1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ginore

    ginore Membro Attivo

    Un grosso dubbio che spero mi aiuterete a dipanare.

    Il mio comune ha istituito la TASI ma solo sull'abitazione principale.
    Mia madre vive da sola nella casa di famiglia e ne è proprietaria al 50% com me, suo unico figlio.
    Si tratta, per mia madre, della abitazione principale.
    Per me quel 50% è seconda casa (per il mipo comune, come precisato, le seconde case NON pagano la TAASI ma sono soggette all'IMU):
    Quale, tra queste, è la metodica corretta di calcolo?
    1) la mamma paga la tasi sulla sua quota di proprietà, ovvero il 50% ed io non pago nulla.
    2) sia la mamma che io paghiamo la tasi sulle rispettive quote di proprietà.
    3) paga tutta la tasi mia madre in quanto occupante l'immobile.
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Questa. Nel calcolo della suddivisione dell'imposta si deve tenere conto della quota di proprietà di ciascuno e ognuno su quella quota paga un importo calcolato con la propria aliquota.
    A meno che tua madre sia titolare del diritto di abitazione ex art. 540, comma 2 c.c. (cioè quella era la casa adibita a residenza familiare, di proprietà del marito defunto o comune). In questo caso, tua madre sarebbe l'unico soggetto passivo (come se fosse di sua intera proprietà).
     
  3. ginore

    ginore Membro Attivo

    grazie Nemesis.
    La casa in cui abita mia madre era la casa della famiglia: vi abitavamo io coi genitori; poi io sono uscito di casa quando mi sono sposato; mia madre è rimasta sola nella casa dopo la morte di mio padre; alla successione abbiamo, io e mamma, ereditato il 50% ciascuno in quanto la casa era di intera proprietà di mio padre.
    Si configura quindi il caso di "diritto di abitazione del coniuge superstite"?
    quindi, se così è, ricadiamo nella risposta n.3 (paga mamma il 100% della tasi) o n.1 (paga mamma solo il 50% ed io nulla)?
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sì. Tua madre è il solo soggetto passivo anche ai fini dell'IRPEF e dell'IMU. Solo tua madre deve indicare quell'immobile nella sua dichiarazione dei redditi, con la quota di possesso del 100%. Tu non la devi inserire nella tua dichiarazione.
     
  5. ginore

    ginore Membro Attivo

    perfetto Nemesi, ti ringrazio molto.
     
  6. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io non mai capito Nemesis se sia un avvocato, un giurista, o un professore di diritto ancora in esercizio o già in pensione...da come scrive e interviene mi sembra un "emerito" professore...Ma chiaramente non è questo il punto, anche se non mi/ci dispiacerebbe
    saperlo... La mia compagna vedova 73 enne rischia la vendita coatta
    dell'alloggio di proprietà per insufficienza capienza monetaria a coprire un assegno mensile di mantenimento della nipotina in mancanza del figlio-padre disoccupato. LA domanda all'emerito
    TIGRONE: VI è DA QUALCHE PARTE del codice civile o della giurisprudenza in casi similari la salvaguardia almeno del diritto di abitazione??? In analogia del citato art.540 C.c.??? Posso sperare in una risposta??? Quante messe con FradJACOno dovrò cantare e recitare??? Grazie. 10.000 diviso due. qpq.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina