• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

riccardo1

Nuovo Iscritto
non ho dato la disdetta in tempo di un locale uso commerciale con un contratto 6+6.
Chiedo se posso apellarmi in quanto gli affittuari sono una società diversa da quella stipulata nel contratto cioè il conduttore
ha acquistato la vecchia società senza cambiare il nome e ne il contratto
le ricevute che ho fatto sono intestate tutte alla vecchia società
posso fare qualcosa
 

federobe

Nuovo Iscritto
se ho ben capito,( c'è stata una cessione di attività e congiuntamente la cessione del contratto d'affitto. Se è così il nuovo conduttore è entrato negli stessi "diritti" del vecchio e c'è poco da fare. :disappunto:
Ci si poteva opporre solo al momento della cessione (per gravi motivi...se il subentrante era dichiaratamente un insolvente - fallito- aveva carichi penali ecc...)si poteva cioè far valere il principio generale dell'"intuitus personae" che vale sempre ,nei confronti dell'inquilino e non del locatore, in tutti i casi di cessione del contratto (che è normalmente vietato). Oppure dimostrando che non c'era stata anche la cessione dell'azienda..... Adesso mi sembra troppo tardi!
 
U

User_3122

Ospite
Temo ti toccherebbe pagare i sei mesi di preavviso anche non usufruendo della locazione, a meno che tu trovi un altro tipo di accordo con il locatore ........ sempre se è disponibile a venirti incontro!
 

ralf

Nuovo Iscritto
se ho capito bene riccardo1 è il proprietario dei locali, ed in questo caso condivido la risposta di federobe :D
 

riccardo1

Nuovo Iscritto
Vi ringazio per le vostre risposte...ne sono quasi certo che non si possa far più niente.
L'unica cosa che mi fa pensare è perchè: ogni mese ritiro io stesso l'assegno di affitto per proprie mani dal conduttore (firmato con il suo nome, non dalla vecchia o nuova società) cosa strana per la prima volta al ritiro di quest'ultimo mese mi viene detto, che non vedendomi ha pensato lui stesso "il conduttore" a farmi un vaglia postale, rimasto un pò sciettico anche perchè dopo 11 anni non mi era mai capitato, ritiro il mio assegno alla posta e guarda un pò questo assgno è intestato alla nuova società ..mi chiedo, è stato consigliato dall'avvocato? e perchè?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto