• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Marina Bizantina

Nuovo Iscritto
Al mio amministratore condominiale è arrivata una lettera da parte di un Avvocato che rappresenta un Geometra che ci chiede il pagamento di una fattura datata novembre 2000 x dei lavori di concessione sanatoria Legge 47/85
(secondo me con termine presentazione 36/6/87) ipoteticamente eseguiti nel 86 x le parti comuni
(naturalmente è espressa ancora in LIRE :-o )
La letta intima al pagamento entro 10 gg e dichara la nostra messa in mora e l'interruzione della prescrizione
In allegato alla lettera dell'avvocato c'è una copia della fattura datata 30 11 2000 che è stata opinata dal collegio dei geometri locale
La fattura è intestata al condominio nella persona del precedente amiinistratore condominiale (che nel frattempo è stato sostituito) e che pur non avendo cessato l'attività dubito abbia ancora la dcumentazione del 1986-87 anche xè non credo abbia nessun obbligo di conservarla tanto a lungo
Sono pasati 13 o 14 anni dall'esecuzione dei lavori alla data dell'emissione della fattura
e quasi 24 anni dalla data di esecuzione lavori ad oggi !!
L'attuale amministratore non aveva mai sentto parlare prima di questa fattura
Noi condomini ricordiamo che fu fatto un condono ma non certo se e come venne pagato..
non sapiamo se esista altra dcumentazione ad esempio comunicazioni tra il precedente amministrat e il geometra ad interruzione della eventuale prescrizione..
ma magari il geometra ce l'ha
Ci sembra che una cosa simile non abbia senso e debba x forza essere caduta in prescrizione .. ma la lettera redatta da un legale che si presenta come patrocinante presso la cassazione e le corti superiori ci preoccupa alquanto
..avrei un po' di domande..
è possibile e legale x un Geometra fatturare dei lavori dopo 13 anni ?
il collegio dei geometri può opinare una tale fattura?
il collegio entra solo nel merito degli importi? non dice nulla sulla data di fatturazione?
e con quali importi opina.. quelli del 86 o quelli el 2000?
e.. in sostanza secondo voi esperti.. ci tocca pagare ? :triste:

Grazie fin da ora x la vostra risposta ♥
 

Antonio Azzaretto

Membro dello Staff
Da un punto di vista generale, Il diritto dei professionisti per il compenso dell'opera prestata e per il rimborso delle relative spese è sottoposto alla prescrizione triennale, ai sensi del n. 2 dell'articolo 2956 del Codice civile.
Il termine di tre anni decorre dal compimento della prestazione (articolo 2957, comma 1, del Codice civile). Oltre alla prescrizione presuntiva triennale, il credito del professionista è soggetto alla prescrizione ordinaria decennale stabilita dall'articolo 2946 del Codice civile.
La circostanza che il credito sia assoggettato a prescrizione presuntiva, infatti, non implica che il credito stesso non sia suscettibile di prescrizione ordinaria, attesa la differente natura delle due prescrizioni (si veda Cassazione, sentenza 2421 del 2 settembre 1963).
Quindi, qualora la prescrizione presuntiva non abbia trovato applicazione (ad esempio, perché il debitore non l'ha eccepita ovvero l'ha eccepita ma ha ammesso che l'obbligazione non si è estinta), il credito del professionista si estingue in tal caso con il decorso del termine decennale.

...per i particolari avete bisogno di un legale che vi assista.
 

ralf

Nuovo Iscritto
Complimenti Antonio :daccordo: non ci ho capito poi molto:confuso: ma non è colpa tua :confuso: mi auguro invece che Marina sia soddisfatta della tua risposta.:D
 

Marina Bizantina

Nuovo Iscritto
Grazie Antonio per la rapidità e la sintesi :fiore: ♥ :fiore: ♥ :fiore:

provo a dirlo con parole mie x vedere se ho capito:
presumendo come compimento della prestazione il 30/06/87 (scadenza termini del condono)
i 3 anni della prescrizione presuntiva prevista dal Codice Cvile scadono il 30/06/90
i 10 anni della prescrizione ordinaria scadono il 30/06/2000
quindi.. dato che la fattura è datata 30/11/2000 (5 mesi dopo detta scadenza)
e salvo che il creditore non sia in grado di produrre documentazione che interrompa i termini (raccomandate)
a questo punto, teoricamente, il diiritto sarebbe prescritto..

ma ci tocca andare da un legale e se lui insiste forse anche in causa.. :triste:
nel qual caso credo sia meglio tentare una transazione..

Grazie anche a Ralf e ai vari esperti.. ♥
passo dal forum quasi tutti i giorni e trovo sempre risposte utili e notizie interessanti
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Quesito:siamo 3 locatori,uno è deceduto che si fa' del contratto?
Ho comprato una casa e nel giardino si trova un palo del Enel "morto", nel senso che nessun cavo elettrico è attaccato e secondo me nessun cavo era mai stato attaccato, il precedente proprietario non lo dava fastidio, ed io vorrei togliero ,
vorrei un consiglio a chi devo contattare per rimuoverlo,
al comune o al enel
grazie
Alto