1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Dea

    Dea Membro Attivo

    Cari amici,

    Un contratto d'affitto ad uso transitorio per quanti anni di seguito puo' essere rinnovato? Inoltre, la cedolare secca si applica ad un contratto d'affitto ad uso transitorio? Il mio commercialista sostiene di no! Mi aiutate?

    Grazie Dea
     
  2. giudittan

    giudittan Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il contratto ad uso transitorio non si rinnova ma si può risottoscrivere qualora permangano le motivazioni a giustificazione della transitorietà dello stesso.
    In merito alla possibilità di optare per la cedolare secca, è possibile e come!

    NON possono optare per la cedolare secca:
    - le società di persone, le società di capitali, gli enti commerciali e non commerciali;
    - i soggetti che procedono alla locazione di immobili ad uso abitativo nell’esercizio dell’attività di impresa o di arti e professioni;
    - gli imprenditori ed i lavoratori autonomi, anche nel caso in cui concedano in locazione un immobile abitativo ai propri dipendenti.

    Il nuovo regime si applica ai contratti di locazione aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo locati esclusivamente "per finalità abitative": dunque, sì alla cedolare secca per i contratti di durata inferiore a trenta giorni nell’anno ed ai contratti conclusi con enti pubblici o privati non commerciali, purché sia soddisfatto il requisito della destinazione dell’immobile all’uso abitativo.
    Rientrano in questa categoria evidentemente anche i contratti transitori.
     
    A mapeit piace questo elemento.
  3. Dea

    Dea Membro Attivo

    Grazie! Volevo chiedere...ma il contratto ad uso transitorio può essere risottoscritto - con motivazioni adeguate - per tre anni di fila? C'è un limite di tempo?

    Sempre grata delle Vs. delucidazioni,

    Dea :amore:
     
  4. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non c'è nessuna norma che proibisca di risottoscrivere un contratto ad uso transitorio se:
    - permangono le motivazioni in capo al locatore e/o al conduttore
    - tali motivazioni vengono esplicitamente indicate in ogni contratto
    - prima della scadenza del contratto tali motivazioni vengono riconfermate come tuttora sussistenti per iscritto (meglio con raccomandata).
    Qualora non si rispettino dette regole una delle parti potrebbe sempre chiedere la trasformazione d'ufficio del contratto transitorio in un normale contratto ad uso abitativo di 4 + 4 anni regolamentato dall'art. 2 della Legge 431/98.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina