• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Gianni Cavalieri

Nuovo Iscritto
Buon giorno e grazie per l'attenzione, vorremmo cambiare l'amministratore perchè non soddisfatti del suo operato. E' possibile organizzare un'assemblea tra condomini, senza l'amministratore, e a maggioranza ottenuta destituirlo e nominarne uno nuovo anche prima che scada l'anno di nomina? Se sì qual'è la procedura per legge? Grazie.
 

Antonio Azzaretto

Membro dello Staff
Di seguito ti segnalo la procedura per l' assemblea, il cui ordine del giorno sarà:

Revoca amministratore
Nomina amministratore e attribuzione del compenso:

La legge, articolo 66, comma 1 delle disposizioni di attuazione del Codice Civile, prevede che l' amministratore sia obbligato a convocare l' assemblea qualora ne sia fatta richiesta da almeno due condòmini, i quali rappresentino almeno un sesto del valore dell' edificio.

Inoltre, sempre la legge dispone che, una volta decorsi inutilmente dieci giorni senza che l' amministratore abbia adempiuto a questo suo obbligo, sono legittimati a convocare l' assemblea direttamente i condòmini suddetti.

Facsimile lettera di richiesta di convocazione di assemblea:


Spett.le
Amministrazione Condominiale
del Condominio di "via ..."
Amministratore sig. KKKK
Indirizzo ...

Raccomandata A.R.



Oggetto: richiesta convocazione assemblea straordinaria



Gentile Amministratore,

a causa di ... (ad esempio: necessita' impellenti di spesa non preventivate per il rifacimento del tetto) i sottoscritti Condomini XXXX (millesimi ...) e YYYY (millesimi ...) (nota: occorre essere almeno 2 condomini e che si costituiscano almeno 167 millesimi di proprieta') Le chiedono ai sensi dell'Art. 66 delle disposizioni di attuazione del Codice Civile, di convocare entro 10 giorni un'assemblea straordinaria del Condominio.

Fanno presente sin d'ora che, in mancanza di un Suo intervento, provvederanno autonomamente a tale convocazione.

La ringraziano e salutano cordialmente

Data

Firma condomino XXXX
Firma condomino YYYY


Mitt.:
Nome Cognome XXXX
Condominio di "via ...."
Indirizzo ...

Mitt.:
Nome Cognome YYYY
Condominio di "via ...."
Indirizzo ...
 

Gianni Cavalieri

Nuovo Iscritto
Ringrazio, per la cortese risposta,quindi a assemblea avvenuta, dopo aver rispettato la procedura legale, per rendere ufficiali le decisioni prese in assenza dell'amministratore, verbalizzarle con le firme e contattare il nuovo amministratore?
Grazie dell'attenzione Gianni Cavalieri.
 

Gianni Cavalieri

Nuovo Iscritto
Ciao, rieccomi, sono Gianni e vi saluto, aggiorno il nostro problema, che grazie ai vostri suggerimenti stà progredendo. Ho provveduto a richiedere un'assemblea straordinaria all'amministratore, con quote millesimali che superavano il minimo richiesto, trascorsi i dieci giorni nessuna risposta. Ora la stiamo convocando in maniera autonoma, convocando tutti i condomini con lettera raccomandata a mano (controfirmata per ricevuta) per i residenti e A/R per i non, mettendo tra la data di spedizione e la convocazione più dei cinque giorni richiesti dalla legge. Ora mi chiedo, per non incorrere in errori di procedura, con il rischio di invalidare tutto, che maggioranza serve? il verbale dell'assemblea (con la firma del presidente e del segretario) è sufficente per ritenere deposto il vecchio amministratore e dare l'incarico al nuovo ? Una copia del verbale dell'assmblea è sufficente per togliere la legittimità sul c.c. bancario condominiale? Quali articoli del codice civile posso citare sul verbale per ufficializzare il tutto? Chiedo scusa per il disturbo e vi ringrazio per l'attenzione. ciao Gianni.
 

Antonio Azzaretto

Membro dello Staff
Per la nomina dell' amministratore (la revoca deve essere sempre contestuale alla nomina), è necessario il voto favorevole della metà più uno degli intervenuti in assemblea, in rappresentanza di almeno 500 millesimi, sia in prima, sia in seconda convocazione.

Al fine della corretta stesura del verbale vi segnalo alcuni consigli:

1) Dovete scrivere la data, il giorno, il luogo di svolgimento dell' assemblea;
2) Dovete scrivere l' orario di inizio e di fine dell' adunanza;
3) Dovete scrivere i nomi del segretario e del presidente nominato;
4) Dovete scrivere che il presidente ha constatato che la convocazione è stata predisposta in modo conforme alla legge;
5) Dovete scrivere i nomi di tutti i partecipanti, segnalando anche i rispettivi millesimi
6) Dovete scrivere che l' assemblea mette ai voti il punto all' ordine del giorno e delibera di revocare il sig. (nome e cognome), e di nominare il sig. (nome e cognome); inoltre l' esito della votazione (favorevoli, contrari e astenuti), se tutti sono d' accordo scrivete: la delibera è approvata all' unanimità.
7) alla fine dell' assemblea dovete scrivere: Il presidente, esaurita la discussione, conclude la riunione alle ore (scrivete l' ora) previa lettura di questo verbale.

Alla fine (in aula) il verbale redatto deve essere firmato dal presidente e dal segretario.

L' originale dovete consegnarlo al nuovo amministratore nominato, che provvederà a notificare all' amministratore revocato le decisioni deliberate dall' assemblea.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve , vorrei chiedere se qualcuno conose la normativa riguardante la costruzione di una scala a rampe con pianerottoli in acciaio per accedere a tre appartamenti. Questa sarebbe costruita nella chiostrina in aderenza a più vicini in cui io ho una terrazzina con porta di accesso che risulteremme a 80 cm. di distanza grazie ha chi vorrà rispondermi
Salve a tutti , volevo porre un quesito. Ho acquistato una casa Novembre 2017, seconda casa , che fino ad oggi è stata la residenza di mia figlia e il figlio. Ho messo in vendita la casa e ho trovato un acquirente che mi offre quasi il doppio di quanto pagato. Ai sensi dell'art. 67 del TUIR essendo stata residenza di mia figlia devo pagare o meno la plusvalenza ?? Grazie per chi potrà darmi risposte
Alto