1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Mi sono imbattuta in questa nota dell'AdE (del 14 febbraio 2013) che mi riguarda da vicino (e mi tranquillizza perchè io avevo fatto così). Spero di non fare un doppione: se qualcuno l'aveva già segnalata, mi è sfuggita e chiedo scusa.

    L’agenzia delle Entrate, con una nota del 14 febbraio 2013, risponde ad un quesito sollevato dal Sole 24 Ore in merito al mancato rispetto della circolare 20/E/2012 sulla cedolare secca - articolo 3 del Dlgs 23/2011 - da parte di alcuni uffici territoriali. La questione riguarda la data spartiacque del 7 aprile 2011, entrata in vigore della tassa piatta.

    Per i nuovi contratti - post 7 aprile 2011 - la legge prevede che l'opzione, effettuata con il modello Siria o con il modello 69, resta valida per tutta la durata del contratto.

    Per i contratti già in essere alla data citata, dunque già registrati il 7 aprile 2011, inizialmente (circolare 26/E/2011) era disposto che, una volta scelta la cedolare in Unico 2012 o nel 730/2012, che valeva per una sola annualità contrattuale, si dovesse deve confermare l'opzione, per le altre annualità, compilando il modello 69, pena il ritorno al regime ordinario IRPEF.

    In proposito, sollecitata sulla disparità di trattamento dal Sole 24 Ore, l’Agenzia con circolare 20/E/2012 accoglieva la tesi dell'opzione con durata pari al contratto di locazione, salvo revoca espressa, anche per i contratti ante 7 aprile 2011.

    Ma alcuni uffici territoriali, non considerando la circolare del 2012 ed in base alla circolare 26/E/2011, continuano a chiedere la presentazione del modello 69 tardiva con remissione in bonis.

    A ribadire le nuove disposizioni e invitare gli uffici territoriali a rispettarle, la nota del 14 febbraio 2013: i contribuenti che hanno scelto l'imposta secca sui contratti d'affitto registrati prima del 7 aprile 2011, segnalandolo nel 730 o in Unico 2012, non devono compilare il modello 69. Resta fermo che il contribuente deve portare a conoscenza l’affittuario, tramite raccomandata, dell’opzione per la tassa piatta con rinuncia agli aggiornamenti contrattuali. Ciò poiché la scelta è fatta nella dichiarazione dei redditi del locatore e, dunque, il locatario non ne è a conoscenza. Anche questa comunicazione non deve essere ripetuta al conduttore.

    Da: http://www.ateneoweb.com/aw/news/ce...i-contratti-ante-7-aprile-2011,24007-4-1.html
     
    A jerrySM piace questo elemento.
  2. jerrySM

    jerrySM Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie Elisabetta, amche io ho fatto come te e mi sono sempre chiesto se fossi stato in regola o meno. Adesso mi hai confermato che sono in regola. Persino all'ufficio dell'AdE cui mi ero rivolto tempo fa non avevano saputo darmi una risposta certa

    grazie ancora :stretta_di_mano:
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  3. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Anche io ero un po' preoccupata. A me all'AdE avevano detto che bastava metterlo in denuncia dei redditi, ma questo proprio nella fase iniziale. Ma, visto che le circolari e le note poi si sono susseguite con una certa frequenza, non sapevo se nel tempo avevano cambiato opinione. Il bello è che questa nota è in risposta a un quesito del Sole 24 Ore!
     
  4. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    ADE che vai interpretazione che trovi.
    A me l'ADE di Velletri ha detto che per i contratti ante 7/4/2011 dovevo esercitare l'opzione in unico 2012 (redditi 2011) per l'anno 2011 e confermare per il 2012 con il mod 69 dopodiche nulla più fino alla scadenza o alla revoca della cedolare. Così ho fatto.
     
  5. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Anche per me era chiara questa strada. L'opzione esercitata nella dichiarazione dei redditi 2012 (redditi 2011) e poi comunicata all'AdE una volta sola con il mod. 69 alla prima scadenza annuale e valida fino a revoca.
     
  6. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Già in un'altra discussione me l'ero presa con la "poca chiarezza", per usare un termine gentile, delle nostre norme: i funzionari dell'AdE dovrebbero poter solo leggerle e applicarle. Invece sono costretti a interpretarle (come pure noi)

    Ti ricordi le prime discussioni sul tema? Eravamo divisi circa al 50% su questa interpretazione, non tanto nostra, ma degli uffici cui ci eravamo rivolti. Io avevo insistito col funzionario dicendogli che mi sentivo più tranquilla presentando il mod. 69: la risposta ricevuta era che se glielo portavo non me lo avrebbe ritirato perchè adempimento non dovuto...

    Meno male che la cedolare doveva semplificare la vita del contribuente: quando ti pare di aver capito, arriva il chiarimento killer che ti butta all'aria le certezze. Stavolta mi è andata bene: chiarimento favorevole. :)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina