• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ralf

Nuovo Iscritto
Salve.L'amministratore di uno stabile dove sono proprietario di un appartamento da due anni non porta in assemblea i conti ufficiali del condominio,solamente appunti che ci spiega.Quali prassi dobbiamo adottare noi condomini per riportare tutto alla regolarità?Grazie
 

Manuela Fragale

Nuovo Iscritto
Salve.
L’amministratore dura in carica un anno e può essere revocato in ogni tempo dall’assemblea oppure dall’autorità giudiziaria su ricorso di ciascun condomino se per due anni non ha reso il conto della sua gestione o se vi sono fondati sospetti di gravi irregolarità (art. 1129 Cod.civ.). Le deliberazioni che concernono la revoca dell’amministratore devono essere approvate con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell’edificio (art. 1136 Cod. civ.). Si sottolinea, inoltre, che gli appunti non hanno valore alcuno e che i documenti contabili devono poter essere visionati dai condomini: la sentenza della Cassazione n. 15159/2001 riconosce la facoltà di ciascun condomino di chiedere e ottenere dall'amministratore l'esibizione dei documenti contabili non soltanto in sede di rendiconto annuale e di approvazione del bilancio da parte dell'assemblea, ma anche in qualsiasi altro momento. La Cassazione sottolinea, inoltre, che il condomino che richiede di visionare i (o estrarre copia dei) documenti non è obbligato a indicare la ragione della richiesta e che gli unici limiti all'esercizio di tale facoltà sono che la richiesta non comporti un intralcio per l'attività di gestione condominiale e non violi i principi di correttezza. Infine, la Cassazione afferma che il condomino che richiede di visionare i documenti è tenuto a rimborsare i relativi costi.
 

ralf

Nuovo Iscritto
Complimenti e grazie a Manuela Fragale per l'importante "sostegno" a Propit e le precise e puntuali risposte agli utenti :daccordo:
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto