1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. lstipani

    lstipani Membro Attivo

    Devo frazionare un appartamento per crearne due. L'appartamento attuale è stato concepito, all'epoca, senza tener conto di alcun tipo di struttura necessaria a contenere la dispersione di energia termica. Oggi nel mio intervento non modifico l'involucro eistente, non aumento le superfici, le altezze ed i volumi, dovrò solamente spostare l'ubicazione di qualche apertura verso l'esterno ed ovviamente rifare entrambi gli impianti di riscaldamento. La mia domanda è sono costretto ad agire sulle strutture verticali ed orizzontali per contenere la dispersione dell'energia termica?
     
  2. Massimiliano Lusetti

    Massimiliano Lusetti Membro dello Staff

    Dipende dalla normativa urbanistica del comune dove è ubicato il fabbricato. In genere, poichè devi fare delle modifiche esterne l'intervento si configura come "SuperDia" in ambito di ristrutturazione edilizia. I P.U.C. e regolamenti edilizi più recenti nei casi in fattispecie obbligano al miglioramento della qualità energetiche dell'immobile. Peraltro ottenere dei miglioramenti non è una cosa impossibile anche senza dover spendere una fortuna, considerando comunque che in tal caso puoi accedere ancora per quest'anno alle agevolazioni del 55% per gli interventi volti al miglioramento della classe energetica del tuo immobile. Ti consiglio di interpellare in via preventiva un certificatore energetico e farti fare un progetto "integrato" ed efficente in cui i vari aspetti economia di esercizio - costo iniziale - agevolazioni vengano sviscerati a fondo per darti un idea precisa su quello che è per il tuo caso psecifico + conveniente. Se hai de idubbi contattami pure.
     
  3. lstipani

    lstipani Membro Attivo

    Al di là delle soluzioni per una migliore coibentazione dell'edificio, fra i quali è già stato individuato quello di realizzare un cappotto esterno o lasciare la struttura inalterata, io mi riferivo esclusivamente alla normativa vigente e quindi sapere se sono obbligato a rispettare la normativa vigente nel caso di frazionamento di una unità residenziale oppure se è lasciata alla libera scelta del proprietario dell'immobile. Il mio comune a riguardo non ha recepito nessun tipo di regolamento a tal proposito e rimanda tutto alle leggi nazionali vigenti. Grazie comunque
     
  4. Massimiliano Lusetti

    Massimiliano Lusetti Membro dello Staff

    Se sai già che vuoi fare un cappotto evidentemente hai già contattato un certificatore energetico... Se hai scelto un cappotto esterno evidentemente l'edificio nel suo complesso è piccolo poichè tale soluzione presuppone di eseguire l'isolamento termico su tutto l'edificio anche ciò che esula dal tuo appartamento da frazionare. Devi vedere il regolamento edilizio del comune ove è ubicata la casa il PRG e verificare come è catalogato l'intervento (suppongo che sia Potenza o comune limitrofo.) In linea di massima se il R.E. per l'intervento che tu esegui non chiede l'adeguamento ai minimi di legge nazionali. non sei obbligato ad eseguirli.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina