• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

G

Guest

Ospite
l'AMMINISTRATORE DEL CONDOMINIO IN CUI ABITO DOPO 4 ANNI CHE NON HA CONVOCATO L'ASSEMBLEA CONDOMINIALE MI HA ANNUNCIATO CHE SONO TENUTO AL PAGAMENTO DI UNA PARCELLA DI UN AVVOCATO CHE HA DIFESO IL CONDOMINIO IN UNA CAUSA DI 15 ANNI FA (PRIMA CHE IO ACQUISTASSI LA CASA)...
POSSO RIFIUTARMI DI PAGARE?
L'AMMINISTRATORE - IN MANCANZA DELLA CONVOCAZIONE DELLE ASSEMBLEE PER UN PERIODO COSI' LUNGO - HA LEGITTIMAZIONE A SVOLGERE TALE FUNZIONE?
CORDIALI SALUTI.
 
U

User_3122

Ospite
Devi vedere se sull'atto di vendita hai dichiarato di accollarti l'onere di queste spese, o quantomeno che eri al corrente di tale debito. In caso non ci sia questa dichiarazione, la spesa spetta al vecchio proprietario.
 

Manuela Fragale

Nuovo Iscritto
Nel caso da lei prospettato, non avendo l'amministratore convocato assemblea per quattro anni, ho ragione di credere che per gli stessi quattro anni non abbia reso conto della propria gestione. sarebbe quindi trascorso il doppio del tempo sufficiente a "mandarlo via". Infatti, l’amministratore, su ricorso di ciascun condomino, può essere revocato dall'autorità giudiziaria .... in particolare, se per due anni non ha reso conto della sua gestione.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto