1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. aluanita

    aluanita Nuovo Iscritto

    Ho acquistato da circa un anno un piccolo appartamento per vacanze e a distanza di alcuni mesi ho appreso dall'amministratore che la canna fumaria,essendo di eternit,è sottoposta ad un controllo triennale con un aggravio di spese quasi tutte a mio carico,di cui non sono stata informata ,benchè il venditore abbia risposto alla mia raccomandata di diffida che gli atti erano a disposizione,cosa non vera,anzi alle mie richieste, ha sempre risposto evasivamente.Ma,avendo avuto le piu' ampie rassicurazioni dall'agente immobiliare,ho concluso l'acquisto,tuttavia in presenza del notaio ho dichiarato che non volevo rispondere di eventuali irregolarità e pendenze condominiali pregresse all'atto.Cosa sostiene la giurisprudenza a riguardo?Inoltre la pianta,che mi è stata trasmessa non corrisponde allo stato di fatto dell'appartamento,in quanto è stato abbattuto un muro divisorio e creato un secondo bagno.Il notaio ha sostenuto che,trattandosi di opere interne,non c'era bisogno di permessi,nè di aggirnamenti catastali. Posso fidarmi della sua affermazione,visto che il notaio era conosciuto dal venditore?Grazie
     
  2. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro dello Staff

    Professionista
    bufala clamorosa. se ci sono variazione interne, vanno comunicate al comune con DIA poi bisogna fare la variazione catastale.

    saluti
     
  3. guerrino

    guerrino Nuovo Iscritto

    Qualsiasi modificazione anche interna vá comunicata aglio organi competenti.
    Le spese di manutenzione della canna fumaria saranno divise in millesimi se questa, mi sembra di capire, é condominiale.
    Mi sembra che il notaio se non era in mala fede era perlomeno superficiale.
     
  4. paolodm

    paolodm Membro Attivo

    Scusami ma questo notaio l'hai scelto tu o l'ha scelto il venditore? Come ti hanno già detto gli altri, le variazioni interne, soprattutto in presenza di creazione di un ulteriore servizio igienico, andavano denunciate prima al comune e poi al catasto.
    Per quanto riguarda la canna funaria, credo che quella spesa periodica ti tocchi pagarla come qualunque altra spesa condominiale. Però se questa spesa triennale è notevole, forse sarebbe il caso di pensare a qualche altra soluzione per questa canna fumaria.
    Saluti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina