• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

lodolupolo

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Buonasera. Ipoteca legale, di Equitalia su fabbricato in catasto A3+A4 ma nella realtà F3+F5. In breve, al tempo dell'iscrizione ipotecaria un fabbricato in corso di costruzione ( da circa 40 anni e quasi collabente viste tutte le piogge assorbite) risultava in Catasto ( probabilmente per attribuzione d'ufficio ) A3+A4 con R.C.
Nella realtà, il fabbricato era ed è ancora oggi F3+F5 quindi senza R.C. - ma oggi risulta cosi anche in Catasto.
A questo punto, urge capire vista probabile alienazione immobile, la validità dell'ipoteca legale.
Si trasla sul suolo edificabile?
Se si, : quale valore e R.C. si attribuisce a questo suolo? Che dati identificativi ha il suolo?
Grazie
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
F/3 - unità in corso di costruzione, F/5 - lastrico solare.
Allo stato si da atto che sul terreno, regolarmente identificato con: Comune, foglio, mappale, superficie e rendite catastali, sono in corso di costruzione un edificio, ovviamente senza destinazione, classe e consistenza, con lastrico solare. Evidentemente Equitalia, per poter iscrivere l'ipoteca legale, ha dovuto "far emergere anche il fabbricato in corso di costruzione" e vincolarlo.
Conseguentemente all'asta finirà il terreno, identificato, con il fabbricato in corso di costruzione, il cui valore sarà stimato dal tecnico incaricato da equitalia, che potrà farlo conoscendo la superficie del terreno, del fabbricato, la zona urbanistica, la possibilità edificatoria e le sanzioni da dover affrontare.
Infine i dati identificativi del suolo fanno riferimento al mappale interessato o a porzione di esso da identificare con apposito tipo di frazionamento e/o tipo mappale per il fabbricato, se dovuto.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
L'immobile ipotecato può essere venduto all'asta da chi ha acceso l'ipoteca, altrimenti se lo volesse vendere il privato dovrebbe fare intervenire all'atto il rappresentante di chi l'ha ipotecato che sull'importo pagato riceverà quanto dovutogli ed il rimanente, tolte le spese, andranno al venditore.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, con un contratto di locazione con cedolare secca e a canone concordato è possibile inserire la possibilità di sublocazione per avere poi la possibilità di aprire un'unità ufficio amministrativo?
Ed inoltre, è possibile ridurre le motivazione e il tempo di recesso? L'articolo 8 "recesso del conduttore" parla di gravi motivi e 6 mesi di preavviso. Grazie per una Vostra gentile risposta.
Alto