• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ralf

Nuovo Iscritto
buongiorno,nella casa di montagni di amici stanno valutando di mettere il parquet nella tavernetta dove c'è il caminetto,però è venuto un dubbio: è pericoloso? esiste un parquet non infiammabile e comunque quale potrebbe essere una buona soluzione?
grazie
 

ralf

Nuovo Iscritto
guarda ele non sono un esperto però il parquet è di legno quindi infiammabile, non sono a conoscenza di pavimenti in legno completamente ignifughi,se qualche altro frequentatore del forum ne sa di più ci aggiorni.magari si può mettere un parascintille.
 

carlo.b

Membro Attivo
Buonasera Ele, sicuramente ralf ha ragione per quanto riguarda un parascintille. Un'altra soluzione potrebbe essere quella di posare un pavimento in cotto o in gres o ceramica, che chiaramente si adatti cromaticamente con il parquet, per una striscia di 50-60 cm antistante al caminetto, così si eviterebbero anche eventuali ammaccature causate da accidentali cadute dei pezzi di legno.
Ciao Carlo
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto