• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

PolAnti

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Salve, mi sono appena iscritta nella speranza di trovare in voi un consiglio. Sono proprietaria assieme a mio marito da due anni e mezzo di un appartamento al terzo piano di uno stabile di 4.ci siamo trasferiti da Roma per questioni di salute del figlio minore nato con una malformazione congenita broncotracheale che in parole povere limita la sua respirazione, crea broncospasmi frequenti e ricoveri ospedalieri dalla nascita, con episodi più o meno gravi purtroppo.Nella città dove viviamo grazie alla carenza di smog e Pollini nostro figlio aveva riscontrato un miglioramento, il tutto fino a quando sotto di noi in affitto si è è trasferita una famiglia di origine tunisina composta da cinque persone di cui tre fumatori incalliti, creandoci da subito forti disagi in casa. (Per fare un esempio, fumavano dalle 7 alle tre di notte inoltrata sia i signori che gli amici ogni giorno e ogni sera )abbiamo provato i primi tempi a chiedere gentilmente di evitare i pernottamenti in terrazza perché ci inondavano di fumi di vario tipo, ma nulla. Sono passata dopo un anno a fare un esposto in questura , ma nulla. Si placavano, e poi riniziavano. Dallo scorso inverno anche l’Intere scale del palazzo sono pregne di odori che fuoriescono da casa loro..mi sono rivolta ad un legale che ha scritto una lettera di diffida, l’amministratore dice che non può fare nulla, il proprietario di casa loro alza le mani al cielo e dice che finché pagano va tutto bene.. ma io vorrei sapere una cosa, chi tutela la salute di un minore con problemi seri polmonari.? Ieri sera l’ennesima discussione tra me e il vicino al balcone, il motivo? Sempre e solo il fumo. Il giorno stai tappata in casa per il caldo e chiudo le finestre , ma la sera vorrei anche io cambiare aria e godere della frescura che i signori di sotto hanno tutto l’anno.la questione è molto complessa e ho tralasciato vari aspetti, ma sarò lieta di rispondere ad ogni quesito che mi porrete per aiutarmi a trovare una soluzione. Vi ringrazio di cuore .
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Purtroppo hai solo 2 alternative:

1-ricorri ad un Giudice citando in causa i tuoi vicini dimostrando che producono "immissioni" oltre il normale limite di tollerabilità o altro danno ricevuto. Strada impervia e senza garanzie perché i problemi di tuo figlio sono solo suoi.

2-cambi residenza optando per una soluzione montana.
 

PolAnti

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Purtroppo hai solo 2 alternative:

1-ricorri ad un Giudice citando in causa i tuoi vicini dimostrando che producono "immissioni" oltre il normale limite di tollerabilità o altro danno ricevuto. Strada impervia e senza garanzie perché i problemi di tuo figlio sono solo suoi.

2-cambi residenza optando per una soluzione montana.

Intanto grazie.
quindi mi sta consigliando di svendere la mia casa ad un prezzo ridicolo perché altrimenti non vendi andandoci in paro e lo sappiamo tutti e quindi ci perdo migliaia di euro,o provo la via legale nella speranza che colga un giudice con alto tasso di comprensione, perché anche se nella costruzione è sancita la tutela del minore e della salute di ognuno di noi,il problema non è risolvibile e che se mio figlio ha un broncospasmo che lo porta a fine infausta per motivi che non sto ad elencare non si può far nulla per tutelare la sua salute, che ripeto, non è un vezzo , ma un diritto.una volta ho letto di una causa che causò la fine di un contratto di locazione per motivi simili, si trattava di un asmatico adulto.. e se io avessi testimoni che lavorano qui e sentono odori sia nel vano scale che dalla mia abitazione? Potrebbe essere una variante in più positiva? Credetemi non è facile già di per se vivere così per là situazione familiare, ma che il tutto sia non hanno il minimo rispetto è davvero deludente. E non lo dico per dire, sono un ex fumatrice ,ma mai nella mia vita abbiamo avuto problemi così PERSISTENTI E TENACI.. credetemi se vado a casa di amici fumatori nessuna abitazione emette l’odore che sentiamo da l’abitazione sottostante..è qualcosa di nauseante che si incolla alle pareti di casa ..neppure l’ufficio di igiene viene , perché ovviamente deve essere il condominio a fare una lettera di ispezione, ma nessuno si Vuole esporre, magari li capisco, ma negare addirittura le puzze evidenti nel vano scale è un po’ ridicolo.. comunque la ringrazio per aver risposto .
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Pur manifestandoti la mia solidarietà per la difficile situazione che devi affrontare con tuo figlio, temo che poco si possa fare per impedire alle persone di fumare nei propri spazi privati, al chiuso o all’aperto.
E trovo anch’io che la soluzione più radicale (cioè cambiare casa, magari scegliendo un immobile autonomo), sia la più opportuna, se possibile.

