1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gigi10

    gigi10 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno,
    volevo chiedere ancora la vostra consulenza su un problema che mi e' capitato.
    In un appartamento dato in locazione, e' successo che non si riusciva più ad avere acqua calda in quanto il flusso delle relative tubazioni si e' molto ridotto, mi si dice in maniera lenta e progressiva.

    Il tecnico della caldaia ha confermato che il problema dipende dal flusso ridotto e che occorre un idraulico, ho coinvolto l'idraulico, e questo mi ha detto che dipende dal fatto che c'e' un blocco nelle tubazioni dovuto a ruggine, e che lui adesso prova a sbloccarlo con dell'acido, ma che potrebbe non funzionare o addirittura bucare i tubi, e che, se non funzione, l'unico possibilità e' di cercare il blocco andando per tentativi, e bucando muri e pavimenti.

    Vi ci ritrovate?
    Avete avuto esperienze simili in cui sono stati usati altri metodi o tecnologie?

    Grazie a tutti per l'aiuto
     
  2. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Io proverei ad eliminare il calcare che si è formato nella serpentina della caldaia: l'eventuale danno sarebbe confinato alla serpentina stessa.
     
  3. gigi10

    gigi10 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie, ma mi hanno fatto vedere nei fatti che il problema c'e' anche escludendo completamente la caldaia.
    A chi potesse interessare, ho un aggiornamento: con l'uso dell'acido la situazione si e' risolta, credo che però ci siano due problemi: per quanto tempo durerà, e anche che mi e' sembrato di capire che l'uso dell'acido non sia molto regolare in termini di normative, ma non ho colto molto di più.
    Saluti,
     
  4. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La disostruzione delle tubazioni è una attività molto particolare.
    Innanzituto dipende dal materiale con il quale è fatta la tubazione, il suo diametro interno e lo spessore.
    Poi dipende dalla natura della otturazione: solida/sciolta; inorganica/organica.
    Un aiuto viene dalle telecamere: oggi ci sono delle telecamere che assomigliano a delle penne stilografice che vengono spinte nei tubi con delle fruste di acciaio armonico: in questo modo si determina la natura dell'ostruzione e la sua localizzazione.
    Tra i sitemi di disostruzione ci sono quelli meccanici( scovoli, punte elicoidali, coclee ecc...); quelli chimici (soluzioni aggrssive acide o basiche); quelli biologici (impiego di batteri), quelli magnetici (trasformano la calcite in aragonite) e quelli che usano la pressione (pneumatici ed idraulici).
    Infine segnalo la tecnica di inversione del senso di transito dell'acqua nei tubi (che non ho mai sperimentato).
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina