• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

milanbeppe

Nuovo Iscritto
Ci riprovo
Buonasera, vorrei avere dei consigli su proseguire o no all'acquisto di una casa che arriva da una donazione.
Questa casa è stata donata, all'interno di una separazione dei beni, dopo una separazione tra moglie e marito, alla moglie da parte di 3 persone, marito, suocera e cognata.
L'agenzia mi ha subito specificato la cosa ma mi ha detto che è risolvibile tramite fidejussione del venditore (o dei donanti, questo non ho capito).
Sono mooooolto titubante, non vorrei comunque ritrovarmi in battaglie legali e alla fine trovarmi senza casa e con un mutuo da pagare visto che la donazione può essere impugnata da eventuali eredi.
Datemi un consiglio please....
 

massaro tommaso

Nuovo Iscritto
Intanto non si capisce se alla banca cui richiedi il mutuo, sa che la casa proviene da una donazione, perchè praticamente tutte le banche non concedono ciò con tali provenienze.
L'atto di donazione può essere revocato entro 10 anni dal decesso dei donanti a meno che non sia stata fatta in modo specifico; ad esempio, esiste la donazione MODALE (ex art. 794 del codice civile). La donazione è fatta a fronte di una prestazione, ecc.
Praticamente Ti consiglio, prima di acquistare di farTi leggere il rogito di donazione in modo da essere più precisi e valutare più attentamente ai rischi eventuali che corri.
Geom. Massaro-Collegio Pistoia
 

gattiglia

Nuovo Iscritto
Non proprio io ho acquistato una casa frutto di donazione,ottenendo il mutuo.
Concordo con il consiglio della verifica dell'atto di donazione, controlla che non ci siano clausole che portino alla revoca (es: io ti dono la casa, ma tu hai l'obbligo di risiedere nella stessa con i figli)...magari chiedi delucidazioni con un notaio di tua fiducia.
In oltre verifica quali possano essere gli eredi che possano revocare tale donazione,non ho mai visto comunque richiedere da nessuno tale revoca.
Claudia
 

milanbeppe

Nuovo Iscritto
Ringrazio per la vs risposta.
Ho sentito 2 banche per il momento, una la MPS e mi ha detto che non lo concedono, l'altra Unicredit e invece mi ha dato risposta positiva. Certo che lo sanno le banche altrimenti non ci sarebbero stati intoppi.
I donanti sono 3, di cui uno deceduto, il passaggio è stato fatto circa una decina di anni fa.
 

infante

Nuovo Iscritto
Dico la mia, non da esperto in senso assoluto ma dalla mia esperienza diretta.
Dal 2002 vivo in una casa che ho acquistato da una persona che la ebbe per donazione dai genitori. Su questa casa il Credito Italiano (ora Unicredit) mi erogo' il mutuo senza problemi. C'e' da dire che: a) i donanti sono i genitori di 4 germani (2 fratelli e 2 sorelle) che donarono contemporaneamente un immobile, pressappoco di pari valore, a ciascuno dei figli; b) i 4 figli hanno siglato, contestualmente all'atto di donazione, un atto col quale accettano pienamente la decisione dei genitori rinunciando a qualsiasi rivalsa futura; c) la donazione e' avvenuta nel dicembre del '93, quindi quasi 10 anni prima che io acquistassi (luglio 2002). Ad oggi la madre e' deceduta, ma il padre e' vivo e gode di buona salute (buon per lui :)). Io sto vendendo l'appartamento e l'acquirente si e' rivolto proprio al MPS che a breve, spero, mandera' il perito. Dal momento che e' palese che c'e' di mezzo una donazione, penso che se MPS non erogasse mutui in caso di donazioni non avrebbe neanche fatto la pratica bloccando tutto in partenza.
My two cents
 

infante

Nuovo Iscritto
La cosa mi lascia perplesso, ma forse neanche piu' di tanto. Ieri sera, parlando con l'agenzia imobiliare che sta facendo da tramite, ho scoperto (non senza stupore) che in realta' la pratica di mutuo non e' gestita direttamente da MPS, bensi' dal settore creditizio del franchising immobiliare che si e' rivolto a sua volta a MPS. Forse e' un bene, forse no, questo lo sapro' solo dopo che sara' venuto il perito a vedere la casa ed avranno erogato il mutuo. Fino ad allora non so che pensare...

Aggiungo che in effetti diverse banche all'epoca del mio acquisto fecero un sacco di storie, San Paolo, Banca di Roma ed altre che contattai.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho comprato una casa e nel giardino si trova un palo del Enel "morto", nel senso che nessun cavo elettrico è attaccato e secondo me nessun cavo era mai stato attaccato, il precedente proprietario non lo dava fastidio, ed io vorrei togliero ,
vorrei un consiglio a chi devo contattare per rimuoverlo,
al comune o al enel
grazie
Salve ho in comproprietà una strada privata i miei dirimpettai hanno l'accesso pedonale di servizio possono entrarci anche in macchina tengo a precisare che hanno il passo carrabile è l'ingresso principale con numero civico su altra strada
Alto