CCC1882

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Buongiorno,
leggo che è possibile vendere un immobile con irregolarità edilizie



Abuso edilizio: si può vendere una casa?

Non c'è alcuna normativa che vieta la vendita di un casa con abuso edilizio purché non si tratti di un raggiro. Chi vende l'immobile deve comunicare la situazione e, allo stesso tempo, va messa nero su bianco sia nel compromesso ovvero il contratto preliminare e sia nel rogito ovvero il contratto conclusivo. In caso contrario, chi acquista può impugnare l'accordo.



E' valido il contratto di compravendita dell'immobile abusivo se l'atto presenta gli estremi del permesso di costruire


Concordate?

Grazie
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
E' valido il contratto di compravendita dell'immobile abusivo se l'atto presenta gli estremi del permesso di costruire

Concordate?
Certamente sì. Esiste il seguente principio di diritto:
"In presenza nell'atto della dichiarazione dell'alienante degli estremi del titolo urbanistico, reale e riferibile all'immobile, il contratto è valido a prescindere dal profilo della conformità o della difformità della costruzione realizzata al titolo menzionato".
 

vittorievic

Membro Senior
Proprietario Casa
Certamente sì. Esiste il seguente principio di diritto:
"In presenza nell'atto della dichiarazione dell'alienante degli estremi del titolo urbanistico, reale e riferibile all'immobile, il contratto è valido a prescindere dal profilo della conformità o della difformità della costruzione realizzata al titolo menzionato".
Anche se il permesso di costruire è legato ad un atto d'obbligo eluso dal costruttore? Voglio dire il venditore cita nel rogito il permesso di costruire, cita l'atto d'obbligo (che obbligava a non cambiare destinazione d'uso dei locali comuni previsti nel progetto presentato), poi il costruttore nei locali comuni dell' ultimo piano ci ricava degli attici e li mette in vendita come tali, dichiarando nel rogito, non prima di aver accettato l'offerta dell'acquirente, di aver presentato domanda di condono e che si attiverà, anche dopo l'alienazione di ottenere l'abitabilità di quanto venduto. Stando alla sentenza della Cassazione il contratto è valido come locale comune?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
poi il costruttore nei locali comuni dell' ultimo piano ci ricava degli attici e li mette in vendita come tali, dichiarando nel rogito, non prima di aver accettato l'offerta dell'acquirente, di aver presentato domanda di condono e che si attiverà, anche dopo l'alienazione di ottenere l'abitabilità di quanto venduto.

Se intendi che nel preliminare/offerta di vendita non era specificato l'abuso ...allora è l'acquirente a dover rifiutare il perfezionamento della compravendita.

Più genericamente un conto è acquistare un immobile abusivo (interamente o parzialmente) sapendo del "vizio" perché magari lo stesso è ininfluente (l'acquirente intende abbattere o sanare in proprio).... altro paio di maniche andare a rogito con la promessa di sistemazione successiva fa parte del venditore (questione di prudenza).

Formalmente se indicato in atto l'abuso il titolo è valido.
 

CCC1882

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Leggo però che la dichiarazione di conformità catastale è obbligatoria... e se ci sono difformità edilizie ovviamente ci saranno anche difformità catastali... cosa ne dite?
 

Gratis per sempre!

  • > Crea Discussioni e poni quesiti
  • > Trova Consigli e Suggerimenti
  • > Elimina la Pubblicità!
  • > Informarti sulle ultime Novità

Discussioni simili a questa...

Le Ultime Discussioni

Alto