• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

francescagiò

Nuovo Iscritto
Buongiorno, sto acquistando un immobile che al momento del rogito fissato per marzo '10 non sarà libero da ipoteche in quanto l'estinzione del mutuo (da parte del venditore) verrà fatta con il mio assegno (consegnato al rogito). Mi è stato detto che immediatamente dopo il rogito mi dovrò recare (insieme al venditore) c/o la banca mutuante la quale, nello stesso momento in cui riceverà l'assegno dal venditore, mi consegnerà una certificazione di estinzione e cancellazione ipoteche entro 60 g. Il tutto secondo la legge Bersani. E' corretta la prassi? C'è da fidarsi? Grazie.
 

Jrogin

Fondatore
Membro dello Staff
Professionista
No. Secondo me no.
Di solito in questi casi al momento del rogito, è presente la Banca del venditore, che riceve l'assegno relativo all'estinzione del mutuo e rilascia consenso alla cancellazione di ipoteca. Senti il notaio, che in quanto acquirente lo sceglierai tu. Chiedigli di tutelarti al meglio.
Secondo la prassi da te riportata, pensa anche un imprevisto non volontario del venditore, ad esempio mentre andate insieme in banca a un incidente e muore (non è un augurio) che succede.
Conclusione: NON accettare quella prassi.
Jrogin
 
U

User_3122

Ospite
Jrogin ha scritto:
No. Secondo me no.
Di solito in questi casi al momento del rogito, è presente la Banca del venditore, che riceve l'assegno relativo all'estinzione del mutuo e rilascia consenso alla cancellazione di ipoteca. Senti il notaio, che in quanto acquirente lo sceglierai tu. Chiedigli di tutelarti al meglio.
Secondo la prassi da te riportata, pensa anche un imprevisto non volontario del venditore, ad esempio mentre andate insieme in banca a un incidente e muore (non è un augurio) che succede.
Conclusione: NON accettare quella prassi.
Jrogin
verissimo, al''atto DEVE essere presente il funzionario della banca mutuante la quale deve poi provvedere anche alla cancellazione dell'ipoteca.
 

Maurizio Zucchetti

Membro Attivo
Concordo con i colleghi: è una situazione da valutare al meglio per evitare tutti i possibili rischi. Ti consiglio anch'io di consultarti immediatamente con il notaio! :ok: :daccordo:

;)
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve , vorrei chiedere se qualcuno conose la normativa riguardante la costruzione di una scala a rampe con pianerottoli in acciaio per accedere a tre appartamenti. Questa sarebbe costruita nella chiostrina in aderenza a più vicini in cui io ho una terrazzina con porta di accesso che risulteremme a 80 cm. di distanza grazie ha chi vorrà rispondermi
Salve a tutti , volevo porre un quesito. Ho acquistato una casa Novembre 2017, seconda casa , che fino ad oggi è stata la residenza di mia figlia e il figlio. Ho messo in vendita la casa e ho trovato un acquirente che mi offre quasi il doppio di quanto pagato. Ai sensi dell'art. 67 del TUIR essendo stata residenza di mia figlia devo pagare o meno la plusvalenza ?? Grazie per chi potrà darmi risposte
Alto