Le case si vendono e si comprano al prezzo che il mercato offre in quel momento storico.
Sei prezzi sono scesi, come è successo in quasi tutta Italia, non si tratta di svendere, ma di vendere al prezzo corrente.

I miei più sentiti auguri
 

plutarco

Membro Ordinario
Proprietario Casa
Io ti consiglio di acquistare una villa. In montagna vendono delle piccole abitazione a cinquantamila o sessantamila euro.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
quindi mi sta consigliando
Io non ho consigliato ma esposto le uniche 2 possibili alternative al rimanere chiusi in casa installando un "purificatore".

Purtroppo hai a che fare con gente "protetta" da quanti si preoccupano più di "importare" incivili (come non ne avessimo comunque fa le nostre fila) che di difendere gli onesti.

Ora non so e non voglio sapere chi hai votato...ma ti garantisco che il tuo caso (non mi riferivo ai problemi di tuo figlio per il quale faccio i più sentiti auguri) ma di "inquinatori di palazzi" ne trovi su ogni edificio dove vedi un proliferare di paraboliche.

Non devi avere solo dei "testimoni" ma altri comproprietari (condòmini) che si lamentino del problema e decidano di agire in unione delle forze.

E vero che per certi atti la responsabilità è personale...ma "minacciare" il locatore che lo si citerà in causa per non aver provveduto a "regolare" i suoi inquilini è l'unico modo per iniziare una battaglia e sperare di vincerla.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
abbiamo provato i primi tempi a chiedere gentilmente di evitare i pernottamenti in terrazza perché ci inondavano di fumi di vario tipo,
purtroppo l'appartamento che avete scelto di comprare, per come risulta essere strutturato, non si addice alla malattia di tuo figlio.
Cambiare casa è la soluzione migliore che ti sia stata suggerita. Scegli una casa che abbia molto spazio verde attorno, che gli eventuali vicini non siano usi bruciare stoppie o organizzare barbecue.
Il problema dell'odore che può essere puzza o profumo è una questione di tradizione culturale: quello che per certe popolazioni è profumo per altre è puzza. Mi ricordo la scena di un film in b/n dove Renato Salvatori, che faceva l'immigrato in Germania e non mangiava da diversi giorni, avvicinandosi ad uno di quei banchetti da cibo da strada, appena inalato l'odore dei wurstel si ritraesse schifato.
Diverso è il problema del fumo, sopratutto passivo, è una questione di salute dell'individuo. La legge che proibisce il fumo nei locali aperti al pubblico e sui luoghi di lavoro ha portato ad avere nelle zone semichiuse o all'aperto, nelle immediate vicinanze dei luoghi ove vige il divieto, delle concentrazioni nell'aria di PM2,5 e nicotina molto elevate: tuttavia in Italia non è proibito fumare all'aperto. All'Ospedale Agostino Gemelli di Roma, che è stato uno dei primi ad iniziare la lotta contro il fumo, fuori dall'ingresso principale c'è un area, protetta da una tettoia, con panchine dove sono concentrati tutti i fumatori, visitatori, malati ed anche medici. Il fatto è che per entrare devi per forza transitare attraverso questa area. Tutto ciò in barba alla Circolare 4 febbraio 2016 del Ministro della Salute, Lorenzin, che ha esteso il divieto di fumo nelle pertinenze opsedalierie e nelle auto nelle quali ci siano minori e donne in cinta.
Nei condomìni è vietato fumare sulle scale e negli ascensori: ma avete provato a prendere un ascensore dopo che è stato usato da un fumatore che ha appena spento la sigaretta per poterlo usare?
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
PolAnti purtroppo si è perso il rispetto di se stessi e degl'altri comunque c'è un aspiratore "casalingo" che ha un filtro a vari strati costa un migliaio di euro ma nel giro di un'ora purifica e trattiene le impurità e in parte anche le puzze, prima che cambiasse la legge, veniva usato nelle sale operatorie dove per disinfettare la sala tra una operazione e un'altra veniva nebulizzato un disinfettante, ed essendo una sala chiusa per poter rigenerare l'aria dal disinfettante "dannoso" per l'essere umano veniva acceso per un'ora, se ti può interessare faccio una ricerca per vedere chi lo commercializza ancora, la macchina è grande come un comodino e il filtro dura 4 anni, questo è quello che ricordo.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Alto