• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ralf

Nuovo Iscritto
Grazie in anticipo,mi faccio portavoce di un conoscente.Lui e sua moglie hanno acquistato un immobile al grezzo,ora in economia lo stanno finendo,la domanda è: entro quanto tempo debbono prenderci la residenza per non perdere le agevolazioni fiscali usufruite per acquistare?
 

massaro tommaso

Nuovo Iscritto
per non perdere le agevolazioni relative all'acquisto prima casa, la residenza deve essere presa entro diciotto mesi dall'acquisto ma se per l'acquisto stesso è stato richiesto un mutuo, per poter portare in detrazione la percentuale degli interessi, il tempo si riduce a dodici mesi.
 

zinste

Nuovo Iscritto
Ciao - inanzitutto parliamo delle agevolzioni prima casa. La risposta è 18 mesi - dal rogito natarile - salvo che non lavorano nell'esercito. Basta spostare la residenza nel comune ove è stituato l'immobile.

ciao da

Stefan
 
U

User_3122

Ospite
Se si ha la residenza nello stesso comune dove è situato l'immobile, non c'è scadenza.
 

Gian Luigi Cristina

Nuovo Iscritto
Bisogna essere particolarmente attenti al calendario, perchè i termini sono perentori, oggi gli Uffici Finanziari sono in grado di conoscere in tempo reale le scadenze ed applicare le sanzioni.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto