1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Da oggi non potrà più essere vietato accesso agli animali da compagnia nei luoghi pubblici (biblioteche, bar, ospedali, case di riposo e anche in spiaggia): lo stabilisce un Regolamento-tipo presentato da Fiadaa ed Anci a tutti i Comuni italiani, che d’ora in poi dovranno dotarsi di appositi strumenti per garantire e tutelare i diritti degli animali da compagnia. Il regolamento, ovviamente, contiene anche un elenco delle nuove responsabilità e doveri che spettano ai proprietari degli animali. I Comuni che adotteranno il regolamento sono tenuti a rispettarlo e a farlo rispettare: le sanzioni prevedono multe fino a 500 euro, e nei casi più gravi la confisca dell’animale stesso.
    Cosa ne pensate? Su quale base Fiadaa e Anci possono obbligare i comuni ad applicare un regolamento creato da loro? Nei comuni dove verrà applicato la situazione migliorerà o peggiorerà?
    Buona discussione e tutti ai loro posti di combattimento!!!!!
     
  2. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io sono da sempre un seguace di Castruccio Castracani, un condottiero vissuto a cavallo (ovviamente) tra il XIII e il XIV secolo dopo Cristo (lo chiamavano Centauro e dopo 47 anni di vita aveva il cavallo anatomico infiammato: tempi duri, quelli, quando a seconda della donna che avevi credevi nella terra piatta o tonda, infatti la sfericità fu dimostrata da Copernico, poiché la moglie aveva una 4a di coseno). Il nome Castruccio Castracani ha un'etimologia incerta (alcuni studiosi azzardano l'ipotesi che desse sottobanco ai cani contraccettivi ad hoc, ad esempio polpette avvelenate).
    Fuor di metafora, a chi ama i cani non si può negare l'accesso al condominio, purtuttavia chi detiene un cane è bene che sappia che è praticamente analfabeta e pertanto è tenuto a leggergli tutti i cartelli che gli pertengono. Gli amanti dei cani, i cinefili, sono pregati anche di abbassare ai loro gioielli l'audio nelle ore dedicate al sonno degli esseri umani. Il tetto sonoro convenzionalmente e ufficialmente adottato è indicato nel regolamento comunale, in media è di 30 dB, la sogliola è ovviamente zero. Sono largamente appoggiate le operazioni di sterilizzazione, magari previa colletta tra i condòmini.
     
    A Rosario1955 piace questo elemento.
  3. Rosario1955

    Rosario1955 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Saggio consiglio da parte di jacO una volta io ho consigliato a chi ammazzava i bambini e difendeva gli animali che se vuoi bene agli animali devi rispettare anche le persone perche se i tuoi animali rompono i "****abibi" alle persone si può innescare il famoso procedimento di "sterilizzazione"sai come è finita ?Si sono in****ati.
     
  4. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Gli amanti dei cani sono cinofili.
     
  5. celtide

    celtide Ospite

    Si ai cani, purchè i padroni siano educati e comprensivi anche dell'altrui libertà.
    Parla uno che ne ha due di cani.
    Vieterei categoricamente il fumo in spiaggia.....sono stufo di respirare la loro m...a.
    Sono stufo di vedere mozziconi in acqua....che schifo!!!
    Saluti
    Salvo
     
  6. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa

    Premetto che ho un gatto che girovaga dove vuole e poi la sera si accuccia sopra le mie gambe, pertanto microbi e batteri a volontà, ma, dietro la mia volontà, ma se io devo andare su di una spiaggia che si cammina a piedi nudi e ci siede con il c..o per noi uomini e per le donne ..... è chiaro, non ritengo giusto che poi si debba correre dal dottore per curarsi micosi e altre malattie che possono essere anche gravi, anche se con questo sistema ho perso la suocera, non so se definirla una cattiveria o...... a voi i vs. pensieri:fiore:
     
  7. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Un mio amico, amante dei cani, va tutte le settimane al cinema: non è cinefilo?
     
  8. celtide

    celtide Ospite

    Vabbè!
    Un mio amico ama curare i piedi ed è un podofilo....attenzione però a non dargli del "pedofilo", perchè le cose, per lui, si complicherebbero notevolmente.
    Comunque , rispondendo a Chiacchia, meglio un cane sulla spiaggia, quasi sempre più pulito e curato di un umano, che la monnezza con relativa "puzza"!
    O no?
     
  9. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    A Roma pedofilo è un automobilista che si ferma prima delle strisce pedonali non appena un pedone scende dal marciapiede. Una volta uno di questi automobilisti è stato messo in galera per una miopia del GIP, che aveva dato un'interpretazione unilaterale del termine. Comunque tornando ai cani non c'è un meglio e un peggio, tant'è che io preferisco prendere il fresco in pineta, ad esempio a Villa Pamphilij o sotto casa, a Spinaceto.
     
