1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Shon

    Shon Nuovo Iscritto

    Buonasera. Volevo porre il seguente quesito.
    A fine febbraio acquisto un bilocale per uso investimento, gia locato, quindi non facciamo altro che sostituire il vecchio al nuovo proprietario al contratto di locazione. Dopo neanche una settimana dall'atto notarile l'inquilino lamenta un mal funzionamento della caldaia: mancanza di acqua calda e mancanza di riscaldamento dei termosifoni. Dopo un paio di giorni la situazione peggiora e la caldaia comincia a perdere acqua sino a riempire un secchio in un paio di ore. Faccio intervenire un tecnico il quale rimette a posto il tutto (con una spesa minima di € 130, limitandosi alle riparazioni "necessarie" nell'immediato), facendomi presente allo stesso tempo che la soluzione da lui apportata è sicuramente temporanea e che un successivo guasto è alle porte. In particolare mi elenca una serie di interventi che occorrono per il ripristino completo e definitivo della caldaia (con una spesa sicuramente al di sopra di € 500), facendo emergere soprattutto che nessuna manutenzione era stata apportata da diversi anni. Lo stesso inquilino, affittuario da giugno 2012, non ha mai provveduto ai controlli annuali tanto che non vi è neanche il libretto riferibile ai vari interventi effettuati sulla caldaia. La domanda che mi pongo è se il vecchio proprietario aveva l'obbligo di presentare una documentazione attestante la funzionalità degli impianti, in particolare quindi della caldaia. Premetto che nell'atto di compravendita si richiama, tra le altre cose (le diverse concessioni precedenti alla costruzione, oltre ad una D.I.A.), il solo certificato di agibilità risalente a novembre 2006 (l'appartamento è del 1998). La normativa che ho trovato attinente alla tematica in esame, oltre ad alcune disposizioni del c.c., è un decreto ministeriale del 2008, il n. 37. Se qualcuno avesse altri riferimenti o comunque considerazioni da fare ne sarei molto grato. Grazie e buona giornata a tutti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina