• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

aldoleonardi

Nuovo Iscritto
Sul tetto della mia villetta bifamiliare che è unico senza muri di visori,sono presenti dal momento della costruzione -1980-due comignoli prefabbricati perfettamente identici ad una distanza fra loro di circa 60cm, previsti dal progetto. in prossimità della linea teorica di divisione verticale (internamente le canne fumarie sono divise dal muro divisorio comune e servono per i due caminetti dei due proprietari)Il mio vicino ha abbattuto il suo comignolo realizzandone uno nuovo più alto e più largo ,modificando le distanze iniziali di progetto.Ho notato che a seguito di detta modifica è peggiorato il tiraggio del mio camino : posso imporre al mio vicino il ripristino del vecchio comignolo previsto dal costruttore???
 

Marco Giovannelli

Membro dello Staff
Professionista
i comignoli, non rientranti nelle parti comuni dell'edificio non sono soggetti alla richiesta di alcun permesso condominiale, ma tutti gli interventi edilizi non devono ledere in alcun modo i diritti spettanti a terzi.

Ergo, potresti richiedere il ripristino della situazione, ma secondo me non ne vale la pena, poichè se scartando a priori l'accordo fuori causa civile, rimerrebbe la citazione a giudizio, con conseguente nomina legale e CTP (consulente tecnico di parte). DI quanto è diminuito il tiraggio della tua canna fumaria?

saluti
 

carlo.b

Membro Attivo
Il tuo confinante deve a sue totali cure e spese elevare la tua canna fumaria, almeno sino all'altezza del suo camino se non oltre.
E' lui che ha modificato lo stato dei luoghi, in questo modo ha tolto tiraggio alla tua canna fumaria.
Saluti.
Carlo
 

aldoleonardi

Nuovo Iscritto
è vero,come sostiene l'esperto di propit.it che i due comignoli non sono in comune...ma è anche vero che risiedono su una parte in comune che è il tetto;le mamutenzioni ordinarie (es. sotituzione di tegole) o le variazioni degli stati originali o le manutenzioni straordinarie dovrebbero essere concordate tra i due proprietari.....poco importa l'entità della diminuizione del tiraggio..credo che la risposta di Carlo sia centrata: anche perchè esteticamente la parte in comune è più brutta e penso per queste variazioni sia necessaria anche una DIA.Grazie per le Vs. risposte.
 

Marco Giovannelli

Membro dello Staff
Professionista
avevo dato per scontato che la DIA l'avesse fatta, dato che non hai menzionato questo aspetto. Secondo me cmq non sta ne in cielo ne in terra che una parte di proprietà privata (il tuo comignolo) debba essere innalzato a spese dell'altra parte in causa. AL MASSIMO e sottolineo al massimo, secondo me si dovrà provvedere al ripristino dei luoghi, sempre perchè detti lavori hanno leso i diritti di terzi.

saluti
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

vittorievic ha scritto sul profilo di gabriella2013.
.
Per una rinuncia di diritto di abitazione è obbligatorio un atto notarile o si può ottenere anche con scrittura privata?
Alto