  10. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sarebbe meglio che non ci fosse neanche la "monezza" ma cosi dovremmo eliminare le persone! :risata: e poi non elimineremmo le suocere:sorrisone: :fiore:
     
  11. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Un sistema che avevo escogitato da piccolo era quello di prendere il latte dal lattaio in una sua (di lui) bottiglia di vetro. Pagavo latte e il deposito della bottiglia. La volta successiva portavo la bottiglia vuota e prendevo l'altro latte, pagando solo il latte, perché il deposito rimaneva presso il lattaio. Scarti zero.
     
  12. Rosario1955

    Rosario1955 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Basterebbe un poco di educazione in più e non ci sarebbe,:risata: ne la monnezza e nè la cacca dei cani in giro,ma purtroppo oggi l'educazione e un utopia,siamo nella giungla e dobbiamo arrangiarci "Si salvi chi può", e in sicilia diciamo cu è babbu si sta a casa.:p
     
  13. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Bello la vecchia bottiglia di latte con il tappo in metallo io mi tagliavo la lingua perche facevo il buco e poi cercavo di berlo, eravamo tanti Emoticons%20(113).gif all'epoca SI eravamo educati grazie alle nostre nonne e se facevamo qualcosa di sbagliato Emoticons pianto.gif ....oggi se si parla con un pisichiatra ti dice che è sbagliato picchiare i figli e se fanno qualcosa che va corretto bisogna dirgli: se non la smetti alzo il mio arto superiore e non trattenendolo più gli imprimo una forza esterna a modificare il suo stato d'inerzia che quantificando la resistenza alle accelerazioni angolari e alla velocità a lui impresso di darà una sensazione di malessere sul tuo gluteo tanto forte da farti desistere la prossima volta a comportarti cosi. ora mi domando ma questi psichiatri hanno visto il film di Massimo troisi... che sceglieva il nome del futuro figlio? vi ricordate che diceva? chiamiamolo Ciro e non Ugo perchè se lo chiami Ugo il ragazzo viene depresso, non ha il tempo di fare la marachella che tu subbito UGO lo chiami netto veloce e lui non si muove mentre se lo chiami Ciro mentre lo chiami CI...RO ha giusto il tempo di all'ontanarsi un poco e tentare di fare la marachella io penso di no visto che i ragazzi vanno in giro con il c..o da fuori si spacciano per sapientoni e poi!!!!! si ammazano tra loro con le auto con la droga questa è emancipazione? non è rispetto neanche per se stessi figuriamoci per gli altri, vi domandate e tu come hai educato i tuoi figli? UNA con il vecchio sistema e purtroppo adesso va dal psichiatra perche non si sente inserita in questo mondo che non riconosce :fiore:
     
  14. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se ognuno di noi fa la sua parte le cose vanno meglio. Però far smettere di fumare una persona non è facile.
     
  15. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Certo ma insegnarli ad usare il posacenere?:D adesso capisco anche perchè la sigaretta elettronica la tengono appesa al collo altrimenti buttano la cicca:sorrisone: :fiore:
     
  16. Rosario1955

    Rosario1955 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Capisco il discorso ma l'educazione nelle persone è qualcosa di innata, io ero un fumatore e ho avuto "fortunatamente"la forza di smettere, infatti e da 9 mesi che non fumo più ,comunque quando fumavo, a volte nel cruscotto della mia macchina trovavi tanti pacchetti di sigarette vuoti, odiavo buttare(come fanno molti) il pacchetto vuoto dal finestrino,quando mi veniva comodo li raccoglievo e li buttavo nel cassonetto della spazzatura.Molti invece sono convinti che il mondo è un grande cassonetto.
     
  17. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Appunto, l'educazione è in-nata, se non è nata è diventata dopo.
     
  18. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ai cani permettono di fare la pipì anche sulle automobili parcheggiate e di defecare senza nessun pudore dovunque gli aggrada....domanda per il divino
    (si fa sempre per dire) Jaco: e perchè a noi umani NON è concesso??? Cosa siamo animali di serie inferiore??? Fuor di ironia. Se accarezzo un cane corro a lavarmi le mani...tanta è la puzza......idem se sono costretto a dare la mano
    al suo padrone....Traetene voi le conseguenze. Alla prossima. Quiproquo.
     
  19. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Bisogna operare un distinguo (l'operazione è fatta in Anastasìa locale, fuori della Russia). Alle donne è concesso, invece al maschio per la pipì no, perché altrimenti viene inondato il finestrino. Questo non capita con i camion, costruiti in modo che sia evitato l'inconveniente.
    Credo che Freud abbia identificato la tua fobia: trattasi di rupofobia, termine coniato a partire dalla parola greca 'rupo', che significa 'sporco'. A un pansessualista ossessionato come Freud (il quale era affetto da priapismo continuato, aggravato da atti scemi in luogo pubico) fu alquanto gradita l'occasione per associare la fobia al sesso e, pare ovvio, al sesto comandamento: non commettere atti in Puglia (riferito a Vendola e, per estensione del petto, a Luxuria - cavallo del West - a causa delle loro inclinazioni ad angolo rotto oppure eretto: non è colpa mia se hanno fatto outlet!).
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina