lukeblastxx

Membro Attivo
Salve,
Possiedo circa il 43% di una casa molto grande che non uso mai e sulla quale sto pagando da ormai dieci anni pesanti tasse sulla seconda casa.

Vorrei disfarmi di questo 43% ma l'altro comproprietario che possiede il 57% non intende ne acquistarlo ne vendere l'intero blocco a terzi, io però ormai sono abbastanza stanco di sprecare soldi in tasse inutilmente.

Vorrei liberarmi una volta per tutte di questo problema così da non buttare mai più altro denaro per questo immobile.

La mia quota del 43% è sufficiente per creare in futuro un appartamento indipendente, è possibile tramite agenzia poter vendere la mia quota di possesso a terzi ad un prezzo che ovviamente tiene conto di tutto questo, ovvero un prezzo molto conveniente rispetto ad un immobile già diviso?
 

Yopy

Membro Attivo
Proprietario Casa
Salve,
Possiedo circa il 43% di una casa molto grande che non uso mai e sulla quale sto pagando da ormai dieci anni pesanti tasse sulla seconda casa.

Vorrei disfarmi di questo 43% ma l'altro comproprietario che possiede il 57% non intende ne acquistarlo ne vendere l'intero blocco a terzi, io però ormai sono abbastanza stanco di sprecare soldi in tasse inutilmente.

Vorrei liberarmi una volta per tutte di questo problema così da non buttare mai più altro denaro per questo immobile.

La mia quota del 43% è sufficiente per creare in futuro un appartamento indipendente, è possibile tramite agenzia poter vendere la mia quota di possesso a terzi ad un prezzo che ovviamente tiene conto di tutto questo, ovvero un prezzo molto conveniente rispetto ad un immobile già diviso?
No
Puoi donare a tue spese la tua parte a chi detiene la rimanente. Altrimenti continui a pagare e lasci tutto così
 

lukeblastxx

Membro Attivo
No
Puoi donare a tue spese la tua parte a chi detiene la rimanente. Altrimenti continui a pagare e lasci tutto così
Sei sicuro, in rete ho appena trovato questo:
<<

Vendita della propria quota ad un terzo​

Laddove le parti non riescano a trovare un accordo, neanche tramite cessione della quota, il proprietario può vendere la propria quota ad un terzo. Occorrerà quindi valutare il valore della quota venduta e poi procedere ad una classica compravendita.

La vendita della quota ad un terzo può avvenire anche senza informare gli altri proprietari. Nel caso di vendita di una casa ereditata però c’è un diritto di prelazione dei coeredi per cui bisogna prima verificare se hanno interesse ad acquista loro la quota.

Nella vendita della quota ad un terzo l’acquirente diventa proprietario di una sola parte della casa che andrà utilizzata insieme agli altri contitolari. Per questo motivo, al di là della successione ereditaria, la vendita della quota ad un terzo è una procedura non molto utilizzata.>>

 

Yopy

Membro Attivo
Proprietario Casa
Sei sicuro, in rete ho appena trovato questo:
<<

Vendita della propria quota ad un terzo​

Laddove le parti non riescano a trovare un accordo, neanche tramite cessione della quota, il proprietario può vendere la propria quota ad un terzo. Occorrerà quindi valutare il valore della quota venduta e poi procedere ad una classica compravendita.

La vendita della quota ad un terzo può avvenire anche senza informare gli altri proprietari. Nel caso di vendita di una casa ereditata però c’è un diritto di prelazione dei coeredi per cui bisogna prima verificare se hanno interesse ad acquista loro la quota.

Nella vendita della quota ad un terzo l’acquirente diventa proprietario di una sola parte della casa che andrà utilizzata insieme agli altri contitolari. Per questo motivo, al di là della successione ereditaria, la vendita della quota ad un terzo è una procedura non molto utilizzata.>>

E chi è lo stupido che compra la tua quota indivisa? Per far cosa?
 

lukeblastxx

Membro Attivo
il valore di quel 43% è di circa 100.000€
venduto così posso scendere a meno di metà, poi l'acquirente tramite divisione giudiziale può creare un appartamento autonomo.
 

Franci63

Membro Storico
Proprietario Casa
è possibile tramite agenzia poter vendere la mia quota di possesso a terzi ad un prezzo che ovviamente tiene conto di tutto questo, ovvero un prezzo molto conveniente rispetto ad un immobile già diviso?
E' possibile, ma naturalmente potrebbe non essere facile trovare un acquirente che voglia sobbarcarsi i problemi legati alla necessità di divisione; una situazione del genere attirerebbe solo uno "speculatore" (in senso buono, cioè uno che ci vuole legittimamente guadagnare).
Naturalmente dipende molto dalla posizione della casa, e dalla sua appetibilità in generale.
Come hai letto nell'articolo che hai postato, il comproprietario potrebbe avere il diritto di prelazione.
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
Io avrei altra idea,
Frazionare l'immobile in 2 unità dato che la:
"quota del 43% è sufficiente per creare in futuro un appartamento indipendente"
Delle 2 unità ciascuno dei comproprietari ne possiederá la quota spettante.
successivi atti di permuta reciproca e si diventa proprietari di 1 sola unità in esclusiva.
Fatto questo sarà possibile vendere in autonomia.
La sola incognita è che la controparte deve essere d'accordo su tutto.

L'alternativa è solo una divisione giudiziaria.
 

Gratis per sempre!

  • > Crea Discussioni e poni quesiti
  • > Trova Consigli e Suggerimenti
  • > Elimina la Pubblicità!
  • > Informarti sulle ultime Novità

Discussioni simili a questa...

Le Ultime Discussioni

Alto