1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. savior

    savior Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ciao a tutti, io e mio fratello abbiamo ereditato una casa da mia madre. Io non ci vado mai e non la uso, lui vorrebbe tenerla e non vuole vendere, e non ha i soldi per pagarmi metá del valore.

    Cosa posso fare? A livello legale posso costringerlo a vendere?

    Grazie mille
     
  2. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sì, puoi, ma considera bene tutte le implicazioni di una mossa del genere. Innanzi tutto inizi a spendere: avvocato, causa per la divisione dell'eredità (con i tempi biblici dei nostri tribunali) e con tuo fratello i rapporti si complicano.
    Se hai bisogno di vendere cerca di convincere tuo fratello con le buone, se non hai bisogno puoi provare ad accordarti con lui per cedergli la casa "a rate", spesso un cattivo accordo è meglio di un'ottima causa.
    Auguri.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  3. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    @meri56 ti ha dato il miglior consiglio possibile.

    Un'altra alternativa, se proprio sei nel bisogno e non riesci a giungere a nulla: cedi la tua quota di proprietà (adesso vendono "addirittura" il diritto di abitazione) a chi é interessato (di questi tempi...sempre meglio che cedere alla banca la nuda proprietà)
     
  4. savior

    savior Membro Junior

    Proprietario di Casa
    grazie mille
     
  5. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    A livello legale come lo definisce lei non può costringerlo a vendere.... ma può chiedere la divisione giudiziale agendo presso il Tribunale competente secondo il luogo dove si trova l'immobile.
    Quindi non è costretto a rimanere in comunione con costui, la legge le permette di risolvere il suo problema con l'ausilio necessario di un avvocato.
     
    A savior piace questo elemento.
  6. rosaemario

    rosaemario Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Scusi avvocato DeValeri,se intervengo inversamente alla discussione aperta da Savior, come dice lei per legge non si può costringere nessuno a vendere se non vuole (io mi trovo nella situazione che non voglio vendere i beni ereditati) ma l'avvocato della controparte mi ha citata in giudizio,chiedendo al Giudice di mettere all'asta gli immobili lo può fare? premetto che tale scelta la ritengo vergognosa verso chi ha fatto tanti sacrifici di una vita, inoltre vendere o meglio svendere visti i crolli immobiliari per la situazione economica che stiamo vivendo non porta dei vantaggi economici nelle tasche di nessuno.Capisco che tale avvocato vuole a tutti i costi fare gli interessi della sua cliente, fregandosene delle mie opinioni a riguardo, ma ciò che fa più male è il mancato rispetto delle cose fatte ripeto con sacrifici da altri.Cortesemente le chiedo se cè un modo per evitare tutto ciò (ovviamente è da escludere un probabile acquisto da parte mia delle quote) la ringrazio anticipatamente per la sua risposta.
     
  7. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Potete però dividere l'immobile in parti, ossia ogni erede si troverà la sua parte indipendente, se ciò non fosse possibile la soluzione sarà quella della vendita all'asta;

    cc Art. 720. Immobili non divisibili.
    Se nell'eredità vi sono immobili non comodamente divisibili, o il cui frazionamento recherebbe pregiudizio alle ragioni della pubblica economia o dell'igiene, e la divisione dell'intera sostanza non può effettuarsi senza il loro frazionamento, essi devono preferibilmente essere compresi per intero, con addebito dell'eccedenza, nella porzione di uno dei coeredi aventi diritto alla quota maggiore, o anche nelle porzioni di più coeredi, se questi ne richiedono congiuntamente l'attribuzione. Se nessuno dei coeredi è a ciò disposto, si fa luogo alla vendita all'incanto.
    poi nulla vieterà a te ne a tuo fratello di partecipare all'asta e acquistare l'intero :)
     
    A savior piace questo elemento.
  8. Andrea-1960

    Andrea-1960 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Salve, mi trovo in una situazione simile, solo che io abito nell'appartamento condominiale dal 2007 e fino al 2013 ho abitato insieme a nostra mamma, che poi è stata ospitata nella casa di riposo. Vivo da solo da 3 anni e mio fratello ha aperto una causa di scioglimento di comunione per vendere all'asta l'immobile che è di sua proprietà solo al 10%, come ugualmente per me 10%. Sopravvivo con piccoli lavori occasionali, per cui non posso pagare un canone di locazione; vorrei sapere se la legge può obbligarmi a lasciare libero questo appartamento, oppure c'è una legge che mi possa tutelare a rimanere?
     
