. 1195 Cod. Civ.
Alla fine gli prospettai lo sfratto per morosità e lui andò via di sua iniziativa, lasciando un debito di quattro mensilità che solo in parte venne compensato col deposito cauzionale.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
@Gianco , questo inquilino ha già ricevuto un anno di tolleranza.......... di quanta tolleranza ha ancora bisogno?
Mah! Boh!
Alcuni anni fa un amico aveva affittato un locale commerciale ad un buon prezzo. Per un anno circa le cose sono andate regolarmente: l'inquilino pagava con puntualità. Poi ha cominciato a zoppicare ed ha cominciato a tardare, lamentando un calo nell'attività. Intenzionato a sfrattarlo, me ne ha parlato e gli ho proposto di concordare una riduzione dell'affitto per un anno per poi riesaminare la situazione e decidere conseguentemente. E' stato convinto dal fatto che una volta liberato non avrebbe avuto la certezza di affittarlo immediatamente, quindi con un evidente danno. Convinto, ha raggiunto l'accordo e tutto è filato per il verso giusto. Superato il momento critico, tutto è tornato nella normalità.
 

Fuocogreco

Membro Junior
Proprietario Casa
Intenzionato a sfrattarlo, me ne ha parlato e gli ho proposto di concordare una riduzione dell'affitto per un anno per poi riesaminare la situazione e decidere conseguentemente. E' stato convinto dal fatto che una volta liberato non avrebbe avuto la certezza di affittarlo immediatamente, quindi con un evidente danno
E' quello che abbiamo paura anche noi, che poi lo buttiamo fuori e per parecchio tempo non riusciamo a trovare un'altro affituario. Mio zio alcuni anni fa con gli avvocati per mandare via un' inquilino ci sono voluti oltre tre anni ed ha perso una bella somma. Purtroppo in questi periodi bisogna prendere decisioni caute e non affrettate. Comunque adesso vedo come si comporta a Maggio. Se a Maggio mi paga e mi fa vedere buona volonta' anche per le rate pregresse ok se no, d'accordo con la famiglia inizieremo a sentire degli avvocati.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, io sono cointestatario dell' appartamento in cui vivo, con mia moglie; volendo acquistare un altro appartamento e per usufruire di determinate agevolazioni dovrebbe risultare mia prima casa, pertanto, dovrei lasciare la cointestazione della prima casa. Questa operazione dovrà avvenire tramite atto notarile? ma soprattutto, quanto mi costerà?
ALFONSO LANZARA ha scritto sul profilo di Rosanna Ricci.
Ciao Rosanna ti contatto per l'annuncio del tuo immobile su questo forum. Io rappresento un' agenzia immobiliare. Saresti disponibile a collaborare con noi per la vendita?
Alto