• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ralf

Nuovo Iscritto
Ciao a tutti, voglio chiedervi come si determina il compenso dell'amministratore condominiale, ci sono tabelle,tariffe professionali ? Dovendo cambiarlo non sapiamo come regolarci. Grazie
 

Antonio Azzaretto

Membro dello Staff
Non esistono tabelle di riferimento.
Il compenso è determinato dal mercato.

Il compenso all' amministratore è attribuito dall' assemblea mediante delibera.

Il compenso è corrisposto dai condòmini in proporzione ai millesimi di proprietà.

E' opportuno valutare un compenso congruo, calcolato con riferimento al carico di lavoro necessario per assolvere all' incarico di amministratore di condomìnio.

In genere il compenso è pattuito dalle parti in base alla forza contrattuale e al mercato locale di riferimento.
 

Gatta

Membro Attivo
Scusa Grandeindio,premesso che non sono un esperto come Te in questa materia,Ti chiedo un chiarimento:ma il compenso all'amm.re non va ripartito in parti eguali tra tutti i condomini e non in base ai millesimi? Grazie della risposta.
Gatta
 

Antonio Azzaretto

Membro dello Staff
L' articolo 1123 del codice civile, in materia di ripartizione delle spese, stablisce:

Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell'edificio, per la prestazione dei servizi nell'interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione (1104, att. 68 e seguenti).

Pertanto, fino a che tutti i condòmini all' unanimità decidono concordemente una ripartizione diversa da quella prevista dalla legge, il compenso dell' amministratore va ripartito in base ai millesimi di proprietà di ciascuno.
 

Gatta

Membro Attivo
In effetti è così:l'art.1123cc opportunamente citato precisa fra l'altro che "per la prestazione dei servizi nell'interesse comune" (e quindi quelli dell'amm.re) le spese sono "sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno". L'inciso "salvo diversa convenzione" per l'appunto dispone che le stesse possano venir ripartite convenzionalmente in maniera differente .
Ok.
Gatta
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Principia ha scritto sul profilo di Gianco.
Giaco ho letto che sei professionista che lavoro fai? Potrei contattarti telefonicamente se sei in tecnico?
Buongiorno,

Chiedo a questo forum una delucidazione per un contratto di affitto casa.

Sto per affittare una casa dal 21 ottobre di quest' anno, ho optato per la cedolare secca, quando e come dovrei versare la tassa del 21% ? E poi come funzioneranno i vari versamenti per l'anno prossimo?

Vi ringrazio per la risposta
Alto