  9. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    l'80% è di tua madre ....o del condominio ?
    tua madre che parte ha dell'80% ?

    lui potrebbe vendere (sempre che qualcuno se la compri...di questi tempi) solamente la sua quota

    chi invece la occupa ( per diritti "anche di proprietà" ) non credo possa essere SFRATTATO se non ha altre propeitàà dove andare ....almeno finchè rimane proprietario di una quota
     
  10. Andrea-1960

    Andrea-1960 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    La maggioranza appartiene a mamma, che è difesa da un avvocato contro la vendita dell'appartamento perchè ha piacere che io continuo a viverci fino a quando lei è viva e non vuole che sia venduto; ho incaricato anch'io un avvocato usufruendo del patrocinio, ma il giudice dopo varie udienze, in cui ho spiegato che non ho un reddito e nemmeno un altro luogo dove abitare, ha concluso la sentenza accogliendo la richiesta di mio fratello per fare vendere l'appartamento al prezzo stabilito dal perito, un prezzo che mi sembra giusto, ma vendendo all'asta scenderebbe notevolmente, considerata anche la crisi nel settore immobiliare.
    Il problema è che il mio avvocato dopo la sentenza si è tirato indietro e mi ha detto che non ci sono i presupposti per oppormi, eppure sa bene che io non ho altro luogo dove andare a vivere ed il mio ultimo modello ISEE è pari a zero.
     
  11. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ha disposto la vendita dell'appartamento? … mi sa che hai riportato male

    … oppure ha sentenziato che lui può vendere la sua quota (che è altra cosa)
     
  12. Andrea-1960

    Andrea-1960 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Il giudice ha accolto la domanda di mio fratello ed ha dichiarato lo scioglimento della comunione dell'immobile, dichiarando la non comoda divisibilità di tale immobile di cui ha disposto la vendita ed ha condannato in solido me e mia mamma al pagamento delle spese di lite in favore dello Stato (euro 2.911,25) che le ha anticipate per mio fratello per il suo patrocinio gratuito, oltre al 15% di spese generali, IVA e CPA come perlegge. Le spese per la perizia dell'appartamento sono state dichiarate a carico di tutte le parti in proporzione alle rispettive quote.
     
  13. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    … ho scritto in modo incompleto: ma non mi interessa, dopo aver letto la sentenza… il motivo della causa

    Allira venderanno un'appartamento "occupato' ..difficile che troveranno acquirenti - solo loro potranno, che io sappia, cominciare le procedure di sfratto. Prima dovranno trovare il tempo/modo di farti perdere la proprietà (cosa quasi fatta… non ancora "in essere")
     
  14. Andrea-1960

    Andrea-1960 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Infatti credo che nessuno sia interessato, eccetto mio fratello che conta sul fatto che nella vendita all'asta il prezzo si abbassi tanto da poterselo aggiudicare con metà del valore, benchè non so in che modo riuscirà a trovare il denaro, forse se lo farà prestare. In ogni caso ritengo ingiusto che il giudice mi abbia condannato al pagamento delle spese processuali, sia pur in solido con mia mamma, dato che io ho ottenuto il patrocinio gratuito, sono dell'idea che non dovrei pagare nemmeno la mia quota della perizia immobiliare, ma il mio avvocato non ha accettato di fare opposizione ed ormai sono scaduti i 20 giorni di tempo. Unica possibilità è che mi opponga al rilascio dell'immobile, e con questo riuscirei a prolungare i tempi.

    Ma mi sono rivolto a scrivere in questo forum perchè tempo fa ho sentito che mio fratello parlava con mia mamma e le disse che c'è una legge che vieta di vendere un'immobile se è abitato da uno dei proprietari che sia senza reddito, e per tale motivo lui si preoccupava nel caso io mi fossi opposto alla vendita, tanto che nei mesi seguenti mi aveva proposto di vendergli la mia quota del 10% e che me ne fossi andato via, ma in realtà era uno dei suoi tanti inganni, infatti mi avrebbe dato il denaro solo dopo che avevo lasciato libero l'appartamento, per cui sarebbe decaduto il mio diritto ad abitarlo, e quindi gli ho risposto di darmi un acconto del 50% prima di andarmene, ma ovviamente ha rifiutato, quindi confermandomi che aveva in mente tale inganno.
     
  15. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Leggi e sentenze cambiano e si adattano di volta in volta.

    E le situazioni evolgono (come le persone)

    Ci sono pro/contro ad opporsi.. Ci sono pro/contro nell'applicare alternative. Dipende da chi consiglia e lo stato d'animo (e reale) della persona che ascolta.

    Scegli bene chi ti suggerisce, ascolta, informati, confronta.. E agisci : solo tu sei il responsabile delle tue scelte/azioni… e del tuo futuro

    Se cerchi solo di aver la meglio…sarai pure uno che si accontenta di poco… ma non sei lungimirante.

    Naturalmente il consiglio posso darlo solo a te…. Se la controparte non lo legge…. Avrà i suoi perché.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina