1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gaiad

    gaiad Nuovo Iscritto

    buongiorno,
    vorrei affittare un appartamento a milano e volevo avere un'idea di quanto si può chiedere con un affitto a canone concordato.
    non riesco a capire l'ordine di grandezza del canone mensile o annuale che si può chiedere.
    ho sentito due o tre associazioni e tutte mi hanno chiesto la quota associativa per il calcolo. vorrei però capire appunto l'ordine di grandezza per poter decidere se questa forma contrattuale mi interessa o meno, poi eventualmente mi iscriverei e mi farei fare il conto preciso.
    insomma, si riescono a recuperare tabelle per milano senza pagar dazio per forza?
    grazie
    gaia
     
  2. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il "dazio" sarà di qualche decina di euro. Vale la pena di ricorrere al fai da te, quando le regole sono con ogni probabilità di difficile interpretazione (per gli accordi di Roma è sicuro)?
     
  3. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Qui trovi l'accordo per la città di Milano
    Untitled Document
    Fai attenzione che i valori sono espressi in vecchie Lire.
    Non so se sia l'accordo più recente. Per saperlo puoi richiedere copia dell'ultima versione direttamente al Comune che è tenuto a fornirtela.

    Poi potrai decidere, in base alle tue competenze/capacità di calcolo, se rivolgerti ad un'associazione oppure no.
     
  4. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E gli adeguamenti Istat delle tabelle degli affitti unitari (nate prima del 2002), dell'ordine del 10%, chi te li dà?
     
  5. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non conosco il testo degli accordi di Roma Jac, hai modo di postarlo?

    Comunque se è una statistica Istat, la potrai sempre richiedere a loro.
     
  6. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
  7. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Prima di tutto grazie per i documenti.

    In secondo luogo, perdonami, ma mi sfugge il collegamento tra le fasce di oscillazione e gli adeguamenti Istat.

    Nell'accordo non si parla di adeguamento di tali fasce, ma solo di aggiornamento dei canoni in ragione del 75% della variazione Istat. Ne deduco che gli aggiornamenti sono possibili sono sul contratto, che deve essere redatto sulla base degli importi previsti dalle fasce di oscillazione.

    Quindi, che te ne fai dello storico?

    Gli indici Istat peraltro sono regolarmente pubblicati in GU, mentre il sito dell'Istat ti fornisce anche lo storico. Quindi sono dati di pubblico dominio e non di esclusiva conoscenza delle associazioni di proprietari e inquilini.
     
  8. gaiad

    gaiad Nuovo Iscritto

    il documento del comune di milano lo avevo trovato, ho chiamato il comune che mi ha detto a che microzona omogenea appartengo e dalle varie categorie riesco a risalire alla classe dell'abitazione.
    conversione da lire ad euro ok, ce la posso fare; la tizia del comune a cui ho chiesto se esiste un documento più aggiornato del '99 mi ha detto di no, di applicare la rivalutazione dello 0.75 % dell'indice istat e così ho fatto.

    non ho però capito se poi posso scegliere io un affitto qualunque tra minimo e massimo o se ci sono altri criteri.

    per rispondere alle poche decine di euro, ehm, sì le poche decine vanno da 5 a 10 decine per rispondere ad una domanda....non è questione di fai da te, se alla fine decido di fare questo tipo di affitto ok, pago e mi faccio fare i conteggi giusti (inghiotto amaro comunque però....) mi rugava un po' pagare per avere l'idea del canone.

    comunque ormai ho navigato, chiamato il comune, proverò a fare i conti e vedere quel che esce.

    grazie
    gaia
     
  9. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Le fasce hanno la data dell'accordo, gennaio 2004. Ammetterai che gli affitti unitari (espressi in euro/mq/mese) stabiliti allora debbono essere adeguati "ogni tanto" in rapporto al costo della vita. Se non ricordo male, da luglio 2010 a tutt'oggi il coefficiente di adeguamento Istat è l'11,2%. Dunque:
    valore 2011 = valore 2004 x (1+11,2%). Di più non so.
     
  10. Tapinaz

    Tapinaz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    non ti preoccupare te lo dico in anticipo.....esce una schifezza di canone.
    A quelle cifre se affitti o sei un ente di beneficenza o sei un pirla.
     
  11. cichi

    cichi Membro Junior

    e per napoli?

    Qualcuno conosce le tabelle per gli affitti concordati per la città di Napoli? Grazie.
     
  12. MarioX76

    MarioX76 Nuovo Iscritto

    e per le transitorie?

    scusate, invece per le locazioni transitorie (a studenti e non), quelle dell'art. 5 legge 431/98 per intenderci, è vero che il canone non è libero e che quindi non ci si può discostare dai valori previsti in questi accordi territoriali?
    grazie.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina